nel vivo dell'attività

Sebbene questa settimana non abbiamo fatto esperimento, ho passato tutti i giorni qui in laboratorio.
c'è sempre qualcosina da fare: studio, riparazioni, analisi dati...insomma chi vuole lavorare ne ha.
oggi abbiamo fatto un escursus della bibliografia esistente al riguardo del progetto che stiamo portando avanti, in modo da prendere spunto,,ma non fare l'errore di indagare qualcosa già scoperto e saputo,.
diciamo solo una guida base per capire bene il punto di partenza per poi andare.

per me si è trattato di capire bene le nuove tecniche, analizzare i grafici di studi fatti da grandi ricercatori.
insomma un lavoro d'ufficio come lo definisce Aldo.

ho concluso tra l'altro in mattinata il test con Cristian, al cicloergometro per misurare il lattato stazionario, la VO2max e la fc a soglia,
almeno in bici so come posso e devo lavorare . mi ha fatto molto piacere prendere parte a questo progetto, sia per una mi utilità dei risultati, sia perchè credo che bisogna essere sempre disponibili nei confronti della ricerca...chiunque sia a proporti un protocollo sperimentale, anche invasivo che sia.

ci sono inoltre da preparare le lezioni per il corso di fisiologia dello sport al II anno di scienze motorie.
mi sono preso carico di scannerizzare le figure da posizionare nei powerpoint che il prof. utilizzerà durante le lezioni.
spero tra l'altro di avere la possibilità di tenerne una mia personale a riguardo dell'EPO, visto che sono abbastnza preparato in tema, magari si potrbbe riproporre una carrelata dibibliografica che ho utilizzato per la stesura della mia tesi.
in mente ci sono molti progetti e idee...bisogna però mantenere la mente sempre lucida e ragionevole.credo che con la pazienza otterrò risultati discreti.

il sacrificio alla lunga paga

Commenti

AME ha detto…
attenzione a certe affermazioni riguardanti l'epo altrimenti ti squalificano come il tuo ciclista corregionale........ah,ah,ah
ormai stai diventando un luminare della ricerca! Quasi quasi vengo a farmi studiare anch'io......