giovedì, gennaio 24, 2008

24-01-2008

sempre più saltuari la scrittura sul blog.
questo non mi piace un granchè!
però la semplice causa di non avere internet fisso nella residenza aquilana mi distoglie dal relax serale di internet e mi fa passare di mente il mio amato blog.

ho trovato una valida alternativa comunque alle sere passate sul letto, con il pc sulla pancia, a rispondere alle mille discussioni sui forum, oppure a chattare con amici via msn.
ho riscoperto la bella passione della lettura:
la sera prima di dormire dedico sempre una trentina di minuti alla lettura di un buon libro.
ultimamente sto lasciando i temi sociale culturali (vedi la collana completa delle opere della Gruber), per leggere romanzi e racconti.
meno impegnativi e senza dubbio più scorrevoli, decisimente ideali prima di coricarsi.
tra dicembre e inizio gennaio ho letto due romanai:
- divisi da un inevitabile destino, di Giorgio Faletti;
- il socio, di John Grisham.
ora solo alle prese con il cliente, sempre di Grisham.
conoscevo questo autore solo di nome e per commenti altrui. leggendo i suoi libri scopro che è veramente bravo, mi appassiona ed intriga.
penna magica direi!

nella mattinata, grazie alla tecnologia skype, ho avuto l'opportunità di scambiare due chiacchiere con lo zio Ame....finalemente, anche se virtualmente, l'ho conosciuto.
è una persone che stimo, sempre prodiga di consigli...un atlate/uomo vero come ce ne sono pochi.
capace di diverirsi nel fare le gare, senza lo stress risultato.
questa è la giusta mentalità, che ahimè pochi, io compreso, faticano ad avere nell'approccio allo sport. infatti questa mattina non me la sono sentita di uscire sul presto per correre, non ne avevo voglia. mi sono rigirato nel letto ed ho atteso le 7:45 per alzarmi, fare una bella colazione, caricarmi e venire qui in laboratorio per svolgere qualche compitino d'ufficio ed aiutare il prof nel finire di preparare il seminario sul lavoro svolto a marsiglia.

la preparazione procede abbastanza bene, senza stress! anche perchè notando il numero di gare in calendario non c'è da essere molto felici e scrupolosi.
poche gare nelle vivinanze, vorrei tenermi come trasferta lontana solo Candia ed eventualemente Bellagio...due doppi olimpici, che quest'anno sono anche collocate temporaneamente in maniera ottimale: una a metà maggio, l'altra i primi di agosto, quindi tutto il tempo per recuperare tra le due.

1 commento:

AME ha detto...

troppo gentile Ale! comunque fa sempre piacere essere apprezzati come persona disponibile.Per quanto riguarda il mio approccio con le gare può non essere condiviso ma non avendo particolari obiettivi da raggiungere m'accontento solo di giungere al traguardo. Ormai gli acciacchi diventano sempre più numerosi e forse mi conviene tirare un po' il freno ed abbassare la velocità di crociera per non fondere il motore che viaggia da tanti anni senza sosta...:-)