lunedì, dicembre 31, 2012

conteggio 2012

Siamo a fine anno.
Con il doppio allenamento di recupero svolto oggi chiudo la lunga striscia di allenamenti del 2012.

Tanti km percorsi, energie consumate, sudore versaro, barrette mangiate e sali minerali bevuti.
Tanta fatica ad accompagnare momenti esaltati alternarsi a momenti dove vorresti mollare tutto e dire basta.

Alti e bassi che tutti noi abbiamo e continueremo ad avere.

La mente riaffora sempre alla maratona dell?Ironman di Zurigo....alla voglia di ritirarmi e mollare. Rivedo Emiliano che mi cammina a fianco e mi incita....

beh
poi si compensa con Varano...un gran finale.


Tante storie e tanto sport.
Tanto lavoro ed una nuova avventura.

tirando le somme do qualche numero

3 mezze maratona corsa
1 maratona

3 Ironman 70.3
1 Ironman


tanti km percorsi:
NUOTO:  540Km
BICI: 19550Km
CORSA: 2890km


ci siamo...manca poco.....
buon 2013 a tutti

domenica, dicembre 30, 2012

Una lunga domenica

30 dicembre. Manca poco alla fine dell'anno.
2013 che sta per arrivare, con buoni propositi ma nache con la consapevolezza che poco o nulla cambierà rispetto l'anno prima.
Non male personalmente. Di tutto quello che ho fatto, giusto o sbagliato, sono sempre stato convinto e soddisfatto. Con gli errori sono cresciuto, con le cose giuste mi sono rafforzato.
E' così...un dare avere che alle fine si spera sempre possa portare ad una crescita personale: nella vita, nel lavoro, nello sport.

Domenica oggi.
Giornata bellissima di sole. Temperatura leggermente in ribasso ma comunque alta rispetto le medie del periodo. Soprattutto il cielo limpido....di questi periodi non lo ricordo spesso: meglio così.

Ultima uscita lunga in bici del 2013....poi si riprederà a pedalare già da subito il 1° gennaio, meteo e sonno permettendo (dipende anche dall'orario che si farà domani sera).

Combinato lungo in programma.
Decido di allenarmi da solo oggi, di fare ritmo, far girare le gambe e far salire il cuore.
Esco alle 8:15 circa.
3h tonde tonde con all'interno 1h 40' a fondo medio frazionato tra ripetute di 20 e 25'.
LE gambe oggi girano e la velocità mi asseconda. In posizione crono riesco a spingere bene e mi sento appagato.
I tratti di vento non mi destabilizzano più di  tanto. Concentrato e attento pedalo 100km in 3h.
Tornato a casa mi cambio, non mi andava di correre con la divisa da bici.
Parto tranquillo...senza forzare e sento che le gambe sono un poco procate, i volumi settimaneli si fanno sentire. Gestisco bene i 6km chiusi in  meno di 25'.

Al pomeriggio, dopo il lavoro e dopo aver sfornato una bella pagnotta di pane con l'uvetta, sono pronto per uscire in corsa.
Sono le 17.
Le gambe fin dai primi km sono contratte come è normale che sia, in queste fasi e soprattutto dopo i primi allenamenti lunghi fatti a buon ritmo.
10km in 42'...contando la salita finale di 2km per tornare a casa sono molto soddisfatto.

Serata in arrivo...reintegrare le energie perse nelle 4h e più di allenamento.

step by step si va avanti verso il 2013

sabato, dicembre 29, 2012

i volumi crescono

Si riparte con il nuoto.
Pescisamente giovedi mattina, ripertura dela piscina di Giulianova rimasta chiusa da domenica 23 dicembre fino al 27...cusa festività natalizie gli allenamenti di nuoto sono stato costratto ad interromperli.

Sono nell prima settimana della seconda fase del periodo di preparazione di base.
Incremento i volumi e aumento la qualità.
Cerco di riprendere continuità con la corsa, cercando di mettere giorno dopo giorno qualche tassello in più sotto forma di km. Rispetto le passate stagioni le distanze percorse sono minori e il volume mensile, di conseguenza, risulta essere inferiore.
Approfittare dei due giorni di raltiva vacanza per pedalare ha un suo costo che, prima o dopo, va comunque sia pagato. Pagato non in termini drammatic io negativi, bensì  in termini energetici e temporali.
Due lunghi con atleti più allenati, in qeusta fase della stagione necessitano, per me personalmente, del tempo per essere digeriti o meglio, le fatiche che ne seguono vengono smaltite con maggiore difficoltà.

Le feste, le serate e  i bagordi....i periodi di vacanza richiamano questo e sicuramente non mi tiro indietro. Anche qui c'è un conto da pagare in termini di efficienza e lucidità sia  fisica che mentale.
Step by step si va avanti sapendo che sono all'inizio, la strada è lunga e non occorre bruciare le tappe.
Poche ambizioni nella mezza maratona che correò il 6 gennaio. Intenzione però di fare un ottimo allenamento, di  far girare le gambe e fare ritmo.

Allenamenti:
giovedi: Nuoto: 3600 con lavori di soglia all'interno...non male come rientro.

Venerdi: mattina corsa: lavoro di qualità con ripetute brevi in salita. tot 13km
             Pausa pranzo nuoto: lavoro aerobico/forza. tot 4000m
            subito dopo nuoto: bici 1h agile a far fgirare le gambe.

Sabato: mattina corsa: fondo medio...tot 12km
            Pranzo nuoto: aerobici/soglia. tot 4000m

giovedì, dicembre 27, 2012

FITRI, circolare gare 2013

FITri: Ecco tutte le novità contenute nella nuova Circolare gare stagione agonistica 2013. La logica sottostante è quella di avvicinarsi quanto piu' possibile ai modelli internazionali, sia per quanto riguarda le gare su distanza sprint e olimpica , sia per quanto riguarda le distanze lunghe.
Qui di seguito le principali novità introdotte rispetto all'anno agonistico 2012 :

- Circuito Duathlon : a differenza delle precedenti edizioni, in cui le prove erano concentrate nei mesi di marzo-aprile, il Circuito Duathlon 2013 coprirà tutta la stagione agonistica ed offrirà un ventaglio completo di distanze, dallo sprint al Classico, passando per una prova ibrida sulla distanza 5km-30km-5km. Tale struttura consentirà a chi fa del Duathlon la propria disciplina di riferimento ,di programmare una stagione completa e non unicamente due mesi di competizioni.

- Circuito No Draft : il circuito risponde all'esigenza del sempre piu' crescente numero di atleti dediti alle lunghe distanze nel panorama italiano e , non da ultimo , alla volontà di offrire un'ulteriore possibilità di confronto domestica per quelli atleti impegnati in prove Mondiali ed Europee di Categoria. Il circuito spazia dal Triathlon Olimpico al Duathlon Lungo, passando per due 70.3 .

- Campionati Italiani di Categoria : sempre in un'ottica di avvicinamento agli standard internazionali, di qualificazione dell'attività di Categoria e di creazione di occasioni di confronto su prove no draft anche su distanze classiche, tali Campionati prevederanno la frazione ciclistica senza scia e saranno prove completamente dedicate alle Categorie.

- Grand Prix : ancora in fase di definizione , segnerà un cambiamento di registro per le gare italiane, offrendo un livello organizzativo e agonistico elevato, un montepremi adeguato ed allettante anche per atleti stranieri, una possibilità di confronto per i migliori atleti delle categorie Giovani [ YB/Jun] con triathleti di assoluto valore.

- Campionato di Società : rispetto alle precedenti edizioni il Campionato di Società avrà un Montepremi collegato alla classifica finale, in modo da poter premiare, non solo in modo simbolico, tutte quelle società che fanno attività a 360°, investendo sia sull'attività giovanile che assoluta e presenziando con i propri atleti a prove di tutte le specialità.

Diversi ed importanti quindi i cambiamenti introdotti che rappresentano solo il primo passo di un processo di rinnovamento in pieno corso. 




Con particolare riguardo ai Circuiti ed alla gare che assegneranno i titoli italiani: RITORNO ALLE ORIGINI.

Primo pensiero che viene alla mente.....allenarsi a ......pedalare!!!!

mercoledì, dicembre 26, 2012

25-26 pedalando

Come consueta tradizione personale, sia io giorno di Natale che quello di Santo Stefano non mi sono sottratto al dovere ed ho onorato i giorni di festa allenandomi.

Due giorni in bici.
Quest'anno ho rotto la tradizione che mi vedeva di corsa il giorno di Natale.
Motivazione?
E' venuto meno il gruppo, la forza trainante che gli anni precedenti rendeva speciale questa mattinata.
Qualcosa si è evoluto ed è cambiato; in meglio o in peggio non saprei dirlo, fatto sta che il gruppo folto mattutino non c'è.
Vuoi per infortuni ed acciacchi vari, vuoi per cambi di status famigliari, vuoi per partenze e/o arrivi...vuoi perchè qualcuno preferisce la solitudine...quest'anno ho ben pensato di uscire in bici e pedalare verso il mio obiettivo.
Dopo tanto tempo ho avuto modo di riassaporare due uscite con una squadra di ciclismo: sia ieri che oggi.
Ho messo km nelle gambe e nel futuro, parlato, riso e scherzato ma soprattutto allenato.

Il tutto per aprire ieri il classico Natale in famiglia a cui rimango sempre e comunque molto/troppo affezionato.
Il pranzo con gli zii e parenti, la famiglia riunita tutto il giorno come capita solo quel giorno.
Un poco per tutti è così, si riassapora la tranquillità e la calma.
Tutto viene vissuto lentamente, siamo usciti di casa ieri che erano le 17:30.
Serata tranquilla in casa.
Insomma il perfetto giorno di riposo.

Oggi non da meno.
Allenamento un poco più tirato rispetto a ieri: qualche ciclista doveva smaltire gli eccessi consumati a tavola? :)

fatto sta che la compagnia buona, il meteo e le temperature favorevoli hanno reso sportivamente belli questi due giorni

Ieri 90km
Oggi 100km

da domani si torna in acqua

lunedì, dicembre 24, 2012

Buon Natale sportivo

Anche quest'anno è arrivato il Natale e così come arrivato volerà via.

Auguro un Buon Natale di cuore a tutti i blogger e lettori del Blog.



Naturalmente un Natale sportivo: domani ci si allena :)

domenica, dicembre 23, 2012

Corsa in montagna....bella mattinata in gruppo

Da Ascoli alla Madonna di Gimigliano di corsa.
Sosta presso la chiesa della Madonna.
Si allunga un poco il giro salendo ancora e poi già verso un rientro ondulato fino al centro di Ascoli Piceno.

Questa mattina, ore 9 si parte.

Mi avevano detto di quanto fosse sentita questa giornata, della ricorrenza ed usanza nel salire di corsa a portare un saluto alla Madonna.
Sinceramente non pensavo e credevo in una simile partecipazione.
Circa una 40ina di atleti si sono ritrovati nle centro di Ascoli per poi salire assieme e scambiarsi gli auguri.
Alcuni hanno fatto dietro-fronta al santuario, altri hanno continuato.

Noi della Flipper, un bel gruppettino, abbiamo optato per allungare un poco.
Ancora salita ed una salicescendi successivo per tornare alla base.
Buon ritmo, senza forzare.
Ottima giornata in compagnia.

26km tortuosi e allenanti portati a casa.

Ancora una bella mattina di sport in gruppo, con amici che non vedo spesso, ma che ho sempre e cmq piacere di rivedere e con i quali condividere qualcosa che va oltre il semplice allenamento o gara....


go Flipper go

giovedì, dicembre 20, 2012

sempre di corsa

A destra e a stinistra...fermandosi il minimo indispensabile.

Allenamenti, lavoro, feste :)
Un bel ritmo di vita che mi accompagna, mi gratifica e piace molto.

