mercoledì, gennaio 09, 2013

Maratonin dei Magi 2013

Domenica 6 gennaio.
Mi sveglio presto come al solito, alzo la serranda della camera ed è ancora buio...esco fuori, brrr fa freddo, vedo il cielo. Ci sono le stelle. Sarà una bella giornata di sole oggi.
Perfetto, finalmente farò la mezza maratona di Magi senza pioggia.

Sono le 8 e passa a prendermi Dimitri, strano ma vero è puntuale.
E' freddo.
Sono ben coperto e salgo in macchina pronto per andare a Porto d'Ascoli, da dove partirà la gara.
Due brevi soste per prevelevare Emiliano e Claudio, ed in circa 20' siamo già sul posto.
Pronti al ritiro pettorali.
Sebbene cambia poco sembra la prima volta.
Il ritorno tra le file dell'Avis Ascoli Marathon. squadra con la quale ho iniziato l'attività podistica nel 2007.
Cambia poco perchè è come se non fossi mai andato via da loro. Tanti, tutti, amici. Compagni della Flipper, ma anche podisti con cui una sorta di legame sportivo è comunque rimasto.
Un gradito e voluto ritorno nella grande famiglia ascolana.

Ci cambiamo velocemente.
Occorre uncersi di crema scaldante per le voluminose masse muscolari degli arti inferiori.
Guanti e fascia.

Obiettivo: voglia di faticare 0, quindi proverò a fare un bell'allenamento assestandomi sui 3'55"/....standard di gran lunga inferiore rispetto al solito ma sono convinto che ora come ora provare a forzare, non avendo la condizione, può solo fare che male.

Nel centro del gruppo alla partenza.
Visto la tattica e la futura condotta di gara non sono li davanti a cercare la migliore via di fuga nella partenza.

Siamo noi: io, Emilian e Franco....i soliti.
Partiamo dietro, piano e ridenti in volto.
Iniziamo a sorpassare gente, i primi km vengono notevolmenti ricoperti a ritmo più lento del previsto. Il tutto mi turba e sconvolge poco.
Ci districhiamo dopo qualche km eci mettiamo al passo.
sono davanti a tirare un gruppetto....tra i tanti vedi altri alteti con la stessa pesantezza e tranquillità che mi assale in questo periodo. Dopo le feste per molti la voglia di faticare e soffrire sembra essere davvero al minimo.

Faccio una breve sosta pipì..il gruppo va e provo a riacciuffarlo.
Dovrei aumentare il ritmo, ma non mi va....sto bene così. Li tengo a distanza di 50-60m.....corro solo e raggiungo il traguardo battendo il 5 e salutando alcuni amici posti nelle vicinanze.

1h23'....ottimo allenamento e prima gara dell'anno portata a termine.
Bene così...senza alcun rimpiato nè rimorso.
Quest'anno è così....testa ferma verso un obiettivo.
Ho accettato il consiglio di un amico ad ottobre prima di correre la Verona _Marathon ed ho intenzione di accettare e seguire i consigli che lo stesso mi sta dando ultimamente.

La pratica e l'esperienza nello sport sono valore aggiunto alla teoria.....
Ogni consiglio ve preso, analizzato, metabolizzato e fatto nostro. Poi libertà di scelta se sguirlo o meno, però pensare pensare e ripensare...ogni parola detta da amici è per noi.

Rientro in casa e la domenica solita di lavoro mi riempie il pomeriggio.
Sciolgo 1h sui rulli a ritmo agile, alte rpm e finiamo la serata come ai vecchi tempi: pizza & birra.


Allenamenti:
lunedi: mattina corsa 10km fl
            pausa pranzo: bici, lavori di forza in salita. tot 60km

martedi: mattina corsa. lavoro di Vo2max. totale seduta 12km
              pausa pranzo nuoto. lavoro aerobico e forza. tot 5km

mercoledi: combi: bici uscita lunga di 125km + corsa 6km

6 commenti:

Clod ha detto...

Pagherei per fare una mezza in 1h23 tranquillo! Bravo Ale

ps. per caso sei su GarminConnect/Strava?

Thomas Enzo ha detto...

Complimenti. Io sarei felice di fare un tempo del genere anche faticando. Nel frattempo m'alleno. Ciao

andrea dugato ha detto...

grande kaiale
grande la filosofia e il lavoro fatto
ben meritata pizza e birra!!!

Anna LA MARATONETA ha detto...

E'il mio obiettivo da personale quel tempo lì. Grande, Ale...

Pimpe ha detto...

ottimo e abbondante ;-)

Andrea87 ha detto...

Che dire? Ottimo allenamento!