VeronaMarathon 2012: la gara

Come anticipiato nei precedenti post, quest'anno la maratona non era obiettivo della stagione.
Tanti allenamenti, tanti km e si arriva a fine settembre appagato dalla stagione di triathlon e con poca voglia di faticare in settimana e durante la gara.

Però Verona è nostra.
TRIRUN, il mio negozio, ha organizzato un pulmann di 26 persone che si recherà a Verona per correre la maratona...quindi dovrò esserci e correrò.

In questa nuova avventura organizzativa ho coinvolto anche la mia famiglia, mia madre da spettatrice e mio padre in veste di atleta...59 anni esordio in maratona.


La domenica mattina quindi per me ha un sapore diverso alla partenza.
Non hoh obiettivi di tempo se non fare il ritmo ad Emiliano fino al 30° circa e poi mollare la corda e non rischiare.....però nei giorni che precedono la gara la strategia varia e subirà modifiche, quindi sono ancora più rilassato e tranquillo....oggi sarà lunga.

Partiamo li, in prima griglia.
Partenza ottima forziamo il ritmo da subito. Sento le gambe che girano da sole, vicino a me avverto la pesantezza del respiro di altri atleti, io sto bene, il ritmo è alto...
anche Emiliano accusa e fatica.
Passiamo la mezza in 1h23': ottimo.
Al 22°km il calo.
Emiliano avverte la stanchezza, io sto benissimo e otrei forzare ancora.

Non è la mia gara....Emiliano cala drasticamente di ritmo...corriamo sempre più piano.
Devo prendere una decisione, mantengo intatto il programma o porto Emiliano al traguardo?????

Continuo, penso e ripenso...la paura e l'ansia inizia ad essere tanta.

Al 33°km parlo:
"Emi, posso lasciati? Arrivi al traguardo, ce la fai?"
mi assicura che taglierà il traguardo...allora rallento, inversione di marcia e si fa quello che era da programma.

Torno indietro, passo al 32°km e vedo mia madre.
Mi fermo e le dico: "vado a fare quello per cui sono venuto, stai tranquilla che arriviamo al traguardo"

Corro controcorrente e tutti mi prendono per pazzo...corro lentamente fino al 26° dove decido di attendere mio padre...
dopo qualche minuto arriva...
lo affianco e lo vedo sorridente e tranquillo.
Però ora iniza la maratona.
Lo affianco e tengo il suo passo tranquillo.
Gli dico di fermarsi agli ultimi ristori e bere e ripartire.
Così facciamo...
A suo passo, non è agonista, arriviamo in piazza Brà.
L'arena è li.
Vedo i suoi occhi luccicanti.
Curva secca a destra e si entra nell'arena.

D'imporivviso m prende la mano e insieme alziamo le braccia!!!!!






Gioia infinita:
4h57' di real-time perlui.

Prende la medaglia e si dirige verso mamma....
un lungo abraccio e in lui tanta la voglia di raccontare.

Sta benissimo, nessun dolore..stanco si ma lucido.

Prima maratona per lui.....
GRANDISSIMO FERNANDO

Commenti

Gianmarco Pitteri ha detto…
Spettacolo! Ma soprattutto... che fisichetto il babbo!!!
kaiale ha detto…
;) Pitt...è in formissima
Gianmarco Pitteri ha detto…
Però potevi dargli anche le polpaccere, così il "completo" era completo! ;-)
kaiale ha detto…
sarà il prossimo passo ;)
cmq ho un gran testimonial per il negozio ;)
francos ha detto…
Grandeeee , deve essere stato emozionante tagliare il traguardo con il papà.
kaiale ha detto…
Franco, un'epserienza magnifica ed unica nel suo genere
emiliano ha detto…
Che spettacolo correre insieme,tu e tuo padre.Bravi.
Soddisfazione più sua o del coach?
kaiale ha detto…
mmm, Emiliano...soddisfazione di entrambi...lui ha fatto una grande cosa, io ...non sono stato il suo allenatore, semplicemente ho deciso che tagliare il traguardo con lui sarebbe stato fantastico
CHICO68 ha detto…
GRANDE ALE, SEI STATO MITICO, ESTENDI I COMPLIMENTI ANCHE A TUO PADRE.
Andrea87 ha detto…
Bellissimo! Grandi :-)
kaiale ha detto…
Grazie Chico, riferisco subito.

