Firenze Marathon II

LA GARA.

ore 6 suona la sveglia.
E' ancora notte. mi affaccio alla finsetra della mia stanza: Cielo stellato.
Bene, può essere una bella giornata.
Saliamo in verand, li c'è la cucina. Dario è già sveglio.
Prepariamo un caffè, del thè e ci accingiamo a fare colazione.
Arriva Valentino, si unisce al trio.
Qualche foto per allentare la tensione e l'attesa.
Il tempo di sistemarci, preparaci, controllare che tutto sia preso e indossato.
Si esce.
Appuntamento con Claudio e gli altri alle 8 alla partenza.
Il clima pre-gara ha sempre una doppia faccia per me: l'ansia per la gara...la'ttesa che sembra non finire mai; le facce di tanti che sorridenti o tesi in volto, condividono con te gli ultimi minuti prima del via, prima del grande giorno.

Siamo nelle gabbie...a ridosso dei top runner.
pettorale 269 io, pettorale 270 Emiliano.
Boom.
Sparo e partenza.
Da subito ci faccimo largo ci mettiamo al passo...un gran bel passo (eh si, questa era la gara da provare).
prercorso filante, arriviamo alle cascine ed è il 10°, 38'15"circa...ottimo, anzi anche più dle previsto ma va bene.
Corsa sciolta e continue rassicurazioni tra me eil mio amico.
Dentro di me penso...se continua così è un garone.
20° proseguiamo sempre, fianco a fiano io ed Emi, ma qualcosa non va...il respiro si blocca a tratti e la pancia si gonfia (tornano i fantasmi di sbato pomeriggio)..provo ma non reggo...mi fermo e dico ad Emi di continuare (sconfortato e preoccupato prosegue). Si ripete la storia..quanche peto e tutto ok...decido di rischiare e ripartire...Vedo Emi e provo a riprenderlo.
passiamo la MEZZA a 1h22'13"
lo raggiungo e continuiamo assieme.
Ritmo costante ma sento che le energie non ci sono...cavalcavia al 31°km e sento un vuoto dentro (il digiuno di sabato si fa sentire); rallento e tengo botta...Emiliano va...può fare un garone.
continuo, non mollo ma a tratti sbando e devo fermarmi. La lucidità viene meno: CRISI DI FAME.... attendo con ansieai ristori, li passo e non riesco a rifocillarmi...mi fermo al 40°, 3-4 bicchieri di the zuccherati e sento una botta di energia....riparto (quei pochi zuccheri immediatamente in circolo mi risvegliano), continuo, giro l'angolo verso l'arrivo e amici mi incitano (poi mi diranno che mi hanno visto fresco in viso...mah).
Taglio il traguardo, Emi che mi attende...3h01'...beh...contento di averla finita, ancora una volta la testa ha fatto il suo gioco emi ha portato a tegliare la finish line e prendere un'altra medaglia.

Emiliano conferma il suo: 2h49'.

Peccato, peccato, peccato...se fossimo rimasti assieme..il calo che anche lui ha avuto non ci sarebbe stato e forse, dico forse...1-2'in meno li tiravamo via.

Ma va bene....
ci cambiamo, sono lucido come s nulla fosse accaduto...rientriamo in casa e ci rilassiamo..ci aspetta una grande serata

Commenti

Giuseppe ha detto…
L'inconveniente è sempre pronto a prenderci alle spalle.
Comunque da come riassumi le vicende da l'impressione che hai lasciato al caso la gestione alimentare.
Toglimi una curiosità.
Qual'è stata la causa del gonfiore alla pancia?
Emiliano ha detto…
Probabile ,come dice Giuseppe,che l'alimentazione abbia fatto la differenza,ma con il senno di poi e del se, strada non se ne fa!!
Bravo a finirla ,comunque, con un ottimo tempo!
nino ha detto…
peccato. la giornata era perfetta per fare il tempone. e quando ricapita un fine novembre cosi!
Albe che corre ha detto…
..il digiuno di Sabato???
..Le condizioni erano davvero invidiabili peccato! Ti toccherà rifarti presto ..dai c'è Reggio!
kaiale ha detto…
Giuseppe....non l'ho ancora capito :( era la prima volta che mi succedeva.

Emi, indubbiamente...non aver mangiato il sabato è stata la causa finale dopo il 30°
kaiale ha detto…
Nino, le basi per farlo sono sicuro ci sono...è solo rimandato :)

Albe, per ora niente rivincite ne vendete...Reggio può attendere..ora si pensa al triathlon :)
francos ha detto…
Ale ,complimenti, sono sicuro, che ad un tecnico come te, farai esperienza di questa gara.
kaiale ha detto…
Grazie Franco, sempre far tesoro di ciò che accade..non si finisce mai di imparare
theyogi ha detto…
so di quelli che preparano i LL a digiuno per utilizzare anche i grassi, poesse la chiave....? cmq gara superlativa! :)
Tosto ha detto…
bravo Ale, una prova di carattere nella sfortuna, ma la maratona è così e lo sai :)
kaiale ha detto…
Yò, io sempre a digiuno :)...però stavolta la benza non c'era :(

Grazie Tosto, so bene...per questo avanti tutta :)
stefanoSTRONG ha detto…
io il sabato posso mangiare anche una vagonata di pasta ma la crisi a me arriva sempre al 6° km


:)
Marco Bucci ha detto…
Mah... con i LL a digiuno, se non stai piu' che attento, rischi di andare in catabolismo...
kaiale ha detto…
Marco,...importante è saper reintegrare dopo. il catabolismo muscolare necessita di tempo per innescarsi, non è immediato e soprattutto non si verifica con un singolo allenamento...anche se questo dura 3-4h
GIAN CARLO ha detto…
Uno che fa gli Iron man non ha problemi di tenuta in condizioni normali... puo' perdere 1-2 minuti se butta male, ma il crollo che hai avuto tu e' tutto figlio dei problemi che hai avuto nei giorni precedenti e con il senno di poi era meglio non partire.