domenica, marzo 30, 2014

Km per ripartire

Dopo 18 giorni di stop torno in strada a pedalare.
Ultima uscita risale a mercoledì 12 marzo...80km a buon ritmo e gambe che giravano bene.

Poi lo stop, l'infortunio, la pausa.
Terapie e riposo, attesa e timori.

Due sedute indoor, una giovedì ed una ieri sera.
E questa mattina in strada....sole e giornata estiva.
Si sfoggia il pantaloncino corto e via in posizione crono.

Segnali positivi.
Dolore assente, gambe piene e forza che non si è ridotta notevolmente.
110km in solitaria con tratti al vento.
Ritmo elevato e la testa che non molla mai.

Ne ho approfittato per provare il nuovo prodotto di integrazione durante gli allenamenti.

Prolong dell'Herbalife.
Ottimo davvero...provato nella seduta di nuoto ed oggi nel lungo in bici.
Rilascio costante di energia.
Ancora da pianificare bene, ma credo che l'integrazione liquida durante la frazione bike di allenamenti e gare sia possibile.

mercoledì, marzo 26, 2014

Corso di Corsa


Una nuova iniziativa mi vedrà coinvolto dal mese di aprile fino a fine anno (almeno per il primo ciclo del progetto di corsa).

CORSO DI CORSA
in collaborazione con la palestra CBC Planet di Giulianova.

Grazie alla fiducia e creatività sportiva di Giuliano (titolare assieme ad Emanuela della palestra) si parte.
Dopo qualche scambio di idee e di opinioni, Giuliano mi ha manifestato la sua voglia di provare, di tentare a rendere la corsa facile e semplice per tutti.

Niente di troppo complicato o scientificamente avanzato.
Finalità agonistiche ridotte al minimo.
Tanta invece la voglia di correre assieme, di condividere giornate assieme e magari vincere le insicurezze e paure.

Nasce così una bella collaborazione che ci vedrà impegnati spero per molto tempo.
Il corso è aperto e rivolto a tutti, sia corridori "esperti" che podisti alle prime armi, ma anche chi semplicemente vuole provare e valutare se la corsa potrà divenire parte integrante della sua giornata sportiva.



martedì, marzo 25, 2014

12Th day: la ripresa

Sono passati 12giorni dall'infortunio al retto femorale.
Molte terapie e tanto riposo in questi giorni.
Domenica ho però sentito bene in ripresa la gamba ed ero convinto che il peggio fosse passato e che piano piano avrei potuto riprendere a breve.

Ieri sera nella consueta seduta di terapia dal fisioterapista ci siamo confrontati e lui mi ha rassicurato sulla ottima evoluzione dell'infortunio.
Abbiamo optato per riprovare a muovermi senza forzare.
Così questo mattina, dopo aver svolto dei test di valutazione funzionali con alcuni atleti, mi sono recato in piscina per tornare a nuotare.
La paura ed il timore di provare dolore era molta, ma già dopo alcune bracciate e virate ho capito che non c'era un grande bisogno di preoccuparsi.

Così ho continuato a ritmo aerobico e con l'ausilio del pullbuoy.
Tot 3000 ritmo aerobico per ripartire.

Sensazione positiva e nessun dolore o fastidio.
Ora più che mai però occorre ripartire con gradualità e calma prima di tornare a caricare in vista della stagione agonistica

domenica, marzo 23, 2014

Maratona di Roma 2014

La mia Maratona di Roma....vista e vissuta da spettatore.
Insolita figura quello che ho rivestito in questo fine settimana romano. Semplice accompagnatore e supporter di un'atleta per me speciale: Papà.

Si, mio padre
età 61 anni, questa mattina a Roma ha corso la sua seconda maratona.

Attratto anche lui dal fascino della capitale e dal richiamo di innumerevoli podisti pronti a correre per le strade della città eterna, si è iscritto e con molta calma, pazienza e continuità ha affrontato la sua preparazione alla gara.

Io e mia madre a fargli da supporter e fotoreporter, in una giornata che di sicuro non ha regalato vita facile agli atleti impegnati nella prova.