Con l'avvicinarsi del Natale c'è molto movimento in giro, sebbene meno (per quel che posso notare) rispetto gl ianni precedenti. E' come se il periodo festivo stia perdendo l'attesa e il vissuto che lo ha sempre caratterizzato.
Si può dare colpa alla crisi?
Non ne sono fortemente convinto, visto che gente gira, ristoranti, bar pizzerie son sempre li, con il loro clienti e il loro volume di affari. Ok, sarà sceso indubbiamente, ma per quanto posso notare  non troppo rispetto al passato.

Ciò che mi balena gli occhi invece è l'assenza di decorazioni ,luci ,festoni ed alberi addobbati.
Di anno in anno sembra volersi ridurre sempre di più all'ultimo. Circoscrive la festa Natale a 2 giorni, 25-26, poi rituffarsi verso il 31-1 e la befana??? beh quella ormai non la pensa più nessuno.
Già...non la pensa più nessuno o cmq sia gl isi da meno risalto: sarà un bene per i piccoli delle nuove generazioni, in quanti genitori mantengono ancora l'usanza del festeggiare la Befana.

Ricordo da piccolo.
8 Dicembre, falò al piazzale della chiesa, che a ruota dava il via per la gara tra noi bambini: il falò più grande, più bello...gettare miccette e raudi scoppiettanti. Si lavora tutto il pomeriggio per realizzarlo e il gioco svaniva in qualche decina di minuto ma sembrava un'eternità.
Da quel giorno iniziava la festa..un clima di circa un mese che finiva il 6 gennaio con il magone di rientrare ae scuola e di vedere tutto finito.

Mi sembra che tutto ciò non ci sia più.
Perchè, quale la possibile causa?
Si va sempre di fretta e si assapora troppo poco. Volere sempre di più e subito, non accontentarsi?
Boh...quando mi fermo a pensare non trovo mai soluzione.
Strano ma vero...quel clima che vedo perduto mi manca davvero tanto, troppo...
mi domando se mai ritornerà.

Allenamenti:
mercoledi: nuoto, lavoro di forza. tot 3200m
                 bici 1h15' facili andanti

giovedi: corsa. lavoro di qualitò con ripetute in salita su distanze brevi. tot 12km

martedì, dicembre 18, 2012

Easy day

Settimana di scarico che inzia oggi.
A concludere il primo ciclo di 3 settimana impegantive, sia in termini di volumi che di intensità, da oggi fino a lunedi prossimo ridurrò i volumi nel nuoto e nella bici, non in corsa dove ancora non ho preso continuità negli allenamenti e in vista della mezza maratona dei Magi che si correrà tre 3 settimane voglio cercare di limitare i danni.

Nuoto con volumi inferiori, anche se di poco, ed nitensità al minimo sindacale.
Bici punto a mantenere un valido quantitativo di volume, lavorando meno sulla qualità e recuparendo con sedute a ritmo aerobico.

in mattina presto sui rulli, causa meteo incerto, piccolo richiamo di forza.
Ancora ripatute a basse rpm con rapporto duro in pianura, ultima fase di potenza in pianura; dalla prossima si introducono salite in forza resistente e forza veloce.
4 serie da 5' a 60rpm con rapporto impegnativo, pe un totale di 1h.

A pranzo nuoto.
Un leggero fastidio al pettorale destro ed il reffreddore incombente mi hanno impedito di trovare le buone sensazioni dei giorni passati.
Alle fine ne è venuto fuori pur sempre un buon lavoro di 3400m ritmo aerobico di recupero

domenica, dicembre 16, 2012

Backery & sport

Ritorno alla via vecchia e grande passione in questo fine settimana: la massa.

Massa nel senso di impasto, forno, pizza, pane.....
il lavoro che ho svolto durante i periodi estivi e nei weekend ai tempi dell'università.
La pizzeria dei parenti dove lavoravo ogni weekend e tutto il periodo estivo per pagarmi l'università e farci uscire qualcosa per il divertimento e lo sport.

Sabato mattina dopo la consueta corsa di 12km, in progressione, ho incaricato i miei genitori di recarsi al ventro commerciale per acquistare la MACCHINA PER IL PANE.
Un oggetto che volevo da anni; mi è sempre piaciuto e la semplice idea di farmi del pane da, in casa...per fare coazione la mattina o dei panini da mangiare dopo l'allenament, mi entusiasma.

Acquistata e sperimentata già da subito.
Occorre riprendere la mano con le dosi e aguzzare l'ingegno per realizzare varie tipologie di prodotti  da forno per variare il solito pane bianco di comune uso.

Sebbene attendevo con ansia di provare l'aggeggio...nella pausa pranzo non ho rinunciao al consueto allenamento in piscina...un bel lavoretto di forza.

Poi dritto a casa per la prova.
Risultato non male per la ripresa, meglio ,...molto meglio il secondo tentativo.


Questa mattina lungo in bici.
Un clima strano: umidità e caldo: 12.5°.
Una belkla pedalata con qualche tratto al medi oper un totale di 120km, foratura a 1km da casa...rientro in garage, zona cambio e via di corsa per 6km tranquilli.

La domenica dedicata ai combinati già da adesso: abituare il corpo a capire che quest'anno tocca fare sul serio :).

Pomeriggio di lavoro....fortunatamente non c'è molto relax, tra negozio e atleti sono sempre impegnato (da domani però riprenderò a non essere reperibile il lunedi...giorno di riposo da tecnico).

Aperitivo alle 19:30.....beh, diciamo che dopo un pomeriggio al pc ci sta tutto e rientro in casa...relax, blog e più tardi letto....

intanto la macchina lavora....PLUMCAKE VEGANO in preparazione

venerdì, dicembre 14, 2012

Three is meglio che one

Frase di oggi che ho pubblicato su Twitter.

3 sono meglio di uno.
Un semplice slogan per sintetizzare la giornata sportiva di oggi, iniziata presto e finita nel primo pomeriggio...per quanto riguarda la parte pratica; in serta continuerà e finirà con una riunione societaria diretta a finalizzare alcuni obiettivi per il 2013...che pozza je bè (che possa andare bene).

All'alba come sempre. Ancora buio fuori, scendo i garage.Anticipo di qualche minuto l'uscita di casa di mia madre, pronta per recarsi al lavoro, son le 6:40.

Scendo in garage e sistemo la TT bike sul ciclomulino. Accendo il computer e collego il software per monitorare l'allenamento.
Sto per salire in sella ed ecco che sopraggiunge mia madre, coperta fino alla testa per non prender freddo. Passagio nel garage per poi uscire e prendere la macchina.
Mi guarda...io in pantaloncino corto e maglietta corta, senza parole tira dritta...so bene il suo pensiero: perchè non rimani a dormire tu che puoi?!?!?!?!

Inizio a mulinare le gambe e do inizio all'allenamento.
Lavoro impegnativo quello di oggi.
15'risc
3x15' a FM inserendo ogni 4minuto 1 minuto in soglia, recupero tra le serie è di 5'.
10'defaticamento.

Sono pronto per la doccia e la meritata colazione.


Si va al lavoro, la mattina è tranquilla e posso dedicarmi allo studio e al controllo degli allenamenti dei miei atleti...alle 12:30, anzi...qualche minuto prima sono fuori: direzione piscina.

Allenamento impegnativo anche qui
400risc
10x50 esercizi
fase centrale con 10x100in soglia+ 10x50 in soglia
richiamo di forza a seguire con pull&pale

e siamo pronti per il terzo round.
Mi asciugo velocemente, mi cambio e sono pronto per recarmi in palestra.
Pesi e ghisa per 40'-50', tenendo conto anche di un breve riscaldamento e defatiaamento.


Sport achirviato per oggi.
lavori duri e fruttiferi, il fisico accusa il colpo, siamo a fine settimana e con domenica-lunedi si chiuderà un altro ciclo di carico

giovedì, dicembre 13, 2012

running Hills training

brrrrrrrrr

temperature basse, gelate e freddo.
Anche qui a Giulianova è arrivato i ltanto temuto freddo.

Il risveglio mattutino alla solita ora, 6:30, mi lascia incantato nel vedere il giardino di casa bianco.
Ancora buio, ma già si intravede e si percepisce il freddo.
Casa calda ed u scire ad allenarsi non è semplice, occorre un periodo di adattamento.
Sembra neve ma non è. Brina e gelo. Il bianco del giardinon non è neva ma è ghiaccio.

Calma, caffè caldo e mi vesto.
Mi copro bene, non voglio prender freddo.
Esco di casa: strade ghiacchiate.
Macchine ricoperte di ghiaccio e i primi lavoratori in giro che cercano di sbrinare i vetri  e far scaldare i motori prima di partire.

It's time to go.
Parto da csa oggi.
Lavori di forza in salita, quindi quale percorso migliore di una partenza da casa in collina.

Un buon riscaldamento, insolita per me questa distanza: 6km, ma è necessario.
Sia il freddo e di conseguenza la tipologia di allenamento di oggi necessitano di essere ben caldi onde evitare infortuni.
Raggiungo il tratto in salita prescelto.
LAvoro di forza oggi, inzia il primo ciclo:
10x150m in salita, in circa 30" con recupero lento in discesa, circa 50"/1'.
Defaticamento finale e via in casa.

tot 12km circa

martedì, dicembre 11, 2012

riprendiamo ad allungare

Piano piano torno a correre e ricoprire maggiori distanze in allenamento.
Chiamarli veri e propri lunghi può suonare strano ora ma è così.

Sabato dopo tanto ho riallungato la distanza portando il kilometraggio a 16...senza forzare gestendo il passo e sfidando il meteo avverso nelle prime ore mattutine.

Domenica c'è stata una brusca variazione del tempo che mi ha impedito di pedalare in strada, ne ho approfittato per nuotare in piscina....non ricordo a quando risale l'ultima volta che sono entrato in vasca di domenica...strana sensazione ma pur sempre un buon allenamento.
per quanto riguarda la bici invece ho dovuto ripiegare indoor nel pomeriggio.
Dopo avver adobbato ben benino il giardino con luci e festoni per il Natale, mi sono sistemato nel freddo garage a mulianre al chiuso....nonstante le temperaure basse ho fatto una gran sudata.

lunedi di carico anche quello di ieri.
In prima mattinata un carosetta di 10km tranquilli.
A pranzo approfittando del bel tempo son uscito in bici per 60km con lavori di forza
A concludere la giornata l'allenamento serale in palestra....

Come inizio settimana non male.

Oggi solo swim:
3700m aerobici e fisico lasciato al recupero pronto per la giornata di domani

venerdì, dicembre 07, 2012

sotto con i lavori

Si avvicina il Natale e si comincia a respirazre un clima festivo.
Anche le temperature hanno raggiunto il loro reale valore, quello adattto e consono a questo periodo dell'anno.
E' dura da accettare; si fa fatica ad adattarsi al cambiamento. Troppo bello correre ed allenarsi ancora in pantaloncino corto. Niente guanti, ne cappello, scaldacollo solo in bici e niente copriscarpe.
Uscire dalla piscina con il giubbottino primaverile ancora aperto e non serrato fino al collo.
In palestra con pantaloncino, maglietta e sudate.

Ci si copre un pò di più. Iniziano i principi di raffreddori, colpi di tosse e fisico che sembra volersi indebolire.
La mattina è freddo ma si corre lo stesso.
E' nuvoloso, sembra voler piovere ma in bici si va, sperando di non prendere acqua.
In piscina...cambia poco se non che l'acqua è più calda del solito e si fatica a nuotare bene.

Ecco lo scenario che si vive in questo periodo, dura riadattarsi ma è così ogni anno.

Festoni, luci e musiche natalizie...dicembre passa così in attesa del nuovo anno e dei tanti buoni propositi.
In negozio TRIRUN-TREE...abbiamo allestito un alberell odi Natale con palle, luci e scarpe.

Ed intanto i lavori continuano, la costruzione della nuova stagione prosegue.

Qualità e incremento di quantità.

Mercoledi: mattina bici 70km agile
Giovedi: mattina corsa: interval training per un totale di 14km
               Pranzo Nuoto, lavoro aerobico. tot 3600
Venerdi: nuoto. lavori di forza con pull e palette. tot 3700m

martedì, dicembre 04, 2012

Unika - La Fiamma della Vita






Unika. La Fiamma della Vita, di E. J. Allibis, primo volume di una trilogia fantasy sugli Angeli per ragazzi, esce oggi per DeAgostini, la casa editrice di Graceling. Il libro è già stato venduto all’estero, in cinque paesi.
Dell’autore o dell’autrice non si sa nulla. La casa editrice, finora, non si è sbilanciata. Ma su Internet si è diffuso, comunque, un notevole interesse per questo lavoro, che va a inquadrarsi nel nuovo filone incentrato sugli Angeli, in modo, però, un po’ diverso. Si avvicina, infatti, quasi a un fantasy “classico”, più che a un urban fantasy a cui questo tipo di figura soprannaturale ci ha, recentemente, abituati.
La storia parte qui, nel nostro mondo, dove tre quindicenni vivono un’esistenza normale. Quando cominciano a capitare fatti inspiegabili e misteriosi e un professore di teologia spiega loro cosa sta succedendo, la loro vita cambierà per sempre; e questo perchè uno dei tre, anche se non ne è consapevole, è un Angelo. E un Angelo con un destino particoalre e importante.






A distanza di qualche anno ho iniziato la lettura di questo libro,
finalmente ho ritrovato il tempo e la calma per reimmergermi nella lettura finale prima di addormentarmi e soprattutto...mi sono deciso a comprare una nuova lampada da camera :)

lunedì, dicembre 03, 2012

Mental training

Rubo il termine ad una particola metodica di allenamento, l'allenamento mentale, importante soprattutto per gli sport di resistenza.

Nel mio caso non si tratta di un vero e proprio percorso di allenamento, bensì una semplice prova, seza e diretta.
Una prova che amo fare da qualche anno nel momento in cui inizia la reale preparazione verso un qualsiasi evento sulla lunga distanza e di lunga durata, per testare non tanto la condizione fisica quanto la condizione mentale.

Da qui poso capire se mentalmente sono già pronto a pianificare tutto, se ho la voglia di iniziare a far le cose seriamente e se l'obiettivo prefissato mi stimola.


Così ieri mattina alle 8 ero in strada.
Bici da crono sotto il culo e via.
Appuntamento prefissato con Ezio per fare qualche km assieme e poi via continuare da solo.
So bene che quando si esce con il capitano si pedala a buon ritmo e non si va a passeggio.
Perfetto per i miei intenti.
L'obiettivo della seduta è qualla di fare le prime due ore belle tirate in modo da svuotare le riserve energetiche e  faticare mentalmente, per poi finire il giro a ritmo di fondo lento-medio basso per attivare il metabolismo lipidico e capire se mentalmente sono pronto a tollerare varie ore di allenamento.

Così è andata.
4 ore circa di allenamento in totale, parte in compagnia del Capitano Ezio e di Tony, parte in solitaria.
130km circa, Test superato e voglia di iniziare seriamente.

Ora è arrivato il freddo ma non può intralciare il tutto, ci si copre e via verso nuovi allenamenti

sabato, dicembre 01, 2012

Ciclisti e triatleti...è tempo di TEST

Sono stati due giorni molto impegnativi e pieni quelli di ieri ed oggi.
Ci si avvia ad iniziare la preparazione del 2013 sportivo da parti di molti altleti, siano essi triatleti, podisti, ciclisti.
Ormai la mente inizia a vagare oltre.
Dopo aver fatto un bilancio della passata stagione; dopo aver analizato dove si è sbagliato, in cosa si è sbagliato, è tempo di pianificare il futuro e cercare di migliorare partendo dagli errori.

Ecco appunto, dopo un periodo di stacco completo dallo sport, variabile da 2 a 3 settimane, che ci si ritrova per affrontare un nuovo ciclo di preparazione.

Cosa fondamentale sono i TEST per capire il reale stao di forma dell'atleta, nella fase iniziale (verranno ripetuti anche più volte durante l'arco dell'anno).
Attraverso i TESTsi stabiliranno le andature e ritmi di allenamento, andremo a capire i punti su cui occorre lavorare e migliorare. Con essi si è in grado di comprendere che caratteristiche presente l'atleta esaminato e di conseguenza capire come impostare il personale allenamento.

Ieri ed oggi.
Ieri valutazione dei ciclisti.
Test MAP effettuato su ciclomulino, con l'obiettivo di valutare la soglia anaerobica in temrini di WATT e FC, capire la tipologia di ciclista che si ha di fronte e buttare giù le basi per la nuova stagione.

Oggi valutazione triatleti.
Due test: TEST di Mader per la bici, con lo scopo di valutare mediante il prelievo di acido lattico, in valori in termin di WATT e frequenza cardiaca quando la concentrazione di lattato nel sangue è a 3.8-4mmol. TEST conconi su tapis roulant per stabilire i range di allenamento sia in temrini di FC che in termin di Km/h (che per facilità di utilizzo verranno poi convertiti in min/km).


In tutto questo non sono mancati i miei allenamenti quotidiani.

Venerdi: mattina corsa. Lavoro di Vo2max con fase centrale 10x(1'Vo2max - 1' lento). tot 13km
Pranzo: nuoto con piccolo richiamo di soglia. tot 3700m
Sera: palestra, lavoro di forza resistente

Sabato: Rulli per circa 1h nella prima mattinata
In serata corsa di 12km rigenerante

venerdì, novembre 30, 2012

Novembre di numeri

30 Novembre.
Si chiude un mese...il primo della preparazione per la stagione di triathlon 2013.

Dopo la bella e lunga  pausa di tre settimane ad ottobre, in questa mesata ho riacceso i motori, sceso in pista e tornato a faticare.

Poca qualità, volume in crescendo e voglia che torna ai livelli abituali.

C'è da perdere qualche kiletto accumulato con  il periodo post-gare 2012.

Diamo un poco di numeri dunque per conteggiare e riassumere questo mese trascorso.

Nuoto: 50km
Bici: 700km
Corca 150km
A questi vanno aggiunte le sedute di palestra, 3 a settimana.

Insomma....come inizio non c'è male

mercoledì, novembre 28, 2012

Flipper Stage: seconda edizione

Venerdi-sabato-domenica.

3 giorni di raduno con la Flipper Triathlon.
Quest'anno ci siamo promessi di inserire nella stagione sportiva dei raduni di  tre giorni.
Allenamenti e non solo.
C'è stato modo di faticare, sudare, stare assieme a cena, dare consigli e favorire l'inserimento in gruppo delle nuove leve.

Si è iniziato venerdi sera:
Piscina di Grottammare.
Alle 20:30 eravamo in vasca, suddivisi in due gruppi. circa 15-16 persone.
Una seduta di allenamento non troppo impegnativa ma cmq sia allenante.
E' stata colta l'occasione per lavorare un poco sulla tecnica e apportare qualche consiglio per migliorare.

Sabato mattina:
Giornata fantastica per svolgere una seduta di allenamento in bici.
Il gruppo risulta essere più numeroso rispetto alla precedente edizione: siamo circa un 30ina di persone.
Considerando il periodo stagione, gli impegni extrasportivi e le gare podistiche che impegnano alcuni alteti possiamo ritenerci più che soddisfatti della partecipazione.
Giro collinare...circa 90km con un discreto dislivello.
Ritmo gestibile per tutti e gruppo sempre unito e compatto.

Domenica:
il pezzo forte.
Corsa in montagna di 15 km, 900mt dislivello con a seguire  pranzo presso il rifugio Paci.
Ottima anche qui la presenza e la partecipazione.
Baciati dal sole e dalle temperature ancora gradevoli abbiamo scalato la montagna in compagnia e ci siamo dilungati a tavola e post-tavola fino alle 18circa.

tre giorni pieni ed intensi all'insegna della Flipper.
Il movimento e le iniziative crescono sempre più.....

giovedì, novembre 22, 2012

Adriatic Coast Run Extreme




10 giorni praticamente forse già 9 quando avrò terminato e come tutte le volte ti accorgi che il tempo è volato e di qui a poco sarai "maledettamente" in gioco .
C'è tanto da fare, tanto da seguire per l'organizzazione di quella che sarà la mia 1° avventura solitaria.
Già un mare di emozioni mi hanno pervaso e tante altre mi stanno girando attorno attendendo il momento giusto per trapassarmi con la loro intensità.
L'emozione, la gioia di sentirsi ben voluti è fantastica , i miei  amici, i conoscenti , la popolazione Cervese e del web mi sta seguendo  facendomi sentire il calore umano.
Mi gusto questa bellissima sensazione mentre già corro lungo quella linea azzurra tracciata sulla locandina dell'evento .
Corro non sapendo cosa, come, dove; con quel senso di ignoto che tanto mi affascina e mi rapisce.
Non programmare, imparare strada facendo ha un fascino incredibile per la mia persona , mi  fa battere il cuore donandomi il  fiato corto col suo sapore dolce e stancante allo stesso tempo.
Due mesi ormai caratterizzati da spazi vuoti riempiti  per dare il massimo della visibilità ad Adriatic Coast Run Extreme, spesso intersecandoli , sovrapponendoli ....  come le donne, due tre cose allo stesso tempo :-)
L'ottenere visibilità ha una doppia valenza:
- dar risalto alla mia immagine di ultra-atleta (definizione usata in questo tipo di sport)  e sopratutto dare risalto all'importante raccolta fondi lanciata da Amref Italia Onlus "Stand Up for African Mothers"  cosa che mi fa un gran bene al cuore.
Per far sì che la visibilità aumentasse, in questi due mesi che mi accompagnano al 26 novembre,  ho scritto veramente a tutti , tutte le compagnie televisive del panorama italiano, regionale, locale,  a un mare di trasmissioni tv/radio, a grosse aziende inviando richieste di piccole partecipazioni .
Mai preteso niente, non penso di poterlo fare,  non mi sento nessuno per farlo.
Sono sempre rimasto nel mio piccolo proponendo un evento che con un minimo di lavoro potrebbe diventare qualcosa di interessante fornendo un piccolo ritorno pubblicitario anche grazie al lavoro che faccio io ( obiettivamente credo di fare un discreto lavoro).
Oggi, a fronte di tutto questo lavoro fatto , mi ritrovo con un piccolo senso di delusione dentro , non per non essere riuscito a far breccia ed entrare in certe trasmissioni piuttosto che in altre ma per la quasi assoluta mancanza di rispetto .
Non dico una risposta, anche se un " grazie non siamo interessati" è sempre gradito e apprezzato, molto più  del silenzio assoluto ma almeno la notifica di lettura.
Immagino le migliaia di richieste che ricevono le grosse aziende,   ma .......Santa Madonna , una volta aperta la mail .... che differenza fa cliccare sul si al posto che sul no?
Non sarebbe più rispettoso nei confronti di chi, comunque, propone qualcosa ?
Mail, Facebook, twitter ...aziende prese da più fronti  ma ...niente , silenzio assoluto.  BLEAH !!!
Fortuna che c'è sempre l'eccezione,   quei gran signori del Trio Medusa (loro rispondono... addirittura) così come i ragazzi di Radio Rai  sia 1 che 2 ;  l'amico Moko (conosciuto fuori da Radio Deejay a Riccione nel pieno di una sua divagazione ciclistica) mi ha dato spazio sulla Web Radio Cross radio ,  Ricky Mezzera mi ha riportato su radio Ironman, Radio Rai 1  "Zona Cesarini" mi ha fatto un intervista telefoni di 10 minuti , Veronica mi pubblicizza random l'evento nella propria emittente Veronica My Radio.
Tutti o quasi tutti gli speaker di Radio Deejay si sono prodigati per dare risalto al mio evento , tramite Retweet su Twitter, spazi nelle proprie pagina FB e nominando Adriatic e Pelo durante la loro diretta , non ultimi i ragazzi di Rumours  con la loro Skaya Tv  coi quali  in modo molto ironico ci siamo divertiti a registare interviste al confine del serio.
La presenza di Matteo Scarabotti, responsabile eventi di Amref Italia Onlus, alla serata di presentazione mi ha lusingato ed inorgoglito.
Oltre a loro tanti altri grazie e strette di mano sentite per tutti coloro che appaiono nella locandina ufficiale, per il comune di Cervia che finalmente mi supporta permettendomi di portare a spasso il nome della mia cittadina.
Poi c'è Terry  il mio accompagnatore ufficiale (grande esperienza al decaironman Italy) ,  colui che è amico e mamma allo stesso tempo e che nonostante lo mandi, ogni tanto, nel casino  continua imperterrito a seguirmi permettendo alla mia mente di concentrarsi solo sulla corsa, certa che a tutto il resto pensa a lui.
Non è poco ...... anzi  è proprio molto .
Il camper ufficiale , messo a disposizione dall'amico Matteo Semprini,  ospiterà i miei riposi, sarà la base ufficiale della tecnologia dalla quale partiranno gli aggiornamenti, considerazioni  e potrà ospitare anche chi volesse accompagnarmi e seguirmi da vicino facendo anche compagnia a Terry .

