lunedì, giugno 21, 2010

GIULIANOVA E' SEMPRE GIULIANOVA

protei finire qui per questa sera.


non si può aggiungere altro.
quando torno li mi sento rinato.
è proprio vero, la città è bella, offre tanto, ti da tanto.
opportunità, svaghi, tante gente....ma come dice la Bandabardò in una canzone....
"Felicità, non è in città, viva la campagna"
Roma è fantastica, ma come tutte le città è caotica...e poi...non c'è il mare :)

inutile. quando non nasci in città, fai fatica ad abituarti. così è capitato anche a me.
mi trovo molto bene qui a Roma, sono riuscito a trovare un bel gruppettodi amici a lavoro (a Giulianova ormani non è molti), però non ò la stessa cosa.
4 giorni li, sebbene caotici per la grande festa, mi hanno fatto riassaporare la tranquillità e serenità. e senza vergogna dico che riprendere la routine mi fa paura e mi crea ansia.
se non mollo è solo per loro...spero bene.

poi viene il lato positivo.
sabato una festa fantastica. iniziata già dalle 10 di mattina:
addobbi, preparativi pre-cerimonia, foto, ultimi accorgimenti e sono arrivate già le 16:15..è ora di recarsi in chiesa.
da fotoreporter non ufficile mi sono divertito tantissimo.
poi la cena...
o meglio, la bevuta. credo sia stata la festa dove ho mangiato meno...
niente antipasti, erano a buffet. troppo impegnato con le foto...stessa cosa per i primi esecondi, ma fa nulla...il piacere di vedere le tre persone a me più care essere felici non ha paragone e bisogno altro.

ora ci sarà un vuoto in quella stanza, solo le foto che a tratti ricorderanno la nostra presenza..io sempre latitante, Stefano che ora non rientrerà più la sera...lei o lui che saranno gli ultimi a girare la chiave prima di spegnere la luce ed i primi (anche il sabato o domenica) a toglierla dalla porta.
beh forza rocce...la normale evoluzione della vita è arrivata anche in quella casa.
per sempre per lui...chissà per me.
e qui seduto in cucina, davanti alla tv... sale ancora più la voglia di essere li;
complice anche la visita veloce alla pizzeria........


venerdi: mattina 90km in bici con due salitelle
pranzo: nuoto, lavoro aerobico di recupero
sabato: corsa mattutina: 25km su lungomare...semplicemente fantastico.
domenica: lungo in bici..con le poche ora di sonno 120km con tre salite.

oggi solo nuoto: 4000m in totale.. le gambe dopo 4 giorni impegnativi si sono meritate un giorno di riposo.


modificato il blog...a lato troverete l'elenco degli sponsor tecnica.
ritirate le divise dalla Fasport,ora avrò un partner nella ditta NEROCORSA, per quanto riguarda la fornitura di occhiali sportivi. a presto una recensione sui prodotti che arriveranno in settimana

4 commenti:

MFM - bummi ha detto...

Io, come sai, sono del teramano interno. Sebbene sia nato e cresciuto a Roma le radici le ho sulle colline sotto al Corno Grande.
Ti capisco quando parli di senso di appartenenza e della sensazione che vivi quando torni nei tuoi posti.
Apparteniamo sempre ad un posto, almeno io sento che per me è così.

Marco Bucci ha detto...

Ti capisco... certe radici non si spezzano mai... sono una delle nostre certezze indissolubili.

Master Runners ha detto...

...non mi convincono tanto quella 'salitelle' in bici ....pendenza?
Comunque a Roma c'è il mare .......UN MARE DE TRAFFICO!!
hihihihi!!!

Anonimo ha detto...

veramente bello quelo che hai scritto Ale...solo una cosa quando ritorni da queste parti fai uno quillo...che almeno una birra insieme come i vecchi i tempi,non guasta di certo!
Auguri a tutta la tua famiglia x il lieto evento!
Ciao Rosy