Grazie Andrea
Hal78 ha detto…
Quando ho visto il tempo ho pensato ad un paio di ipotesi.
Che ti fossi fermato in prossimità di un edificio in fiamme e, dopo aver estratto dalle fiamme un anziana signora ed i suoi 13 micini, avessi tagliato il traguardo coi calzoncini bruciacchiati.
O ad un gruppo di atlete ungheresi, nonchè indossatrici di qualche casa di intimo, desiderose di aver un pacer ed un accompagnatore che le scortasse attraverso la città.
Alla fine, meglio così.
Complimenti ad entrambi.
Clod ha detto…
Che bella quell'immagine in cui avete le braccia al cielo! Una grande vittoria, per entrambi :)
kaiale ha detto…
Hal...ho cercato di creare qualche dubbio....nessuno sapeva d questa cosa e molti amici hanno temuto il peggio :)
kaiale ha detto…
Si, Clod...una grande vittoria
stoppre ha detto…
fantastico.... non ci sono parole. Pensa che fortuna hai avuto a correre una maratona con tuo papà, impagabile anche se avessi fatto 2 ore e 30!
bravo
kaiale ha detto…
Stop....il tempo è un numero...la foto assieme e quei ricordi sono indelebili ;)
theyogi ha detto…
tepossino, me so commosso! avrei dato anni di vita per poter fare lo stesso con mio padre.....
ciro foster ha detto…
Bravo Fernando, hai scortato Ale così stavolta ce l'ha fatta, quando qualcuno ti aiuta è tutt'un'altra cosa!
Fantastico, siete una bella famiglia/squadra!ciao!
Tosto ha detto…
bellissima esperienza! e per giunta va anche forte :) ecco da chi ha preso il figlio :) eh he he
marianorun ha detto…
Mi associo ai vari elogi, ed al commento di Theyogi! Bravo!
kaiale ha detto…
Yò.....:)
kaiale ha detto…
Ciro, Tosto, Mariano..... esperienza unica, che rimarrà sempre viva nei miei ricordi
Mauro Battello ha detto…
commosso.. Grande Fernando!
aldilà del lato atletico: hai un grande figlio!
Vincenzo DI GENNARO ha detto…
Ke bella storia. Anche mio figlio che ha 10 anni ha iniziato a fare atletica ormai da 1 anno e immaginarsi che tra 10-15 anni possa fare quello che hai fatto tu, mi vengono le lacrime agli occhi. Complimenti!!
kaiale ha detto…
Graziè Maurè, ora si è preso qualche giorno di stopo, dopo riprendere a correre come sempre: senza orologi e senza sapere quanti km corre....COSì HA PREPARATO LA MARATONA
kaiale ha detto…
Vincenzo....sono convito che se ci sarà occasione non esiterà a farlo
Semper Adamas ha detto…
che racconto bellissimo di un'emozione davvero speciale, di un'esperienza che vi unirà sempre e un ricordo impagabile.
sei stato bravo e generoso, sia col tuo amico, sia col tuo papà!
complimenti a tutti, bravi!
:D
Anonimo ha detto…
Solo Grandi Uomini, possono scrivere Grandi Storie.
Ne ho appena letta una.

Ezio
Anonimo ha detto…
By simply adding a little flax oil, you boost your body's chances of producing testosterone which is crucial to helping you develop muscle
http://www.oissg.org/wiki/index.php?title=Muscle-Building-Supplements-intended-for-Baby-Boomers