Due giorni assieme, il nostro trio.
Partenza sabato mattino alle 8 da Giulianova per arrivare con calma e ritirare il pacco gara. In tarda mattinata eravamo già li, immersi  negli stand e tra la folla.

Ne approfitto per salutare l'amico Yogi, una bella foto e ci si da appuntamento al giorno dopo.
Il sabato pre-gara si sa vola via velocemente, cena presto e a letto con le galline.

Il risveglio è albeggiante e alle 7:15 siamo già in metro direzione Colosseo.
Salutiamo Papà e ci dirigiamo al punto di avvistamento Circo Massimo.
Nel tragitto molti amici, Master, Janco, Mauretto, di nuovo yogi. Ma anche ragazzi del mio team, triatleti, podisti....Ironman e semplici esordienti.

Nota dolente del tutto la pioggia, che inizia a cadere proprio 30minuti prima della partenza e che ci accompagnerà fino alla fine della giornata.

Km 2 siamo fermi li, arriva il passaggio...foto veloce e si prende la metro: direzione San Paolo per il secondo punto vista.


San Paolo....gruppi già un poco più sgranati e lo vediamo davvero bene: foto, foto.

Via in metro, verso San Pietro.
Calca di gente e fatichiamo a velocizzare il trasferimento ma arriviamo tranquillamente.
Ottaviano e ancora avvistamento con foto.

Sono le 11:30, prima di ripartire andiamo in Piazza San Pietro: benedizione di Papa Francesco.

Zac....siamo a Piazza Venezia per un altro passaggio...l'ultimo prima dell'arrivo.

Ed eccoci li, a 2 metri dal traguardo che attendiamo.

Eccolo l'uomo Bv Sport che soggiunge, ci saluta e taglia il traguardo.

5h08' perfetto caro il mio giovane 61enne.

Entriamo con lui nell'area atleti, il tempo di prendere l'ultimo grande scroscione di acqua, cambiarsi e risalire in metro.

Con molta tranquillità riprendiamo la via di casa, per lui urge una doccia.

Al volante, nel tragitto di ritorno ascolto attentamente le sue emozioni e gioie.
Beh....sentirsele raccontare  è davvero bello.

Per me, una giornata differente.
Da spettatore forzato e voluto, un modo per apprezzare ancora di più lo sport

venerdì, marzo 21, 2014

L'importanza dell'età

In questi giorni in cui sono fermo, senza la possibilità di allenarmi e distrarmi dagli impegni lavorativi quotidiani, ho molto tempo per pensare e ragionare.

Concentrarmi ancor di più sul lavoro e sui progetti da sviluppare e da portare avanti.
Poi arrivano pensieri, frasi o semplici parole che ti fanno pensare.

Anni di studio, 9 anni tra laurea e dottorato, corsi e aggiornamenti, esperienze di lavoro e collaborazioni più o meno importanti. Pubblicazioni scientifiche, attività di ricerca e periodi di attività scientifica pratica in ambito tecnico-scientifico nello sport.

Eppure.... la fiducia non c'è.
Non tutti si fidano di quel poco che sai e che puoi dare....si sa sempre poco rispetto a quanto si potrebbe sapere.

Si ricoprono figure solo perché devono esserci, senza che realmente nessuno creda in te e nelle tue capacità.

Poi però, vieni apprezzato al di fuori, oltre regione, da ragazzi e amici che sono lontani e che da una tua collaborazione hanno tratto grandi miglioramenti e stimoli in ambito sportivo.

La scienza dell'allenamento per molti un gioco ma non è così. dietro c'è un continuo aggiornamento, studio, ricerca di nuove metodiche e tecnologie di allenamento.
Il tecnico vero è questo, colui che vive di sporta 360 gradi e non solo occasionalmente o come hobby.
Purtroppo questo non sempre viene compreso e capito.

Scusate se sono giovane e non credibile, crescerò anche io e magari tra 30 anni quando fisicamente non sarà più prestante verrò apprezzato.

giovedì, marzo 20, 2014

7Th day off

Ormai è una settimana che sono a riposo dall'attività sportiva.
Proprio una settimana fa, alle ore 8 di mattina finivo il mio allenamento di corsa ed iniziavo ad avvertire il primo indolenzimento a livello muscolare.

