mercoledì, novembre 27, 2013

incastrato dalla neve

Che però non mi ferma o meglio, non mi fa mollare.
Da domenica sera che piove e nevica...anche se leggermente ma nevica qui a Giulianova.
C'è stato un brusco calo delle temperature e questo non l'ho ancora metabolizzato bene.
A risentirne maggiormente è la corsa...non corro da domenica causa temporali e vento forte che si abbattono sulla costa.
Solo questa mattina ho fatto 4-5km su tapis roulant in palestra dopo l'allenamento.
Non sono mai stato un'amante della neve, inoltre stando qui lungo la costa come non preferire il sole e la spiaggia?
La stagione estiva, non me ne vogliate, ha sempre un qualcosa in più rispetto a questi periodi fatti di giornate grigie e deprimenti.
Nonostante tutto cerco di dare continuità agli allenamenti senza troppo preoccuparmi se non corro per qualche giorno. La stagione sarà lunga e non voglio assolutamente stressarmi mentalmente come ho fatto alcuni anni passati.
Inoltre a livello organico c'è sempre il mantenimento dato dal nuoto e dalla bici che posso essere perfettamente rimescolati nella corsa.

Quindi spazio a nuoto, bici e palestra.
Nuoto senza alcun problema, anzi...in piscina ora ci hanno anche degnato dell'acquisto di un contasecondi: addio orologi ;)
tanta tecnica, lavori con Snorkel per migliorare la rotazione delle spalle e gestire meglio la capacità polmonare. Forza con palette e pull, e volumi che tornano sopra i 3km.

In bici ho la fortuna di allenarmi con il misuratore di potenza e di riuscire quindi a gestirmi ben: SRM grandissimo  acquisto. Qui lavori al medio e di capacità neuromuscolare per migliorare la pedalata e la cadenza. sedute da 1h20' al massimo..di più ora non serve e l'ultima cosa che voglio è prosciugarmi

In palestra sempre allenamento funzionale con circuiti di forza resistente, forza lattacida o forza massimale. Ho trovato due validi compagni di allenamento e almeno due volte a settimana riusciamo e motivarci reciprocamente e far passare prima il tempo al chiuso.

E' stato però anche un  weekend di studio. Infatti sono stato al convegno FITRI per allenatori.
Ottimi spunti e buoni contatti per lavori futuri. Progetti in ballo che necessitano cmq sempre d continuo studio ed aggiornamento.
Allenare non è un gioco o un hobby ma una vera e propria professione che gratifica e motiva solo se svolta a 360° e in maniera professionale

Nessun commento: