Pane con lievito madre

Oggi mi va di scrivere un post che tocchi poco, si raso e distaccatamente l'allenamento.
Racconto di una passione, di un lavoro che mi ha fatto mantenere durante gli studi, che mi ha insegnato molto e mi ha lasciato tanto, sia professionalmente che umanamente.

Sfogliando un volantino i primi di dicembre mi sono deciso a confessare ai miei genitori la volontà di acquistare una macchina per fare il pane.
Temevo che la mia passione non fosse condivisa e capita. Pensavo di sentirmi dire "Ecco un'altra voglia matta che ha".
Invece no, complice anche un'offerta in ribasso del prodotto, i miei mi hanno assecondato e sotto mia indicazione si sono recati ad acquistarmi il macchinario.
Impasta, lievita, cuoce.
Chi non ne ha mai vista una?
Beh da quel giorno in casa non abbiamo più acquistato il pane.
Sono tornato a mischiare le farine, a sperimentare lievitazioni e tempi di cotture.
Varie tipologie di pane: con le olive, con le noci, integrale, al miele. Ogni giorno o quasi una ricetta differente, difficilmente identica.
Così mi è stato insegnato da mio zio in pizzeria, variare a seconda del tempo, dell'umidità, del tipo di farina....sempre alla ricerca di qualcosa migliore e di un prodotto qualitativamente eccelso.

Una volta condivisa e consolidata la passione in casa, con tanto di coinvolgimento di mia madre, l'ho buttata lì e ho proposto di provare a fare il lievito in casa: la Pasta madre.

Beh...prova, sbaglia, ci si riesce, vari rinfreschi...tentativi a buon fine, altri meno, alla fine sono arrivato a realizzarlo.
Non restava che provarlo.
La mia particolare farina integrale di Sorina, il mio lievito madre, acqua, sale e.....tanto tempo di lievitazione per ottenere finalmente un prodotto finito.

Felice del risultato, felice di sapere cosa mangio di farmi le cose da me e di riprendere e continuare a portare avanti una passione che mi ha sempre accompagnato....

prossimo step è tornare a fare la pizza... questa volta però con il mio lievito madre

ALLENAMENTI:
Lunedi: bici, indoor: lavoro si soglia per un totale di 1h40'

Martedì: mattina corsa, fondo medio nella fase centrale (10km). tot 15km
              Nuoto a pranzo. Lavoro misto aerobico-soglia. tot 4600m

Commenti

Gianmarco Pitteri ha detto…
Grande acquisto!!!

Noi non compriamo pane da quasi 5 anni... ci faccio il pane, la pasta per la pizza, per la focaccia, l'impasto per un sacco di cose (dai muffin, al panettone, al pandoro, addirittura gli spatzle!).

Mai più senza...
theyogi ha detto…
e chiamaci quando devi testare la pizza, va...! :)
kaiale ha detto…
Pitt...anche qui ormai produzione continua ed il sapore è notevolmente migliore
kaiale ha detto…
Yò....organizziamo ;)
CHICO68 ha detto…
Ha ragione YO per la degustazione della pizza chiamaci.
Karim ha detto…
Stessa storia, abbiamo comprato la macchina per il pane, poi l'abbiamo messa da parte e ora pane, pizza, pasta ce la facciamo da soli.
Son soddisfazioni!
orlando ҉ magic ha detto…
a dicembre avevo letto del tuo acquisto su FB, era una cosa che volevo da tempo anch'io...così mi hai ispirato e l'ho presa! confermo quanto detto da tutti, uno spettaccolo!
Gianmarco Pitteri ha detto…
A questo punto direi che si potrebbe partire con una condivisione di ricette... ;-)
andrea dugato ha detto…
oltre che una passione, dal 2008 cha mi faccio il pane, realizzo che è come accudire un altro bimbo e che tutti della famiglia lo recepiscono come tale
ora però, tutto il "confezionato" dalla piadina, alla pizza, al pane, non riusciamo più a mangiarlo, esageratamente salato o dolce o addiruttura pieno
si strutto
dunque diffondiamo questa sana abitudine!!!
Gianmarco Pitteri ha detto…
@andrea dugato, sottoscrivo!
MauroB2R ha detto…
ragazzi una domanda, che non è assolutamente ironica...: ma dove lo trovate il tempo? pur non avendo una vita TROPPO incasinata e cercando di essere sempre organizzati, di rado alla sera abbiamo del tempo "libero"...ora poi che è arrivato il bebè ancor meno...
Gianmarco Pitteri ha detto…
5 minuti per caricare la macchina con gli ingredienti, poi fa tutto da sola (da 30' a 3h30' a seconda di quello che prepari). Se si tratta di un impasto, poi lo cucini in forno. Se invece fai anche la fase cottura, apri e mangi!
Perdi più tempo ad andare a comprarlo... ;-)
kaiale ha detto…
Chico...tutti invitati
kaiale ha detto…
Karim, oltre ad essere buon il prodotto, quando è fatto in casa da anche soddisfazioni

Grandissimo Orlà!!!!!
kaiale ha detto…
Mauro & Pitt....perché no diffondiamo e condividiamo il mangiar bene

Mauro, si impiega più tempo a comprarlo che a farlo :)
Saverio ha detto…
Mi unisco al coro dei "panettieri in casa".
Salute e risparmio sono all'insegna di questa operazione.
Importante sottolineare l'uso delle farine integrali,aggiungendo i vari tipi di semi come quelli di girasole,zucca o lino.