Il 26 novembre è lì, già lo vedo col suo sorriso, non vedo e non voglio vedere il meteo previsto , scoprirò anche quello strada facendo.
Quindi VIA !!!  sperando in assenza di precipitazioni , nell'accompagnamento della buona sorte e che il fisico, la mente non cedano prima di Santa Maria di Leuca.

Il rumore del mare, il vento nelle orecchie, lo scandire dei miei passi e il mio respiro ..... la voce di Terry , ahimè :-) ,  saranno la vera colonna sonora di quella che ironicamente amo chiamare "la mia transumanza verso il sud" , la nuova canzone di Lorenzo l'accompagnamento musicale.
Sempre diverso, dinamico positivo e profondo,  si sposa bene , o almeno io lo "sposo" bene con la mia filosofia .
"Tensione evolutiva"  uscita in questi giorni ...... mi piace, mi è piaciuta subito e posso equipararla, già dal titolo, al momento che sto vivendo.
Tensione ..... c'è  e come se c'è.
La sento aumentare ora dopo ora , giorno dopo giorno.
Gentilmente mi accompagna  dimostrandomi che la passione è viva ,  la voglia di misurarmi con me stesso non accenna ad attenuarsi , la curiosità di capire cosa succede portandomi un gradino oltre, esplorarmi , uscire da me stesso per osservarmi da fuori .....vivere la tensione in senso positivo, senza temere, ....lei non mi farà male.
La certezza che è già una vittoria solo per non aver accettato l'ipotesi di rimanere stabile  a casa.
Evolutiva,  l'evoluzione  di questi ultimi anni  è tangibile dentro di me  , la vedo, la sento.
Da fuori sempre uguale, il solito "buffone" che salta, ride, gioca, corre ma dentro profondamente diverso.
Sono cambiati gli approcci, la mentalità, il modo di respirare e vivere l'emozioni.
L'esigenza di viverle tutte non tralasciando neanche quelle più piccole.
Imparare a conoscersi , a convivere con le paure (quelle che ci salvano la pelle), saperle gestire, capire che non è poi così' difficile vincerle o se non vincerle imparare ad andarci d'accordo, dirigere il pensiero verso al lato più positivo, sentirsi,  respirarsi, captare le più piccole sensazioni.
Una mente modificata che non teme più l'affrontare la sfida ma ne trae godimento.
Saranno 10/12/14  non so quanti, sicuramente lunghi, duri, freddi ( in condizioni di stanchezza  estrema il freddo non si combatte neanche col piumino) nei quali il tempo a fatica scivolerà sulla pelle.
Ti farà sentire  in realtà quanto può esser lungo il passaggio di un minuto staccandoti dal solito ed inesorabile susseguirsi di Sabati e Domeniche.
Inesorabilmente il tempo passa , è la mia certezza , "domani arriva sempre" mi ripeto ogni volta che il pensiero tende a flettere le gambe.
Ho la grande fortuna di riuscirlo a riempire con le mie passioni , di questo ne vado fiero e ne sono infinitamente grato a Giuly e Paolo  che , per errore mi hanno concepito ( si ...non ero nei programmi.)... ma questo gliel'ho sempre perdonato visto l'amore che hanno riversato su di me.
Trasmettere emozioni , cercare sempre di far sorridere, regalare sorrisi e buon umore a chi entra in contatto con me ......un  evoluzione  ..... Andrea Pelo di Giorgio non più Pelo  .... un evoluzione anche nel nome.
Il sorriso, la tensione, solo un grande dispiacere, staccarmi da Rodolfo e Matilda (i bimbi inglesi) per così tanto tempo.
A loro non puoi spiegare la tua assenza , la vivono come un abbandono  sigh.
Mancheranno le loro buffe espressioni e il modo di dimostrarmi il bene che mi vogliono ma saranno belle le feste al mio ritorno.
Paola non ci sarà ....mannaggai al lavoro ,  ma  sarà comunque con me passo dopo passo, giorno dopo giorno .

Sarà un altro segno, un altro libro che inserirò nella mia scansia mentale e che, chissà, magari un giorno racconterò ad un mio futuro figlio o ad un nipote  perchè ,in fondo , come ho sentito dire ad Aldo Rock,  "nella vita ti sentirai qualcuno solo se hai qualcosa da raccontare e qualcuno che ti ascolta"

pioggia
vento
sangue nelle vene






 http://andreapelodigiorgio.blogspot.it/

martedì, novembre 20, 2012

Quarq

 
 

http://www.quarq.com/cinqo_fsa


mah...
ci sto pensando su da un poco di tempo....la scelta è ormai fatta, mancano alcuni dettagli ma quasi sicuramente questo strumento mi accompagnerà per il futuro durante i miei allenamenti in bici e durante le gare di triathlon


domenica, novembre 18, 2012

Lungo uggioso

Anche qui sembra voler arrivare l'inverno.
Sebbene le temperature ancora rimango relativamente alte il cilma sta lentamente variando.
Ieri un giornata uggios aci ha accompagnato e questa mattina al risveglio una leggera pioggerellina ha scombussolato i programmi sportivi del fine settimana.

Strade bagnate e pioggia: meglio non rishciar el'uscita in bici.
Appuntamento con Francone rimandato.
Dopo un breve summit telefonico (mi ha fatto strano sentire Franco al telefono alle 7:30 di mattina...solitamente porta sempre e comunque ritardo) si è deciso di strcene buoni buoni, non pulire le bici al rientro e perchè no...non rischiare di finire con il culo a terra.

Cambio di programma dunque, si anticipa la corsa programmata per il pomeriggio.
Pantaloncino corto e maglia a manica lunga.
Temperatura gradevole e sebbene piovesse l'idea di indossre ilk-way o l'antivento non mi andava giù.
Esco così....un poco di pioggia non  mi fara di certo male.

Corro solo, tranquillo e rilassato, senza forzare.
poco prima del consueto giro di boa incrocio alcuni amici podisti, anticipo il dietro-fronto e mi unisco a loro.
Il ritmo è di quelli calmo-andante ma mi sta bene.
Li accompagno fino al loro arrivo e proseguo in solitaria per concludere i miei 14km di lungo domenicale.

Bello fresco e bagnato torno in casa:
il primo lungo è stato fatto....sembra strano deto così: lungo di 14km!!! ma da qualche parte si deve pure sempre ricominciare

sabato, novembre 17, 2012

primo ciclo

Ci siamo.
Con domani saranno 3 le settimane di ripresa dell'allenamento per la stagione 2013.
Sono state 3 settimane di ripresa.
Volume non eccessivamente ampio, intensità moderata (per ogni disciplina una sola seduta con un piccolo accenno di qualità), durate variabile ma sempre e comunque breve.

Non ho fatto molto caso alla routine, a qualche allenamento saltato o mancato.
Non ho dato molto peso alla continuità metodica che sono solito attuare.
Una ripresa soft, graduale e progressiva, così potrei definire queste 3 settimane.

Nella corsa e nella bici ho svolto lavori aerobici, qualche accenno al fondo medio in bici e degli interval training nella corsa.
Km settimanali per queste due discipline molto bassi rispetto i soliti standard.

Discorso differente per il nuoto. Dopo una settimana iniziale di vasso volume, sono seguite due settimane in cui progressivamente mi sono portati a validi livelli in termini volumetrici.
Molti lavori di tecnica ed andature; lavori di forza con palette e qualche accenno alla soglia.
Ho cercato di curare il più possibile il gesto, la bracciata e lo scivolamento; ho dato poco peso a tempi e percorrenze....sono all'inizio e c'è  tempo per aumentare.

L'aggiunta della palestra, per 3 sedute settimanali, ha fatto si che alcuni allenamenti spefici venissero meno: tutto questo l'avevo messo in preventivo.
Tutto ciò non mi preoccupa più di tanto visto che ho deciso per il 2013 di concentrarmi bene sulla triplice senza farmi troppo distrarre dalle altre gare.
Di conseguenza non essere al solito livello nelle podistiche qui vicino non rappresenterà un problema, anzi propositamente le affronterò come allenaemnti di qualità e costruzione.

Da lunedi però si riprende con la solita meticolosità e costanza....mano mano si comincia a far sempre più sul serio

giovedì, novembre 15, 2012

metà settimana

Con ieri si è arrivati a circa metà settimana.

3 giorni di allenamenti costruttitivi e lavori molto produttivi, non solo dal punto di vista sportivo personale ma anche e soprattutto professionale.
altri atleti che si aggiungono alla scuderia da allenare e seguire, la voce che si spande progressivamente ed il passaparola portano qualche nuovo amante dello sport ad avventurarsi in allenamenti più mirati e ponderati.

Grazie al ruolo di tecnico che ricopro nella Flipper triathlon ho possibilità di avere maggior contatto con atleti e non per pianificare progetti e lavori futuri.

Già in questa settimana stiamo lavorando per l'organizzazione del prossimo stage di allenamenti Flipper che si terrò nei giorni 23-24-25 di novembre.
Altri lavori prendono forma e si spera possano avere una continuità futura.

Gli allenamenti personali continuano anche con la complicità dle meteo che mi sta permettendo di fare tutto ciò che c'è di programmato.

lunedi: corsa 12km in progressione + palestra
martedi: bici facile di 45km al mattino
              nuoto aerobico di 3700m all'ora di pranzo
mercoledi: bici 55km con lavori di agilità a fondo medio
                   palestra in serata

lunedì, novembre 12, 2012

Palestra

Può suonare strano alle orecchie dell'atleta di endurance, abituato a passare ore ed ore senza sosta ad allenarsi.
La ricerca costante del peso forma migliore, la paura di aumentare di qualche etto rispetto il proprio peso ideale....che poi è sempre mal valutato e stimato, visto che in pochi si sottopongono ad una visita plicometrica e/o bioimpedenziometrica.
La pusa quindi di aumentare peso, di perdere elasticità muscolare, a volte rende restio l'atleta di resistenza a recarsi in palestra e lavorare sul potenziamento muscolare.

Molti sono i vantaggi dell'allenamento in palestra:-
- Incremento della forzxa muscolare
- Rafforzamento di tendini ed articolazioni.
- Incremento della contrazione tonica muscolare.
- Miglioramento contrattile della muscolatura posturale, importante in qualsiasi  attività, fondamentale nell'attività sportiva.

Dopo qualche anno ho deciso di reintrodurre nel mio programma di allenamento il lavoro in palestra.
2 mesi e mezzo di pesi e macchine suddivisi in vari cicli finalizzati a stimolare e migliorare determinare capacità.
Il tutto svolto in modo tale da non andare a compromettere la principale attività sportiva.

