12Th day: la ripresa

Sono passati 12giorni dall'infortunio al retto femorale.
Molte terapie e tanto riposo in questi giorni.
Domenica ho però sentito bene in ripresa la gamba ed ero convinto che il peggio fosse passato e che piano piano avrei potuto riprendere a breve.

Ieri sera nella consueta seduta di terapia dal fisioterapista ci siamo confrontati e lui mi ha rassicurato sulla ottima evoluzione dell'infortunio.
Abbiamo optato per riprovare a muovermi senza forzare.
Così questo mattina, dopo aver svolto dei test di valutazione funzionali con alcuni atleti, mi sono recato in piscina per tornare a nuotare.
La paura ed il timore di provare dolore era molta, ma già dopo alcune bracciate e virate ho capito che non c'era un grande bisogno di preoccuparsi.

Così ho continuato a ritmo aerobico e con l'ausilio del pullbuoy.
Tot 3000 ritmo aerobico per ripartire.

Sensazione positiva e nessun dolore o fastidio.
Ora più che mai però occorre ripartire con gradualità e calma prima di tornare a caricare in vista della stagione agonistica

Commenti

MauroB2R ha detto…
ben tornato Ale!!!
Senza fretta!!!
kaiale ha detto…
Grazie Mauro :)
kaiale ha detto…
Si fausto...mi prendo tutto la calma del mondo, meglio evitare errori
Master Runners ha detto…
uelcom bec cocc :)
kaiale ha detto…
:) grazie Gianlù
Mauro Battello ha detto…
bene così! finally
kaiale ha detto…
Eh Si Maurè....piano piano torno a regime
andrea dugato ha detto…
leggo solo adesso il tuo iter
caspita mi spiace molto
ma .....la vista della ripresa è quella che ti può alimentare ....la calma
ma leggo che su questo ne sai abbastanza
kaiale ha detto…
Si Andrea,
anche se applicarla su se stessi non è facile...purtroppo non si è mai bravi ad essere allenatori e medici di se stessi