Sono passati 7 giorni, il dolore va via via scemando e oggi anche la febbre ha abbandonato il mio corpo permettendomi così di riuscire e di andare in negozio.
Fermo immobile.
Sono 7 giorni che sto praticamente fermo tutto il giorno. Mi muovo il minimo indispensabile.
Seduto o sdraiato, cerco di tenere il più possibile l'arto invalido a riposo.
Tecar e tecar ancora.
Ogni sera sono dal fisioterapista a fare terapie e sperare che i tempi di recupero si accorcino.

Non voglio forzare la ripresa. Non è la cosa migliora e di certo quella consigliata, il rischio di ricadute è troppo elevato.
Da un lato però c'è la testa che non accetta e non è abituata a vedere il corpo fermo.
Il pensiero è poi rivolto alle gare...Pescara è lontana ma non troppo. L'idea di perdere una parte importante della preparazione non mi tranquillizza e non mi fa stare  di buon'umore.

Pazienza è la parola d'ordine in questi giorni.
Ora più che mai occorre rimanere tranquilli e non farsi prendere la mano da isterismi e astinenze.

Vedere atleti, amici, compagni che si allenano è dura da mandare giù.
La situazione è dura da comprendere, soprattutto se, fortunatamente, non si è mai passati prima.

Ora però la sto vivendo.
Una settimana è già passata.
Il tempo passa, vola....passerà anche questa e si tornerà a regime.

Settembre ci porterà via con se.

martedì, marzo 18, 2014

Anche la febbre

Per non farmi mancare nulla, altre allo strappo e conseguente immobilizzazione.
Stop dall'allenamento, difficoltà a camminare ed il dolore che fortunatamente vai via via scomparendo, terapie e tecar ogni giorno.

Questa notte tanti caldo, difficoltà nel dormire e muscolatura dolente...sebbene sono ormai 5 giorni che non mi alleno, classico segnale che qualcosa ulteriormente non va.

Così al risveglio termometro sottobraccio....e
38.5 di febbre.

ok..stoppiamo ulteriormente il recupero e le terapie...speriamo siano solo 2-3giorni

domenica, marzo 16, 2014

STOP forzato

Fermo ai box da giovedì mattina.

Dopo la corsa mattutina di 12km ad andatura tranquilla per valutare le condizioni della gambe, leggermente contratta da un infortunio casalingo sabato scorso, mi sono come paralizzato.
Al termine della seduta di allenamento un leggo fastidio, quasi da affaticamento.
Il tempo di salire in auto e percorrere i 4km che mi riportano in casa, fare la doccia, vestirmi e fare colazione che è arrivato il peggio.
Dolore via via crescente, impossibilità di stare in piedi e di camminare.
Con il progredire delle ore sempre più dolore e sempre maggiore la limitazione dei movimenti.
Subito contatto il fisioterapista che riesce a trovarmi un buco e controllare la situazione.

Urge un'ecografia per vederci meglio.
Per ora riposo e attendiamo maggiori informazioni.

Venerdì ore 19 sono dallo specialista per effettuare l'esame Ecografico.
Esito:
"Lieve lesione di primo grado in prossimità dell'inserzione tendinea del muscolo retto femorale"

Be patient!!!!!

Riposo assoluto per qualche giorno e spero di riprendere nel breve almeno a nuotare.
Stop dalla corsa.
Preparazione interrotta e sconforto psicologico.

Ora ci vuole pazienza e non affrettare il tutto, meglio evitare future ricadute.

lunedì, marzo 10, 2014

Lunga la domenica

Nonostante l'obiettivo sia lontano, sia dal punto di vista del calendario che dal punto di vista chilometrico, questo fine settimana ho macinato bei km.
Soprattutto in bici, in compagnia degli amici della Flipper Triathlon, per un'uscita di gruppo su di percorso filante ma al tempo stesso impegnativo con una bella salita lunga pedalabile.
Ampi tratti a ritmo medio e soglia, tratti anche nella pancia del gruppo ed alla fine è venuto fuori un lungo da 140km che di questi periodi è tanta roba.
Condizione fisica c'è, la testa anche...unico neo e pecca sono gli stati d'animo altalenanti e la scarsa abitudine a pedalare in gruppo che per me è fonte di stress ed ansie

Dopo tanto sono tornato a pranzare da solo la domenica.
Il rientro in casa dopo l'allenamento non è conciliato con il consueto orario di pranzo dei miei, così alle 14 ho potuto divorare il mio farro con prosciutto cotto a cubetti...il minimo per non svenire, ma la tempo stesso tenermi leggero per il pomeriggio lavorativo che si è concluso temporaneamente alle 17:30 per una corsa lenta di 10km.
Piacevole iniziare e finire ancora con la luce del sole, mette di buon umore è rende più percepibile l'arrivo della primavera.