Ho pianificato il tutto in 3 cicli:
1° ciclo: INTRODUTTIVO: durata di 2 settimane, 3 sedute di allenamento a settimana. Questo ciclo mira a prendere o riprendre confidenza con gli esercizi in sovraccarico, sia a pesi liberi che con l'ausilio delle macchine. Lavoro basato su alte ripetizioni (20 ripetizioni) e brevi tempi di recupero (1' tra le serie) al fine di creare una base per i successivi lavori.

2°ciclo: FORZA RESISTENTE: durata di 6 settimane, 3 sedute settimanali. L'obiettivo è quello di stimolare le fibre muscolari bianche veloci a migliorare l'alternzanza della contrazione msucolare, al fine di tollerare per un tempo maggiore a contrazione stessa. quindi serie da 12-15 ripetizioni, con carichi leggermente maggiori (75% del carico massimale), con recupero sempre stretto a 1'.

3°ciclo: FORZA: durata 2-4 settimane, 3 sedute settimanali. L'obiettivo è quello di incremntare la forza contrattile. Una volta migliorata la capacità del muscolo di contrarsi andiamo a migliorare la capacità di produrre un maggior lavoro da parte delle fibre stesse. Qui andremo a lavorare con carichi impegnativi (85-90%) del massimale con brevi ripetizioni (6-8). Qui irecuperi saranno più ampi per dare la possibilità ai muscoli di rigenerare la scorte di Creatinfosfato (CP).



venerdì, novembre 09, 2012

Triplo

Detto fatto.

Dopo l'allenamento faicle in recupero di ieri, oggi ho datto una bella spremuta al motore.

Uscita presto in corsa.
Alle 6:30 sono già sul lungomare di Giulianova.
Ancora un poco buio, il sole inizia però a ravvivare il mare e la spiaggia.
Occhiali con lenti trasparenti, fascia per riparare testa ed orecchie.
Parto per il mio allenamento di qualità. Interval Training in qeusta prima fase di preparazione.
15' di riscaldamentto
10x(1' a 3'30-35" - 2' a 4'10-4'15")
defaticamento
per un totale di 14km.

Primo allenamento di qualità in corsa da fine settembre, le gambe non girano bene inizialmente, poi via via sempre meglio fino a prendere fluidità e reggere bene i ritmi e la falcata.
A livello cardiaco la fatica si sente e la forma persa contribuisce a rendere più duro il tutto, ma va bene così sono all'inizio e dopo aver distrutto la forma precedente posso pensare a riscostruirla con molta gradualità.

Ore 12:40 in piscina,
lavoro misto Aerobico/soglia per un totale di 3500m.
Un poco appesantito di braccia e cmq non perfettamente recuperato dall'allenamento mattutino.

Il tempo di asciugarmi, vestirmi e rimettermi in macchina verso la palestra.
Seduta di pesi leggera, solito Circui Training introdutttivo.


Ale 15:15 sono fuori dai giochi, allenamenti finiti ed un panino per pranzo mi sistema lo stomaco.

Tre allenamenti intesi ed impegnativi, prima vera grande mazzate della preparazione, ora attendo e vedrò come reagirà il fisico a questo stimolo.

giovedì, novembre 08, 2012

Easy swim training

La ripresa degli allenamenti è soddisfacente e stimolante.
Dopo la prima settimana introduttiva a ritmi e volumi non troppo massacranti, ho cominciato  ad incrementare le sedute allenanti.

Oggi una seduta singola di allenamento, solo nuoto con lavori di forza per dare possibilità al motore di recuperare ed alle braccia di faticare ancora un poco e incrementare la capacità di reistenza sul lungo periodo.

Ritmi aerobici curando il gesto.
Braccia e spalle pesanti, come normale che sia in questo periodo di ripresa e soprattutto grazie anche all'introduzione della palestra che progressivamente iniza a farsi sentire.
lunedi-martedi-mercoledi sono tornate le doppie sedute di allenamento.

Oggi invece seduta singola.
Domani è prevista una triplice seduta, mentre nel weekend tempo permettendo mi dedicherò alla bike

mercoledì, novembre 07, 2012

Allenamento in palestra

Da lunedi ho iniziato il mio programma di potenziamento e riequilibrio muscolare in palestra.

Semplici sedute di 40-45' a completare quelle del programma introduttivo e di preparazione generale della nuova stagione sportiva.

Due mesi di attività in palestra per 3 volte a settimana.
Le prime due settimane saranno introduttive, finalizzate a riprendere confidenza con il gesto tecnico, con le macchine e pesi liberi.
Seguiranno 6 settimane di circuit training: esercizi da svolgere in successione per un numero di ripetute da 20 a 15, per un incremento delle serie del circuito settimanale.
Infine chiuderò il ciclo con 2 settimane finalizzate alla forza vera a propria con lavori mirati ed eseguiti a basse ripetizioni e carichi più consistenti.

Sarà un semplice contorno alla normale attività sportiva.
Quest'anno cercherò di meglio focalizzare l'attenzione verso la gara del 7 luglio, tiducendo le gare podistiche o comunque parteciparvi senza ricercare il ritmo e la prestazione assuluta. Saranno puri e semplici allenament da svolgere in gruppo.

Domenica scorsa ne è stato l'esempio.
Corsa D'Lù Becc a Colli del Tronto (AP). Corsa podistica di circa 8km; percorso impegantivo dal punto di vista muscolare, non propriamente veloce come gara.
Mi ero prefissato di partecipare come allenamento e così è stata.
un fondo lent in compagnia  di alcuni amici flipperini.
33' a qualche secondo a dimostrare perfettamente lo spirito con cui ho preso parte alla gara e l'intento non bellicoso della domenica, coronata con un bellissimo pranzo assieme ed un primo pomeriggio divertentissimo e spensierato....ancora animi e mente liberi dall'agonismo, ma sul procinto di rimettersi in gareggiata per il lungo inverno

sabato, novembre 03, 2012

Oggi nuoto, domani gara

Sabato semplice quello della prima settimana di allenamento.
Contrariamente a quanto sono abituato, questo sabato non ho nè pedalato nè corso.

Con tranquillità mi sono alzato, 30' di CORE-TRAINING sulla fit-ball, doccia, colazione e lavoro.

Alle 12:30 in piscina.
Seduta di allenamento non troppo impegnativa.
2500m tutti a ritmo aerobico, con lavori di tecnica e nuotate miste.

Antipasto per domani.
Prenderò parte ad una 10km a Colli del Tronto, gara organizzata dalla mia nuova società di podismo con la collaborazione della Flipper Triathlon.
Senza alcune velleità di risultato domani sarò li, per fare un bell'allenamento, far ritmo dopo tanti mesi, per poi pranzare e passare un pomeriggio con gli amici e compagni di squadra.

Ancora così fino a fine anno...poi anche la vena agonistica tornerà ai soliti livelli

giovedì, novembre 01, 2012

Il primo lungo

Della preparazione 2013!

Oggi non era previsto l'allenamento in bici.
Si pensava di andare in montagna: corsa+pranzo con i compagni della Flipper.
Poi negli ultimi giorni il meteo ha modificato le sue intenzione, temperature in calo, pioggia e temporali...troppo rischioso andare in montagna per correre; più che rischioso di rei poco divertente.
Così dopo  un consulto via e-mail con il Capitano, mi hanno comunicato la decisione saggia di rimanere tranquilli e beati nei nostri paaesini e con i nostri soliti allenamenti.

Tutto cambia quindi.
Confido nel meteo, mi dicevo ieri, ma la pioggia cadeva e non sembrava voler cessare.
E' stato così fino a mattino presto.

Poi più nulla.
Un cielo limpido ed un bel sole, temperature in rialzo: si esce a pedalare.
Appuntamente ora 8 al Caprice con un gruppetto di amici.
In preventivo un'uscita, andatura tranquilla.

Così è stato.
Percorso paesaggisticamente bello, da Giulianova fino a Teramo passando per la Specola (una salita lunga ma ben pedalabile), poi in picchiata verso il mare.
90km per riprendere, per togliere la ruggine e ritrovare la condizione, il cuore non è allenato ma c'è tempo e voglia per ritornare a buon livello

martedì, ottobre 30, 2012

Tornano i doppi

Tutto d'un tratto sembra essere davvero arrivato l'inverno.
C'è stato un brusco calo delle temperature.
Si tirano fuori le maglie a maniche lunghe, i pantaloncini corti da running ancore possono andare.
Vento, quindi occhiali da sole. Ho cambiato le lenti: trasparenti, visto l'orario di uscita e la luce che nelle prime fasi ancora non è molto vivace.

Sono le 6:30 e sono già in strada. Pronto per correre.
Oggi non c'è vento.
C'è molta calma. L'aria è frizzante ma la crema scaldamuscoli fa il suo dovero.
Sono solo.
Inizio la corsa tranquillamente, 10km facili con una progressione di 4 km nella fase centrale. Così tanto per far capire che tra poco si comincerà a far sul serio.

Sul serio invece si fa in piscina.
Dopo un mese di nuotate saltuarie, senza orologio, tempi e andature.
Alle 12:30 circa sono entrato in vasca con l'orologio al polso.
E' TORNATO!!!!
In molti l'avranno pensato, nessuno lo ha detto.
Anche qui lavoro facile aerobico e un volume che torna a buon livello: 3km non li percorrevo da metà settembre.

E' andata la  giornata. Il martedi allenaente che segna il ritorno al doppio allenamento.

lunedì, ottobre 29, 2012

ripresa 2013

Detto fatto.
Oggi 29 ottobre ho iniziato la preparazione per la nuova stagione agonistica.

Dopo 3 settimane di pausa, caratterizzata da tanto riposo e da pochi allenamenti trqnauilli sia in quantità che intensità, si riprende gradualmente l'attività sportiva strutturata.

4 settimane del primo ciclo di preparazione generale.
Poca qualità, una bella rimessa in moto della macchina e poi si comincerà a lavorarre con maggior interesse verso la qualità nelle tre discipline.

Domenica prossima correre una gara podistica senza velleità agonistiche ma sol per stare in gruppo e passare un'altra bella domenica in compagnia degli amici flipperini e per sigillare il ritorno alle origini podistiche. Infatti da qualche giorno sono passato all'AVIS Ascoli Marathon per quanto riguarda il podismo e correrò per loro nel futuro.

Ripresa dunque oggi, anche se il tempo volge al peggio.
Approfittando del cambio dell'ora e del sole che sorge un poco prima, sono uscito in bici alla buonora.

Ore 7 ero in strada a pedalare.
Riprendo con lavori di agilità. un totale di 40km per toglieree la ruggine, sia dalla bici che dalle gambe.

giovedì, ottobre 25, 2012

Flipper Day 2012

Più che un giorno direi un lungo weekend.
Altri modi per definirlo non ci sono, altre parole per titolare i 3 giorni passati assieme agli amici della Flipper Triathlon lo scorso weekend.

Quest'anno in occasione della classica festa di fine stagione si è pensato di fare uno stage sportivo, aperto a tutti i tesserati Flippere ed amici, per ricorrere il classico raduno finale.

Si è cominciato il venerdi sera.
Ritrovo ore 19:15 in piscina per una seduta di nuoto mista tra tecnica e allenamento aerobico.
C'è stata la possibilità di valutare la tecnica nel nuoto, dare consigli ed eventuali accorgimenti. A fine serata non è mancato il momento di vero svago advanti una pizza ed una birra, ormai classico in questi raduni sportivi.

Sabato mattina appuntamento ore 9 a Castel di Lama per l'alllenamento in bici.
Un giro tranquillo, senza troppo forzare, per fare gruppo e approfittare delle giornate che qui sembrano ancora primaverili.
65km per i colli Ascolani. Un gruppo ben nutrito di circa 30-35 atleti.
Ancora un'occasione per passare attimi assieme e condividere colpi di pedale, prima di rituffarsi nella rpeparazione agonistica per il 2013.

