Ricomponiamo i pezzi

non ricordo da dove ho lasciato, o forse si!!!!

l'ultima cena con i blogger.
A casa di Mauro Er Moro. Solita bella compagnia, come al solito gran mangiata.

un cena pensierosa per qualcuno, Gianluca che la domenica successiva avrebbe affrontato il suo primo triathlon 70.3 a Pescara.
Io che giocavo in casa e non volevo sfigurare, sebbene il carico di lavoro sportivo si faceva sentire.

un venerdi tranquillo.
un sabato ancor più (sabato 11 giugno)
con una leggera pedalata la mattina insieme a Marco prima di partire per Pescara.

Arriviamo per l'ora di pranzo, incontriamo gli amici Emix e Catu.
Ritiro pacchi gara, incontro con tutti i Flipperini, consegna delle maglie disegnate per l'occasione.
Pranzo a base di pesce e ancora in giro per l'expo.
Consegnamo la bici, per sistemarla bene ci sarà tempo il giorno dopo.
ore 18 si torna a ca , a Giulianova...cena con i miei genitori, Emiliano e Marco.

La mattina fa presto ad artrivare.
dopo una leggera colazione ci avviamo verso Pescara. arriviamo li che sono le 10 o poco più.
subito in zona cambio.
sistemiamo tutto; ultmi appunti a consigli ad Emiliano.
Ancora una fot di squadra con la famiglia FLipper e ci siamo: è ora.

Sale l'adrenalina e con esse la tensione ed ansia pre-gara.
Sento sensazioni strane dentro, come se dovessi rendere conto a qualcuno. come se sfigurare in questa gara significherrebe tanto agli occhi degli altri.
Approccio non ottimale a competizioni sportive ma son fatto così.
Ultimo saluto ai miei genitori e parenti, amici...tutti pronti ad incitarci.

si parte...mare mosso ma fa nulla, mi defilo per evitare la tonnara e mi aggiusto sul mio passo. continuo tranquillo, senza forzare. Tendo bene il mio ritmo e vado avanti.
escon in un tempo ottimo, poco più di 27'.
corro il lungo tragitto che ci porterà in zona cambio, tanto tifo, tanti amici...una grande emozione.
Supero di corsa Raf (il presidente) che con un sorriso strappato al caldo e alla gara mi grida "VAiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii".
Zona cambio ottima, veloce ma senza forzare troppo.

esco e salgo in bici. conosco per sommicapi il percorso, ci sarà subito salita.
Sento le gambe che girano bene e le assecondo senza forzare.
li davanti siamo in 2, poi arriva un 3° atleta.
a distanza di regolamento procediamo così fino a 5°km circa dalla zona cambio.
un percorso molto duro e impegnativo. Una gran caldo, bevo molto e all'ultimo ristoro prendo una borraccia con i sali (errore).

entro in T2 e penso cià alla corsa.
Poso la bici sulla rastrelliera; infilo i calzini, scarpe, prendo i due gel..uno lo butto dentro subito e parto in corsa.

all'uscita della zona cambio ci sono mamma, papà e i miei zii.
la testa perde la concentrazione e le gambe virano verso di loro. un gran saluto e tanti incitamenti... si parte.
4 giri da 5km.
mi assetto su un passo comodo, gestibile.
al secondo giro , circa al 10°km una fitta al fianco destro mi costringe alla sosta.
Non riesco a proseguire...alterno corsa a cammino per un giro.
Incontro Brant che corre qualche metro con me, mi da del thè freddo, mi incita e mi dice di Master (una fitta al cuore e gran dispiacere), mi dico manca poco...5km ristoro ristoro ma devi farli.
perdo tante posizioni ma non abbandono.
taglio la finish line in 4h47'....avrei potuto fare 10' meno, ma gli inconvenienti son sempre dietro l'angolo.

sto bene, bevo molto all'arrivo e sono lucido come al solito per ridere e scherzare.
Il dolore scompare piano, le gambe non sono affaticate ma la testa...
la mente non è soddisfatta!!!!

non riesco a mandare già l'accaduto.
sorrido e scherzo, a tratti tutto si dilegua.

una grandissima giornata di sport per la nostra regione.
un evento fantastico, ben organizzato.

per me è stato un simil test in vista di Klag....
il giorno dopo ero già in bici a defaticare.
ancora settimane con km sulle gambe e ora sono in tapering fino al 3 luglio...

