lunedì, marzo 19, 2007

giornata da dimenticare

18 marzo 2007
giornata fantastica: cielo sereno, sole alto, temperatura ottimale..pronti per la GRANDOFNO DEL CONERO.

ora 6 si parte, bisti gli stavizi di venerdi notte..sono in coma!!!!
mi prelevano in ritardo..con varie scuse e solite storie.
poi in autostrada il dramma: non hanno fatto gasolio e si ferma il pulmino. dico io ma come si fa?!?!?
fortuna si risolve e si riparte..
si arriva puntuali ad ancona.
tanta gente per la gara, stande bellissimi, bici spaziali, atleti prestanti e sqaudre ben organizzate.
si respira un bel clima.
ci prapariamo.
io faccio subito, cosa ci vuole a montare la ruota davanti e infiliarsi la divisa?
invece c'è chi è perfezionista, maniaco..anche se poi quando si stratta di dare il max non va!!!
risultato si fa tardi, partiamo la gara con 10' di ritardo.
hanno riaperto il traffico e noi sbagliamo strada, gira e rigira..nulla non si trovano insegne della corsa!!!!
poi la rabbia, lo sconforto..si decide per un giretto, ma non sappiamo le strade...indine 50k a cavolo lenti lenti e nervosi.
quindi che bilancio
sono andato ad ancona per fare km in bici lentissimi...potevo rimanere in casa a studiare e farmi 100km per la mi bella giulianova...

speriamo bene per il futuro,
cmq oggi smaltita la rabbia e a mente lucidi si riprende l'allenamento per le gare future

1 commento:

AME ha detto...

eccomi con il cazziatone ......quando si prepara un appuntamento sportivo o lo si fa seriamente oppure è meglio andare al concerto e scegliersi una granfondo più avanti e te lo dice uno che vive e viveva per la musica! Mi alleno un decimo rispetto alla maggior parte degli altri atleti ma la settimana dell'evento presto attenzione anche ai minimi particolari per evitare di fare caxxate che influiscano negativamente sulla prestazione. Devi già soffrire in gara se ci arrivi già in coma non mi sembra il massimo. Fine