Domenica mattina: FLIPPER DAY.
Come ogni anno ci siao ritrovati a Grottammare per la classica corsetta in gruppo cui farà seguito la grande festa di chiusura anno.
Corsetta di 10km e bagno in mare a seguire

A caratterizzare l'evento quest'anno è stata la gara di duathlon dei bambini.
Finalmente si è riusciti a coinvolgere i più piccini, si sono presentati 17 giovani atleti,a prednere parte ad un evento sportivo di questo tipo.

Troppo bello  vederli correre, pedalare e correre nuovamente.
Vedere le facce sorridenti e spensierate.
Un tocco di novità nella giornata flipperina che spero possa avere seguito e sia solamente l'inizio di un cammino sportivo per molti di loro.

A completare la 3 giorni assieme...
il pranzo sociale al mare, con le premiazioni di piccoli e grandi.
Il tutto concluso alle 19:30 circa.

Ancora qualche attimo di tranquillitò prima di rituffarci in ritmi, tempi ed andature....
il 2013 è li dietro la porta

martedì, ottobre 16, 2012

OFF-SEASON

Credo sia il periodo più difficile da affrontare per me.
Staccare la spina, rigenerarsi fisicamente e mentalmente.

Con OFF-SEASON si intende quel periodo della stagione immediatamente successivo il periodo agonistico.
Fase fondamentale per un'atleta, è qui che si perde la forma raggiunta nella passata stagione e si rigenera il fisico in vista del futuro.
Periodo fonndamentale per capire ciò che è stato fatto e ciò che si vorrà fare nel futuro.
In questa fase viene analizzata l'intera stagione, vengono ripercorse le diverse tappe stagionali, rianalizzate le gare, i risultati e le condotte di queste.
E' il periodo in cui si possono fare i bilanci, capire gli errori commessi e come migliorare nel futuro.
Ci si rigenera mentalmente, oltre che fisicamente, prima di rituffarsi in allenamenti strutturati.

Questo fase fa parte della periodizzazione.
Duro da accettare da far comprendere.
Riposare...parola tabù per l'atlata amatore che pensa sempre che fermarsi per un periodo significhi rovinare tutto ciò che di buono è stato fatto fino ad ora.

DISTRUGGERE PER RICOSTRUIRE: possiamo interdela così. Perdere la forma raggiunta ed acquisita precedentemente per poter poi costruirne una nuova.


Così anche per me....
dopo la maratona di Verona e la lunga stagione di allenamenti e gare, questo periodo di recupero è arrivato anche per me.
La scorsa settimana nulla o quasi: solo 2 nuotata tecniche.
Da oggi reintroducot qualche allenamento breve in bici e corsa....e da fine ottobre partirà la nuova stagione 2013

martedì, ottobre 09, 2012

VeronaMarathon 2012: la gara

Come anticipiato nei precedenti post, quest'anno la maratona non era obiettivo della stagione.
Tanti allenamenti, tanti km e si arriva a fine settembre appagato dalla stagione di triathlon e con poca voglia di faticare in settimana e durante la gara.

Però Verona è nostra.
TRIRUN, il mio negozio, ha organizzato un pulmann di 26 persone che si recherà a Verona per correre la maratona...quindi dovrò esserci e correrò.

In questa nuova avventura organizzativa ho coinvolto anche la mia famiglia, mia madre da spettatrice e mio padre in veste di atleta...59 anni esordio in maratona.


La domenica mattina quindi per me ha un sapore diverso alla partenza.
Non hoh obiettivi di tempo se non fare il ritmo ad Emiliano fino al 30° circa e poi mollare la corda e non rischiare.....però nei giorni che precedono la gara la strategia varia e subirà modifiche, quindi sono ancora più rilassato e tranquillo....oggi sarà lunga.

Partiamo li, in prima griglia.
Partenza ottima forziamo il ritmo da subito. Sento le gambe che girano da sole, vicino a me avverto la pesantezza del respiro di altri atleti, io sto bene, il ritmo è alto...
anche Emiliano accusa e fatica.
Passiamo la mezza in 1h23': ottimo.
Al 22°km il calo.
Emiliano avverte la stanchezza, io sto benissimo e otrei forzare ancora.

Non è la mia gara....Emiliano cala drasticamente di ritmo...corriamo sempre più piano.
Devo prendere una decisione, mantengo intatto il programma o porto Emiliano al traguardo?????

Continuo, penso e ripenso...la paura e l'ansia inizia ad essere tanta.

Al 33°km parlo:
"Emi, posso lasciati? Arrivi al traguardo, ce la fai?"
mi assicura che taglierà il traguardo...allora rallento, inversione di marcia e si fa quello che era da programma.

Torno indietro, passo al 32°km e vedo mia madre.
Mi fermo e le dico: "vado a fare quello per cui sono venuto, stai tranquilla che arriviamo al traguardo"

Corro controcorrente e tutti mi prendono per pazzo...corro lentamente fino al 26° dove decido di attendere mio padre...
dopo qualche minuto arriva...
lo affianco e lo vedo sorridente e tranquillo.
Però ora iniza la maratona.
Lo affianco e tengo il suo passo tranquillo.
Gli dico di fermarsi agli ultimi ristori e bere e ripartire.
Così facciamo...
A suo passo, non è agonista, arriviamo in piazza Brà.
L'arena è li.
Vedo i suoi occhi luccicanti.
Curva secca a destra e si entra nell'arena.

D'imporivviso m prende la mano e insieme alziamo le braccia!!!!!






Gioia infinita:
4h57' di real-time perlui.

Prende la medaglia e si dirige verso mamma....
un lungo abraccio e in lui tanta la voglia di raccontare.

Sta benissimo, nessun dolore..stanco si ma lucido.

Prima maratona per lui.....
GRANDISSIMO FERNANDO

lunedì, ottobre 08, 2012

VeronaMarathon 2012

4h59'02"

L'arrivo più bello che si possa desiderare.......

in serata il racconto 

giovedì, ottobre 04, 2012

Lento rigenerante

Due giorni di allenamenti facili e rigeneranti.

Ieri avrei dovuto fare un ultimo richiamino di qualità ma la voglia di faticare e soffrire non c'era proprio, così ho ben deciso di fare una sgambata tranquilla.
Ho assecondato il fisico  e la testa, me la sono goduta.
Qui a Giulianova ancora un cielo limpido ed un sole che scalda bene.
Il lungomare è sempre meno affollato e l'aria è leggermente firzzante la mattina presto, ma dalle 9 in poi si sta davvero bene.
Stessa cosa questa mattina: 12km con una leggera progressione nel finale.
Una bella sudata, vista la temperatura che ancora si mantiene alta e ci fa sentire ancora in clima estivo.

A lavorpoi...in pantaloncino corto come non ho potuto fare mai....troppi vincoli e troppe costrizioni nel passato.

Sole, mare, amici ed un lavoro che mi piace davvero...anzi due lavori....


Domenica a Verona sarà la chiusura di un bel 2012 agonistico...tagliare il traguardo con il sorriso e proiettarsi verso il futuro



martedì, ottobre 02, 2012

Nuotando nell'aria

In realtà è il titolo di una canzone dei Marlene Kuntz.
Però oggi voglio rubarla e farla mia.

Inutile negarlo, è puù forte di me e non posso farci nulla:
SONO UN TRIATLETA!!!!!

Psso provare a pianificare le gare di podismo; fissare una maratona e prepararla al meglio.
Posso  provarci ma non in assoluto, non ci riesco.

Non riesco ad allontanarmi dalla piscina;
non riesco a a vedere la bici ferma nel garage,
non riesco a non fantasticare sul futuro, ad immaginarmi una zona cambio, a visionare la gara;

Ci provo, ma non riesco.

Il triathlon è una droga, una malattia....nulla di nocivo a livello salutare anzi è benefico, ma con un'unico effetto collaterale: provoca dipendenza.

Così anche ora, sono in relativo riposo dalla stagione agonistica, ma non mi allontano.
Per prepara la maaratona o meglio (visto che ci sarà domenica prossima) dovrei recuperare, raccogliere le energie per correre al meglio la gara.
Non ci riseco ;)

Così anche oggi sono andato in piscina.
Niente di che....niente andature, niente cronometro, niente soglia, forza o chissà che.
2000 tra esercizi di tecnica e nuotate miste.

Giovedi riuscirò in bici per un giretto tranquillo, lascerò il contachiloketri a casa e mi godrò la tranquillità ancora per un poco....
fino all'inizio di novembre quando si tornerà a fare sul serio...
come dice qualcuno  luglio è domani ;)

lunedì, ottobre 01, 2012

Lento di recupero

Dopo la bella mazzata allenante di ieri, il recupero è fondamentale.

Niente corsa albeggiante oggi, sistemo alcune cose di lavoro al pc nella prima mattina,
preparo lo zaino con il materiale per correre ed alle 9 come ogni mattina esco di casa per andare in negozio.

Mattina solita passata tra varie operazioni di inzio settimana.
Ore 12:30 si abbassa la serranda,
sono pronto in pantaloncini, maglieta e cappellino...oggi è veramente caldo, ancora caldo ;)

Parto tranquillo e sento che le gambe rispondono bene. Parzialmente ho già recuperato l'allenamento di ieri.
Provo qualche breve cambio di ritmo per rompere la monotonia e variare l'allenamento.
Tutto nella norma e sotto controllo: totale 12km.

domenica, settembre 30, 2012

lungo di rifinitura

Anche questo è fatto.
Ora siamo davvero al termine della preparazione per la stagione agonistica 2012.

Ultimo lunghetto di corsa, distanza non estremamente imprgnativa ma affrontata in maniera "arrogante", come direbbe l'amico Marco.

Ritrovo ore 7:!5 davanti casa di Emi; qualcosa però questa volta cambia.
La partenza la imposto io...subito a buon ritmo...domenica sarà così, quindi poche chiacchiere a tanti fatti.
Il primo km come al solito non può venire fuori veloce: 2 semafori, attraversamento dlle strada statale....insomma non siamo lanciati, vabbè tutte scuse varie.
Stacchiamo un bel 4'06"7km, Emiliano non ci crede e vorrebbe da subito rallentare.
Io mi metto a regime e dopo 3 km decido di auentare e calare sotto i 4"/km.
Velocità da crociera e costanza nel ritmo fino ale 16°km quando Emi ha un calo.
Non mollo inizialmente l'andatura ma poi vedo che gambe e fiato non ci sono a qual ritmo, quindi mollo la presa e lo faccio recuperare...ultimi 2km in tranquillità che fanno slaire un poco la media.

Nel compelsso ottimo allenamento.
Le gambe rispondono bene, il fisico ha recuperato e sembra aver ripreso i ritmi fiusti.
Nonstante gli sgarri alimentari e alcolici della settimana mi sento bene.

Per quanto riguarda in numeri:
20km in 1h20' 18".

Ci siamo...questa settimana per Emiliano sarà di recupero, fondamentale....
per quanto mi riguarda...che devo recuperare?
sono due settimane che ho mollato la presa e il fisico ne trova beneficio, quindi niente azzardi e niente stranezze.

Chiudiamo la stagone agonistica 2012 con la maratona di Verona senza obiettivi e pretese, semplicemente mettere la 7° medaglia sulla distanza al collo...


qualsiasi tempo sarà quando passerò la finish line

sabato, settembre 29, 2012

un giorno tranquillo

una serata passata come circa un anno fa.
Io ed Emiliano, come quando l'idea di lavorare assieme era solo un sogno, un pensiero.
Tante serate per rivederci a parlare.
Io tornavo da Roma e quale occasione migliore per mangiarsi una pizza e bresi una birra?

Ieri sera avevamo appuntamento con Gianluca, un amico ex-triatleta, l'idea era di farsi una serata assieme, parlare dello sporto visto da lui, da come lui lo viveva una decina di anni fa.
Condividere una serata con un amico che da quando abbiamo aperto il negozio ha ripreso a correre e divertirsi, che ha riassaporato il sapore del triathlon dai nostri racconti, che passa costantemente ogni giorno in negozio per un semplice saluto.