Ruotine lavorativa anche la sera fortunatamente terminata non troppo tardi.
Recupero aumentato questa mattina...niente allenamento, solo 1h agile indoor alle 13 per sciogliere e recuperare.

Lunedi giorno di recupero attivo prima di rituffarsi nuovamente verso un'altra settimana di carico

sabato, marzo 08, 2014

aggiornamento allenamenti

Due giorni ben fatti quelli di ieri ed oggi.
Niente bici ma solo nuoto e corsa. Ottimo per rimettere un poco a puntino il motore in vista del lungo in bici che i aspetta domani.

Ieri una bel lavoro di qualità in soglia a nuoto.
Per un totale di 4km

poi in serata 12km fl
http://connect.garmin.com/activity/456667051

oggi invece solo nuoto
tanto volume con lavori di forza e capacità aerobica.
Ripetute sui 200 per un totale di 5km


ready to long training day tomorrow

giovedì, marzo 06, 2014

Sgoccioli di inverno

Ho cantato vittoria troppo presto :(
convinto che l'inverno fosse passato senza mai arrivare, che il sole continuasse sempre a brillare limpido nel cielo in questi giorni.
Invece non è stato così.
Ultimo colpo di coda dell'inverno.

Pioggia e vento oggi hanno rallentato il lavoro settimanale, ma non l'hanno impedito.
Con calma e pazienza anche oggi la routine sportiva è stata portata a termine.
Facile la prima sui rulli, più complicata la seconda di corsa dove un vento misto a pioggia mi ha rallentato e frenato un poco.
La testa però c'è ed ha vinto.

km e sudore portati a casa anche oggi, altro mattoncino messo su per ereggere la casa

Bike: rulli
http://connect.garmin.com/activity/455920372

Corsa: 6km FM
http://connect.garmin.com/activity/456007792

e stasera per gradire niente lavoro, una serata relax con amici: no Pc, no training....cibo e divertimento

martedì, marzo 04, 2014

Carnevale allenante

Si riprende a macinare km e lavorare sulla qualità.
Il giorno di recupero attivo era necessario ieri e l'ho apprezzato fino in fondo, concludendo la serata con una bella cena in compagnia del Rampiteam.
Tanti discorsi di sport, ma anche condivisione di viaggi, amicizie e aneddoti che hanno accompagnato il gruppo, che sembra avere una nuova linfa vitale e aver ritrovato la voglia di divertirsi gareggiando.

A casa non troppo tardi, oggi cmq sia c'è allenamento e lavoro.

ore 7 parto per il lungo di 20km sulla falsa riga di quello svolto 7 giorni fa.
20km con lavori di qualità all'interno. Le gambe non girano al meglio nelle prima variazioni veloci, ma poi si adeguato e prendono ritmo e fluidità.
http://connect.garmin.com/activity/454942153

A pranzo nuoto, lavoro aerobico.
400risc
6x100 esercizi/sl
400 a2 rec 30"
4x100b1 rec 15"
400a2 rec 20"
8x50 misti rec 10"
400pull+pale rec 30"
4x100pull rec 10"
100dorso
6x50 gambe
200defa

tot 4000

lunedì, marzo 03, 2014

Recovery Day

Venerdì, sabato e domenica sono stati tre giorni belli intensi sia dal punto di vista del volume che dell'intensità.
Oggi lunedi, si inizia la settimana e si inizia una nuova fase della preparazione.
Come primo giorno però si pensa ad assorbire il carico allenante degli ultimi giorni, a rigenerare fisico e teste e prepararsi agli allenamenti futuri.

