lunghettino in progressione

dopo il bell'allenamento di domenica oggi ho ripercorso un lunghetto di 18km distribuito con una progressione di 5km in 5.
nel pomeriggio un temporale ha rinfrescato l'aria e reso davvero piacevole la corsa, sebbene fa ancora caldo e ho sudato molto.
sonon partito già bello arzillo, con le gambe che giravano bene.
i primi 5km li ho corsi facili,
poi ho incrementato la velocità, l'allenamento sarebbe dovuto essere a ritmo maratona, io l'ho corso a 3'55" costante, so che in gara non lo terrò, però mi piaceva stare su quel passo; poi ancora uno step di 5km a 3'50" (5secondi in meno)
poi 2km veloci a 3'45", ed infine l'ultimo km facile per defaticare.

un buon allenamento di qualità.
questa mattina invece in piscina buon allenamento con il solito programma 100+2x50 in soglia, un volume totale di 3200m

e ora una domanda,
in molti approcciano la maratona con le ripetute, variazioni...
ma...fare lavori a ritmo gara per lunghi tratti e altri tratti meno lunghi a ritmo maratona-5" non sarebbe più produttivo?

due approcci diversi a confronto, cosa ne pensate?

Commenti

antherun ha detto…
boh, credo che anche per la maratona le ripetute servano..non tiratissime, ma servono: si abitua il fisico a migliorare la soglia e di conseguenza l'andatura sui 42 viene corsa con minore sforzo..
Master Runners ha detto…
Credo tutto dipenda anche dal soggetto, c'è chi fa lunghi anche di 40km o più in preparazione, io non ho mai superato i 34
Certo non a quei ritmi la faccio ;)
Alzare la soglia comunque come dice Antherun aiuta ad affrontarla meglio sicuramente
stoppre ha detto…
io mentalmente le ripetute le patisco abbastanza, preferisco un fartlek. è tutta una questione mentale.
Anonimo ha detto…
good start