Così doveva essere ma boh....
ieri non c'è stato verso di rintracciarlo :(
Così abbandonata l'idea di uscita a tre, non ci siamo fatti scappare l'occasione di ripete il passato...
una cena a base di angus e fagioli messicani, il tutto innaffiato da una bionda birra, nel locale di un amico a San Benedetto del Tronto.

Di rientro poi tappa obbligata al Cult Cafè per partecipare ad una sorta di Oktober Fest che si terrà anche oggi....
anche li un'altra bionda fresca e sì fatta serata.

Tanto oggi si riposa, dall'allenamento ma non dal lavoro.
Niente corsa in mattinata.
Sveglia traquilla come non accadeva da molto, da tanto, forse da troppo.

A pranzo però decido di rilassarmi con qualche bracciata in piscina; niente di impegnativo e stressante, solo nuotate lunghe con qualche esercizietto a rompere la monotonia.


Mente libera e fisico in recupero, domani corro 20km  circa per mantenere gambe e cuore in vista di domenica....

Con questa settimana, dove gli allenaementi sono stati davvero pochi rispetto i soliti canoni, riesco ad apprezzare il relax e capisco il bisogno che avevo di staccare e rigenerarmi....
suvvià un ultimo scoglio prima di 3 settimane in piena libertà

venerdì, settembre 28, 2012

Verona Marathon??????

Che si fà?
Boh.....
staremo a vedere.
Come si dice: chi vivrà vedrà.

Situazione attuale non molto lucida ma complessa.
Domenica 7 ottobre ci sarà la martona di Verona. Come negozio siamo punto ufficiale di iscrzione; abbiamo organizzato un pullman con 26 persone tra atleti ed accompagnatori.
Naturalmente anche io sono iscritto.
Già dopo la gara di Zurigo a luglio ero titubante sul da farsi:
partecipo, non partecipo...boh.

Mi sono preso del tempo. Nel frattempo ho buttato giù qualche lungo e vari allenametni di qualità, il tutto finalizzato però alla gara di domenica scorsa dove ho dato veramente tutto.

Una settiama altalentante quindi.
Il desiderio di mollare mentalmente e allenarsi senza troppo impegno.
Anticipare di qualche giorno il periodo di off-season prima di ripartire con la nuova preparazione.

Capita di cambiare idea nei vari momenti della giornata. A tratti mi convinco di essere ai nastri di partenza, altre vole invece mi convinco di alzarmi domenica 7, fare una grande colazione e girare per Verona, vedere gli atleti e fare tante foto...

Andare andrò sicuramente, anche perchè mio padre, all'età di 59 anni farà il suo esordio in maratona: obbligo essere li al traguardo ad aspettarlo ;)


Le sensazioni in corsa, di questi due allenamenti fatti in settimana, sono buone.

Mercoledi mattina 14km fatti a buon ritmo, dop 1km tranquillo subito a regime con andature comprese tra 3'55"-4'/ per 12km, per poi finire con un altro km facile.

questa mattina invece lavoretto di qualità al  medio:
4km risc
6km a 3'45"-50"/km
3km defa


che dire....le gambe sembrano girare...l'allenamento c'è...
però anche la fatica accumulata a livello fisico e mentale fin da novembre si fa sentire.

Ancora qualche giorno di tempo e....

martedì, settembre 25, 2012

VaranoLake 70.3: la gara

5:45 suona la sveglia.
Siamo in tre in camera: Io, Emiliano e Vincenzo.
Ci vestiamo velocemente e scendiamo nella sala colazioni.
Iniziano ad arrivare i compagni di squadra ed altri atleti. Strano vedere delle facce distese...mi tornano in mente volti di 2 mesi fa a Zurigo, quando la tensione era altissima, i visi tirati e preoccupati. Tutto sembrava diverso, forse il fine stagione, forse la stanchezza accumulata da novembre....boh.

Decidiamo di recarci in zona cambio con le bici e lasciare la macchina in albergo.
Siamo circa 5km di distanza quindi non è poribitivo spostarsi in bici.
Arriviamo in zona cambio e siamo tra i primi.

Saluto velocemente i due amici ed entro in trance pre-gara.
Raggiungo la mia postazione numero sette.
Rivedo i solit volti amici: Marco infante, Luca De Paolis, Andrea D'Aquino (vincerà a mani basse), Michele Insalata, Marco Marini...il Capitano che ha il numero 2.

Sistemo la mia psotazione, noto Master e Janco...li vado a salutare e vicino c'è anche StefanoStrong...è stato un piacere vedersi ;)


Indosso la muta e via in acuqa per fare due bracciate...
foto di rito con la squadra prima della partenza



Siamo pronti.
Spunta e ci posizioniamo per la partenza.
Parto davanti....dentro di me mi dico....le gare di settembre sono sempre andate bene....oggi ci provo!
Booooom !!!!!
Si parte.

Da subito D'aquino prende il largo; dietro in 9-10 sgraniamo il gruppo e ci mettiamo a regime...a tratti tiro il gruppo, a tratti prendo fiato.
Siamo li.
Esco in 20'20", distanza che alla fine risulta essere circa 1500m
Mi dirigo in zona cambio; tranquillo tolgo muto, infilo casco, occhialini, numero e sono pronto per partire.

In bici...subito un bel rettilineo che mi prota a spingere, sono 13° mi hanno detto...inizio la rimonta e vedo a tiro alcuni atleti di livello superiore...provo atenere a 30-40m  fino al 30° km circa, poi capisco che quel ritmo mi portaerà a non finire la frazione bici...mi metto sulle mie e pago la permanenza nell'8° posizione...
tutta la frazione in bici fino all'80° km da solo, senza riferimenti...non è semplice. Il percorso di certo non mi aiuta: molto nervoso, continui saliscendi...mi dico forza Alessio non esagerare.
Negli ultimi 10km di rettilineo vengo superadato da Sansone....lo tengo a tiro..mi sfilo 20m ed entriamo in zona cambio assieme (mannaggia a me).

T2 veloce....e parto bello pimpante.
Qualcosa nella testa mi dici: PROVACI.
Si ok...ma non puoi provarci con lui, azzzz...corre come un treno...
parto forte, troppo...provo a tenre il suo passo.
Nel primo giro lo vedo li a 20-30m....corro bene, passo frequente ma la velocità è sostenuta..4'/km a volte anche sotto...
le gambe iniziano a cedere (beh...c'ho provato)...devo fermarmi a ristorare il fisico, litri e litri di acqua per abbassare la temperatura corporea. Sono costretto a varie soste ma non mollo...
All'ultimo giro di boa un cedimento forte...una sosta lunga...
sento che la parete addominale cede...è come se i muscoli si staccassero dalle costole.

No Ale..non puoi mollare, mancano 3km circa...cammino velocemente...mi fermo, riparto e stringo i denti....vedo la fine...accellero, l'adrenalina sale e la voglia di finire anche!!!!!
ci siamo...
è finish line

4h33'

8° assoluto e primo di categoria...

Anche questa è andata, sento la fatica addosso ma nel breve torna la lucidità.
Emozionato come non mai vengo intervistato prima da Daddo (speaker d'eccezzione) e poi da una tv locale....beh 2 interviste in 10' credo che capitano solo in serie A.
ahahahah

beh.....
la giornata non è ancora finita.
Doccia in albergo e via alle premiazioni.
Salire sul palco fa sempre piacere....quando oltre a te...altri 5 membri della tua squadra gustano il podio la gioia è ancora più grande.

Sono le 18...ci rimettiamo in strada...alle 21 ci aspetta una bella pizza bagnata da tanta tanta birra


lunedì, settembre 24, 2012

VaranoLake 70.3 - il pregara

sabato mattina ore 7:30.
Squilla il cellulare: è Emiliano, sotto casa, è venuto a prendere me e Vincezo, si parte per Foce di Varano.
Appuntamento in autogrill con il gruppo Flipper.
Un viaggio tranquillo, scorrevole e senza alcun intoppo.
Con la dovuta calma e attesa per qualche ritardino alle 12 siamo in albergo.
Una struttra fantastica.
Litorale, sole....relax.
Optiamo per rinviare il ritiro pettorali nel tardo pomeriggio.
Ben pensiamo di sdraiarci in piscina a bordo vasca. Un sole limpido ci tiene compagnia.
Io ed il capitano Ezio optiamo per fare qualche bracciata in mare prima di pranzo.

Mare  calmo, calma assoluta e nessuno in riva, tantomeno in acqua.
20' soft, per sgranchirci dal viaggio.

Pranzo a bordo piscina in gruppo, relax e ritocco alla tintarella estiva.

Alle 17 ci dirigiamo al campo gara.
Ritiriamo i pacchi gara, incontro qualche amico triatleta, ne vedo altri impegnati nella gara su distanza sprint del sabato pomeriggio.


Di breve durata la permanenza al quartier generale.
Subito facciamo rientro in albergo per prendere le donzelle e dirigerci verso Peschici per fare una passeggiata rilassante nel paesino.

Prima volta per me da quelle parti.
Noto un'atmosfera calma, tranquilla...reduce da una grande estate ricca di feste e turismo.

Passeggiamo per i vicoletti, tante le foto di gruppo che ritraggono allo stesso tempo scorci paesaggistici emozionanti per bellezza.
Tutto però dura poco, siamo qui per gareggiare e dobbiamo tornare in albergo: la cena ci aspetta.

Classica cena pre-gara:riso e petto di pollo, verdure, caffè.

In pochi ne approfittiamo del lungomare per fare una passeggiata prima di rintarnarci nelle stanze.

In camera l'atmosfera ancora è tranquilla e distesa.
Sistemiamo il materiale per il giorno dopo, prepariamo le bici, zaini e tutto l'occorrente....
tutto è stato fattom tutto è pronto, possiamo coricarci....tra poco saranno le 6 e toccherà alzarci per fare colazione

mercoledì, settembre 19, 2012

rifinitura pre-varano

Lunedi recupero dopo la bella mazzata allenante di domenica.
Ieri un doppio lavoro di qualità.
Al mattino presto in bici, pochikm, ma molto intensi. in 40km di distanza ho inserito 2x25' tra il fv e la soglia, il tutto ad alte rpm (95-100).
Grambe che giravano bene e contakilometri che schizzava su. Cuore elastico e reattivo.

A pranzo in piscina.
Lavoro intervallato di soglia/aerobico.
Fase centrale una scaletta a scendere: 400-300-200-100, dove i 400,200 e 100 fatti in soglia, mentre i 300 intervallati 50 soglia-50 aerobico. per finire 500 pull cercando di curare lo sviolamento.

Questa mattina l'ultimo lavoretto, quello di corsa.
dopo un bel riscaldamento 10x(300 a 3'30" - rec 200 a 4'10")
gambe imballate nelle fasi iniziali poi via via sempre meglio.

Nel frattempo è variata nuovamente la location che ci ospetierà sabato sera in terra pugliese.
Alloggeremo a circa 4km dalla gara, no problem, non male ;)

si opterà per partire sabato mattina alle 8, in modo da essere li per metà mattina, rilassarci, goderci un poco il mare e ritirare i pacchi gara con tutta calma nel tardo pomeriggio.
Per una volte cercheremo di unire il piacere al dovere ;)

lunedì, settembre 17, 2012

Combinato Pre-Varano

Con l'allenamento di ieri posso mconsiderare chiusa la preparazione in vista del Triathlon 70.3 di Varano che si terrà domenica prossima.

Ultima settimana di allenamenti duri e lunghi per quanto riguarda la stagione di triathlon, poi mi prenderò una valida pausa per poi ripartire con la preparazione verso il 2013.
Sì..occorre tante testa, volontà e spirito di sacrificio per cercare di fare meglio, di migliorasi e raggiungere altri obiettivi.