Commenti

francoscr ha detto…
come al solito grande gara,un piccolo problema ci può stare,era solo un test.
CHICO68 ha detto…
Ma allora le "mangiate" te le permetti pure tu?
Pensavo che fossi uno stakanovista dell'alimentazione.
theyogi ha detto…
quoto franco... direi che come 'prova generale' è andata piuttosto bene, hai preso le misure per la l'obiettivo vero...
nino ha detto…
complimenti comunuqe per la tua prestazione. peccato per quel problema.
stefanoSTRONG ha detto…
alessio mi toglii due curiosità da novizio...
1) come mai una leggera colazione (quando sento che tutti abbondano nella colazione pre-gara)
2)perchè hai sbagliato nell'assumere sali all'ultimo ristoro in bici?

grazie!
franchino ha detto…
Peccato Alessio, però l'hai conclusa. Seguendo la morosa che fa anche lei triathlon ho notato che in gare così lunghe e con differenti scenari l'incognita è sempre dietro l'angolo, ma tu lo sai certamente meglio di me.
Può essere che siano stati i sali a darti problemi durante la corsa? A volte risultano di difficile digeribilità se sbagliano le concentrazioni. Concordo (anche per dare una risposta a StefanoStrong dal mio punto di vista) per la colazione leggera, l'ultimo carico meglio farlo alla sera: 'Riserve piene e serbatoio vuoto'.
er Moro ha detto…
vederti sconsolato con problemi domenica mi spiazzava ma capivo una cosa: sei umano anche tu ed onore al merito di averla chiusa come hai fatto! Grande Alessio
Giuseppe ha detto…
Il giorno dopo eri già in bici a faticare.
Grande auspicio per la prossima.

Comunque non hai mollato.

Benissimo.

Ciao
kaiale ha detto…
@ Franco, sai bene che le gare lunghe sono sempre un'incognita...sperio bene per il futuro

@Chico...a tavola vado davvero forte :)
kaiale ha detto…
Yò....ci siamo, ora tocca rimanere calmi e divertirsi.

Nino, grazie tante :)
kaiale ha detto…
Stefano....allora, colazione leggera perchè non avevo molto appetito.
per quanto riguarda i sali, quelli li erano troppo concentrati quindi probabilmente mi hanno causato problemi. per quanto riguarda i ristori ai miei atleti consiglio sempre di utilizzare solo integratori loro,opportunamente provati e riprovati in allenamento... quel giorno ho sbagliato a predere borraccia..dovevo prendere l'acqua.
kaiale ha detto…
Franchino, in gare lunghe così il problema è sempre dietro l'angolo. i sali troppo concentrati recano problemi quindi potrei dire che la causa sono loro.
concordo e sono un fautore: il caricp di energia si fa i giorni prima, la mattina della competizione serve a poco
kaiale ha detto…
Grazie Maurè....vederti mi ha fatto piacere. Tutti siamo uguali, non esistono superuomini :)

Peppe...chi si ferma è perduto :)
stefanoSTRONG ha detto…
a proposito di borracce...io al secondo ristoro ho cambiato acqua e sali...ma mi hanno dato sali al posto dell'acqua, così ho proseguito fino alla fine con 2 borracce di sali (che effettivamente non erano un granché piacevoli da bere) e senza integrare con acqua...
Diego ha detto…
Pensavo che eri partito in vacanza....(;-)....

Sei un ottimo atleta, ma devi lavorare sul mentale; ma c'è tempo sei ancora giovane !....(;-)....
Pimpe ha detto…
cavoli grande gara... peccato per quel gel mal ..digerito ;-)
fieno in cascina...
kaiale ha detto…
Diego, le gare lunghe si preparano pe il 50% con gli allenamenti fisici e l'altro 50% con la testa....li occorre tempo e maturità...non mollo :)

Pimpe...in fin dei conti è andata bene, sempre tanti km a buon ritmo
Anna LA MARATONETA ha detto…
Bravo, Ale...purtroppo inconvenienti di questo tipo sono consueti nelle gare di resistenza, ma tanto tu non molli!! Ottimo test, cmq...
Marco Bucci ha detto…
Sei stato in gamba lo stesso Alessio...
Master Runners ha detto…
Ciccio, io ho ricomposto i pezzi ...della bici!!! :D
Dai che era solo come preparazione, poteva andar meglio, si, ma pensa a luglio ormai!