Approfittando quindi della bella giornata di sole e del clima primaverile che sta ormai arrivando, l'allenamento di oggi è stata una semplice uscita in pianura a cuore basso, senza pensare alla velocità o ritmo.
Obiettivo far girare le gambe e smaltire le tossine accumulate
http://connect.garmin.com/activity/454553129


buon carnevale a tutti

domenica, marzo 02, 2014

per chiudere io weekend

Mi alleno.
Molti oggi sono stati impegnati nella gara podistica Roma-Ostia.
Complimenti a tutti i partecipanti ed ai loro miglioramenti cronometrici.

Io invece in una giornata meteorologicamente incerta ho svolto il mio lungo in bici.
Sono uscito alle 8, l'aria non era fredda...spero che davvero la primavera arrivi senza che l'inverno si sia presentato, appuntamento con il capitano per percorrere qualche km assieme.
Oggi per me niente lavori in particolari, solo metter su km e fare tratti a buon ritmo.
Inizialmente l'idea era di evitare salite e dirigermi in piano, ma causa carnevale e gran parte dei paesi sulla costa bloccati per la festa, abbiamo optato per un giro nelle colline Ascolane.

110km con tratti buoni per il ritmo, salite fatte facili facili e ancora tanto vento a farci da compagnia
http://connect.garmin.com/activity/453714678

Il pomeriggio domenicale invece è un classico...dopo pranzo si lavora:
analisi dati e tabelle di allenamento, a presa continua fino alle 17:30 quando prendo e mi preparo per un 10km di fondo lento cercando di tenere il cuore sotto controllo
http://connect.garmin.com/activity/454033642


domani giorni di recupero attivo, ritmo blando e poco volume

sabato, marzo 01, 2014

Raduno SGB_Holding

Secondo appuntamento con i ragazzi del progetto Ironman Pescara 70.3
Dopo il primo incontro svoltosi l'8febbraio 2014, oggi abbiamo ripetuto il tutto rendendolo più pratico e stimolante per i partecipanti.

Il tutto è stato reso più attraente e professionalizzante grazie alla presenza di uno dei più forti triatleti del panorama italiano in circolazione: Jonathan Ciavattella, che si è messo a nostra disposizione negli allenamenti e nel dispensare consigli pratici verso i ragazzi che si stanno preparando per l'ambita gara.

Raduno previsto per le 9:30.
Io personalmente ne ho approfittato e sono entrato in acqua alle ore 7 per svolgere il mio allenamento di nuoto.
Lavoro di qualità con ripetute in soglia.
400risc
8x50esercizi
4x50 gambe
5x100 rip 1'40"
5x100rip 1'35"
100dorso
10x50rip 50"
100dorso
5x100pull+pale rip 1'35"
6x50 misti  rip 1'
200defa

tot 3600

Doccia, colazione veloce e sono pronto per la giornata lavorativa/sportiva.
Alle 9:30 arrivano i ragazzi.
Ci prepariamo per l'uscita in bici di gruppo
50km per le colline pescaresi, accompagnati da un forte vento che ha reso il tragitto più duro e rallentato la percorrenza
http://connect.garmin.com/activity/453330724

Scesi dalla bici abbiamo fatto assaporare il primo combinato ai ragazzi, giusto per capire cosa significa correre dopo aver pedalato. 5km a ritmo tranquillo
http://connect.garmin.com/activity/453330768

pranzo salutare a base di pasta al pomodoro e prosciutto crudo come secondo.
Un briefing per valutare le eventuali problematiche e capire come s evolvono gli allenamenti.
Un breve lezione teorica sulla condotta in gara, sull'alimentazione  qualche consiglio dall'amico Jonathan che con la sua esperienze ed umiltà può sicuramente dare molto a tutti.

Ore 15 in acqua.
Lezione di tecnica e prova mute.
Simulazione di condotta de condizioni di gara.

Ci salutiamo alle 17 per darci appuntamento per i primi di maggio per delineare bene le strategie di gara e impostare i ritmi da tenere nella stessa.

Per me per la giornata non è finita.
Ancora un ultimo step di 10km di corsa a fondo lento per chiudere in bellezza la il sabato
http://connect.garmin.com/activity/453330835