Ieri mattina in compagnia del capitano Ezio ho svolto l'ultimo lavoro combinato: corsa+bici.
Partenza comoda alla 8.
La distanza da percorrere non era molta, quindi inutile anticipare troppo e prendere freddo, soprattutto in vista degli ultimi cambi atmosferici.

Ore 8 pronti sotto casa sua a Pagliare del Tronto.
Partiamo in due, successivamente prenderemo per strada qualche altro componente Flipper.
Come detto: pochi km ma ad alta intensità!!!!
Partiamo subito forte.
Pianura e serie di rotonde mentre incociamo gli altri compagni di squadra.
Testa bassae e pedalare, media orarie elevate...qualche su è giù in falsopiano in rigorosa posizione crono, tutti a distanza di 10 l'uno dall'altro....
attacchiamo la prima salita con una media oraria di 37.5km/h.
Saliamo controllati, senza strappare e forzare troppo.
Qualche saliscende afforntato a buon ritmo.
Discesa con cautela senza nulla rischiare e chiudiamo i nostri 75km con una media finale di 36km/h.

Sistemiamo le bici, cambio di scare e si parte per la corsa.
Siamo solamente io ed Ezio.corsa lungo la cilabile semideserta, posti riparati dal traffico e smog, in solitudine.
Anche qui, in questa frazione partiamo subito con un buon ritmo.
Corro sciolto, passi brevi e frequenti.
Le gambe girano...speriamo regga così anche fino a domenica.
15km alla media di 4'04"/km.

Buone sensazioni ed ora una settimana di tempo per smaltire le fatiche e raccogliere tutte le energie...
Che testa e fisico mi assitano

sabato, settembre 15, 2012

NEWTON day

Sabato 15 settembre 2012.
Presentazione ufficiale della collezione NEWTON running all'interno del negozio TRIRUN di Giulianova.

Ho creduto da subito in questa tipologia di scarpa.
La loro idea innovativa di richiamare e di ricercare la corsa naturale.
Sono stato abbagliato da queste scarpe edendole ai piedi dei più forti Ironman che corrono nella gara delle Hawaii.
Ho ammirato la bellezza estetica.
Ho studiato la loro tecnologia.
Ho provato direttemente il prodotto.

Mi sono lascaito convincere.
Scarpa leggera e confortevole, reattiva e perfromante.
Scarpa che ti porta a correre in spinta, ad effettuare il vero gesto atletico della corsa.

L'idea di proporla nel nostro negozio era nell'aria.
A fine agosto la scetla definitiva, in pochi giorni la consulenza con l'agente di zona.
Di qui l'idea di realizzare una giornata intera dedicata alla prova di qeusta calzatura.

Così è nato il NEWTON day.
Giorno in cui il cliente ha avuto la possibilità di provare, calzare e correre con questa nuova scarpa.

In tutta la giornata di oggi abbiamo messo a disposizione del cliente l'intera collezione.
Tutti hanno avuto la possibilità di provarle direttamente ai loro piedi, di correrci per qualche minuto in strada e di rendersi conto del prodotto e poderare la loro scelta.

Esito positivo.
Molti partecipanti all'evento.
Molti interessati e curiosi di provare il prodotto.
Molti si sono lasciati convincere e hanno ceduto all'acquisto, altri ci penseranno, altri ancora rimarranno con la loro solita e affezionata calzatura.

Per noi una giornata di sport condivisa con chi amala corsa come noi.

Grazie a tutti coloro che hanno preso parte alla giornata.
Grazie davvero di cuore da TRIRUN


mercoledì, settembre 12, 2012

lungo bike

Continuo a metter su km, cerco di recuperare quelli persi nelle scorse settimane.
Insomma non sto fermoa  guardare.

Domani è prevista un perturbazione passeggera, dicono che pioverà solo nella mattinata, dopo di che tornerà nuovamente il sole ed il bel tempo, con temperature leggermente ridotte.

Ieri sera temevo che le previsioni potessero sbagliare e che la pioggi fosse arrivata questa mattina.
Fortunatemante così non è stato.

Mercoledi giorno di chiusura del negozio.
Così decido di non uscire prestissimo in bici, di starmene un poco tranquillo. In fin dei conti devo fare 90km e non starò fuori 4-5h come qualche mese fa.

Qui alle 8 decido di partire.
Decido di far eun bel giro. 2-3 salite da fare a ritmo medio con finale in soglia; spingere in posizione crono nei tratti in èianura sui faslcopiani.

Esco di casa, direzione Pineto, per poi affrontare la prima salita: Mutignano.
Leggera fasi di recupero in discesa ed attacco la seconda salita che mi porterà verso Atri.
Arrivo al paese e di nuovo in discesa verso la Pianura Vomano;
 da qui altra salita, più breve verso Notaresco.
Qualche km ondulato fino asvalicare totalmente e ritrovarmi a Mosciano Stazione.
Di qui altra salitella verso il paese fino a scollinare verso la bonifica del Tronto.
Pianura e posizione crono per il rientro verso casa.

90km in meno di 3h. 1100m dislivello
Allenamento portato a casa e gambe che risentono anche del lavoro in pista effettuato ieri.

martedì, settembre 11, 2012

sempre noi

Passata la gara test di domenica.
Giornata positiva con tanti spunti per capire e ragione sullo stato attuale di forma e su cosa invece non gira per il meglio.

Non c'è assolutamenta da ricriminare nulla, nel periodo estivo è mancata la qualità negli allenamenti di nuoto, per cui la freschezza e il ritmo gara non ci sono.
Ne ero ben cosciente e purtroppo cn 2 settimane non si può rimediare.
Un agosto in cui ho nuotato esclusivamente in mare, senza riferimenti cronometrici e senza lavori specifici.
Ma va bene così...la stagione è stata davvero lungo, con qualche alto e basso e la consapevolezza che siamo a pochi passi daòò'ottimizzare tutto e raccogliere i frutti di tanto lavoro.


Per smaltire la gara di domenica ieri una bella pedalata tranquilla a cuore basso e gambe agili.
45km in totale senza alcuna asperità e controllando costantemente cuore e sensazioni muscolari.

Questa mattina un risveglio non ottimale, un leggero mal di pancia ha perturbato il risveglio, facendomi tentennare nell'andare ad allenarmi.

In pista anche oggi, stesso discorso delle settimana scorsa....venerdi ci sarà il matrimonio di Tony per cui sabato mattina sarà dura allenarsi a ritmi impegantivi e soprattutto fare allenamenti importanti.
Poi durante tutt la giornata di sabato non ci satà possibilità di sfruttare pausa pranzo o pre-cena...vi sto che con la prova scarpe Newton saremo impegnati in negozio dalla mattina fino a sera.

Solita compagnia di Emiliano, altro lavoro di qualità mirante a sviluppare la potenza aerobica finalizzata alle lunghe distanze.
Consueto riscaldamento fuori pista e poi si parte:
2x(2km rec 2' + 2x1km rec 1'30")
400m fl
2km fm

I 2km girati a 7'16-18"; mentre le ripetute di 1km firate a 3'36-7".
Il tutto senza troppi strappi e andature forzate muscolarmente...
siamo sulla buona strada a livello organico; manca la reattività muscolare ma è normale che sia così vista la lunga stagione e soprattutto vita la preparazione verso le gare di lunga distanza.

Apranzo in piscina;
lavoro facile di forza per non stravolgere e sollecitare troppo la muscoaltura degli arti inferiori
3200m totali


domenica, settembre 09, 2012

Triathlon San Benedetto

FLIPPER A TUTTA!!!!!!


Questa è la frase giusta per incorniciare e commentare la giornata di oggi.

San Bendetto del Tronto.
ora 8 ritrovo, ore 8:30 partenza della gara di triathlon su distanza olimpica organizzata dalla Porto 85.
Una gara no rank, senza ausili federali, alla buona diciamo.

Siamo circa in 40.
Molti sono agguerriti, altri timorosi, alcuni rilassati. Tutti però pronti a godersi una bella giornata di sport assieme.
Il mare ed il sole sono dalla nostra parte.

1500m a nuoto che poi risulteranno essere di più.
Parto e cerco di farmi largo.
siamo in un gruppetto di 4-5....non riesco però a tenere...mah...quest'anno il nuoto non va molto...boh..speriamo di lavorare bene per l'anno prossimo.

Esco 4° dall'acqua.
E' una gara si ma pur sempre amichevole. Così in zona cambio me la prendo comoda...
perdo tempo prezioso ma fa nulla.

Salgo in bici e via su lungomare trafficato. passo tranquillo senza rischiare.
Inizio il tratto interno, strade non segnalate e non conoscendo la zona sbaglio ad un incrocio, fortunatamente c'è un pulmino della gar ache mi riposta sulla retta via.
Spingo ,...sebbene sono senza bici da crono. Intravedo i primi e nel frattempo giunge un gruppo di 3 persone con dentro il Capitano e Tony.
Formiamo un bel trenino e rientriamo sui prmi.
Giro di boa e si va in discesa.
Un conti scatto e controscatto...cercando di fare gioco di squadra con i compagn della Flipper.

Alla fine entriamo in zona cambio un poco disparati....
parto 4° dalla corsa e vedo i 3 compagni di squadra a 200m...
le gambe oggi girano bene...davvero bene....in 1km colmo il divario e posso allungare.

Riprendo il trio e deciso, come detto prima della partenza, di stare con loro: gara di gruppo.
Così è stato fino alla fine.
Ritmo tranquillo e costante...neinte affano e gambe che sembrano non accusare il lungo a piedi di venerdi ed il doppio allenamento (corsa al mattino e lungo in bici a pranzo) di ieri.

Tagliamo il traguardo lasciando la vittoria al neopapà Di Geso.
A seguire in triplice Io, Capitano e Ciavatta.

Aspettiamo l'arrivo del Pres e vice Pres...entrambi oggi in grande spolvero ;)

E' i ltmepo di rilassarsi.
Doccia e merita birra finale.

Mattinata perfetta quella di oggi, con una squadra protagonista e un gruppo di amici eccezzionale.

venerdì, settembre 07, 2012

ancora km

......
mercoledi-giovedi e venerdi.
Qualche lavoro specifico, non tanti km, ma cmq sempre degli ottimi lavori di qualità.


Mercoledi bici...
tempo incerto ed a tratti pioggia.
Sarei dovuto uscire in strada, ma la voglia di rischiare era davvero poca. Cos'ìinddor su cicloulino. 2h con lavori di forza e 20' al medio nella fase finale. Gambe dolenti e lavoro che ha sortito i suoi effetti.....senza tregua due ore effettive :)

GIOVEDI: nuoto allenamento di qualità in piscina.
Dopo circa due mesi torno a fare un bel lavoro di qualità, a lavorare in soglia.
Fase centrale 10x100 in soglia rec 15" poi lavoro di braccia per un totale di3500m.
Ritmi che non sono perfettamente come quelli di qualche mese fa ma è normale, ora devo cercare di togliere un poco di ruggine in queste due settimane in vista della gara di Varano.

VENERDI: corsa.
Oggi abbiamo anticipato il lungo in programma domani mattina.
Si...domani amttina dopo la festa di stasera non sarebbe stata la stessa cosa.
Così stesso percorso, stessi protagonisti, bella giornata di sole e temperatura gradevole.
30km in 2h01'....ben ben bene.

 A pranzo nuoto per defaticate.
Braccia e gambe leggero per un totale di 2600.

per oggi può andare...domani prima una corsetta leggera al mattino poi a pranzo un giro in bici sperando di tirar fuori un 80-90km....staremo a vedere.

Domenica sarò al via di una gara di triathlon organizzata in famiglia a San Bendetto del tronto.
Sarà una buona occasione per allenarsi e testare la condizione.


Questa sera.....
come anticpato....FESTA!!!!!!
Oggi è il compelanno del socio Emiliano...
per lui 40 anni

auguroniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii