domenica, aprile 28, 2013

Triathlon Olimpico San Benedetto del Tronto

GIOCO DI SQUADRA.

Già con queste 3 semplici parole si potrebbe riassumere la giornata di oggi e chiudere il post dedicato alla prima edizione del Triathlon Olimpico di San benedetto del Tronto.


Sveglia alle 5:45.
Colazione e sono in macchina.
25km per arrivare a destinazione. Non mi sembra il vero di fare una gara di Triathlon così vicino.
Nonostante tutto ci tengo ad arrivare presto e fare il tutto con la massima calma.

Pulmino Flipper che brilla al centro del lungomare.
Ritiriamo i pacchi gara e siamo pronti per sistemare il tutto in zona cambio.

La condizione non è delle migliori, o meglio non ho i ritmi per correre forte una gara così veloce.
Nel breve basta dire che mercoledì ho pedalato 120km e corso 16; giovedì pedalato 185km,venerdi corso 26km e nuotato 3000m....ieri altri 3000m in piscina...diciamo che l'ho presa davvero come allenamento.

Ma poi in gara tutto cambia e sappiamo bene come siamo fatti noi atleti agonisti.

Per l'occasione oggi si gareggerà anche per il titolo di campione regionale Marche.
Ci teniamo a fare bene, per noi, per la Flipper, Per il Presidente.
Occorre lavorare di squadra e fare il possibile per portare il titolo in casa.

Mare mosso e acqua fredda.
LA voglia personale viene meno, a tratti ho lo stimolo di togliermi la muta e sistemarmi tranquillamente a vedere la gara.

Non posso mi dico...si va.
Partenza dura...prendo il ritmo e fatico nelle prime bracciate.
2 giri con uscita sulla spiaggia. E' qui che vedo Zè e Fabrizio al mio fianco.
Ci siamo,ora siamo assieme e si fa la gara.
Usciamo bene e sfrecciamo in zona cambio.

Sono abbastanza veloce nel cambio e sono il primo ad uscire.
Attendo però...arrivano gli amici e si parte per la rimonta di chi è avanti.
Cambi regolari e ritmo serrato.

alla fine chiudiamo la frazione in 59, con una media superiore i 41km/h

All'ingresso in zona cambio mi rendo conto che il gruppo dietro di me era folto.
Azz, le cose si complicano.
Vedo Zè che parte alla rincorsa dell'avversario al titolo.
Per me gara fatta, ora posso rilassarmi e gestire.
Esco attardato, tutti fuggono e mi tocca rimontare.
3 giri di corsa....i primi 2km provo a forzare ma le gambe sono di legno, non girano e non vanno.
Mi rilasso e tutto va per il meglio.
Comincia la rimonta fino all'11° posizione.

Zè vince il Titolo così come Marina tra le donne.

Due titoli ragionali in palio portati a casa.
Tutti felici, Presidente esultante e per noi una giornata di sport puro che ci ha unito e ci ha fatto capire ancor di più quanto il nostro gruppo possa essere affiatato.

Personalmente soddisfatto....
Valido test in vista di domenica prossima a Barberino del Mugello, si comincia a fare Triathlon

domenica, aprile 14, 2013

Ancora mattoncini per la casa

Dopo l'uscita bici di ieri...fantastica, che mi ha impegnato gran parte della giornata:
210km con 2000mt di dislivello circa


questa mattina il secondo allenamento duro del weekend mi lasciava pensieroso:
ce la farò?

boh......

alle 7:45 sono sulla bici e già fa caldo.
Bene, iniziamo a formare l'abbronzatura da ciclista.
Parto tranquillo e la gambe non girano per il meglio.
Capisco subito che oggi sarà duro l'allenamento.
Primi 50' a ritmo gara...così a bomba,
poi  tranquillo.
Tutto in pianura per far girare le gambe

Casa, cambio veloce...
saluto alla mamma e si parte per la corsa.

Piano Ale, piano, senza forza...entra nell'ottica IM.
Le gambe pur volendo non hanno la capacità di fare ritmi veloci...così il tutto viene più facile, sebbene sento molto la fatica nella corsa...ma qui ragiono, penso e ho parole di qualcuno che mi frullano nella testa:
Correre da Triatleta.

Bene...ciaociao Garmin per la velocità, lo tengo per vedere il chilometraggio.

Lungomare, 3 volte il ponticello he collega Giulianova a Cologna, cercando di simulare il percorso run di Francoforte....
ritorno in casa con 2km di salita che si fan sentire, ma molto soddisfatto anche oggi.

totale 60km+26km di corsa

molto bene

sabato, aprile 13, 2013

lungo bike

Tanti km e tanto dislivello....

per oggi può bastare così :)

venerdì, aprile 12, 2013

Tempo di Gelati?

Questa settimana è arrivato il vero primo caldo.
Temperature in notevole  aumento, giornate piene di sole (anche se di notte qualche goccia di pioggia ci fa visita). Compagnia non tanto piacevole ce la offre il vento.
Praticamente costante dalle 8 circa fino a fine giornata, di conseguenza al sole si sta bene ma nelle parti ombreggiate il piacere viene meno.

Si inizia a vedere persone che passeggiano o corrono sul lungomare. Bici a passeggio, ragazzi in giro, gente sorridente e la cittadina di mare che torna a riprender vita.

Con le belle giornate ed il sole hanno riaperto anche le gelaterie stagionali, quelle che d'inverno son chiuse per capirci.
Come non cedere alla tentazione di un buon gelato da gustare sotto il sole, seduto su di una panchina o passeggiando sul litorale.
Non sono un'amante dei dolci, ma il gelato...beh il gelato fa eccezione.
Mi piace davvero tanto, prediligo i gusti frutta e appeno posso ne mangio uno molto volentieri.

Nutriente e rinfrescante, c'è chi lo sostituisce al pasto....anche io l'ho fatto nelle giornate più calde, magari dopo un bell'allenamento lungo...però non 1, ma 2-3gelati per reintegrare bene le energie.
Zuccheri semplice, proteine nobili del latte ed un gran gusto.
Come poter rinunciare?!?!?!?

ALLENAMENTI:
Giovedì: bici facile di recupero al mattino. 60km
               pranzo: nuoto con lavori di forza. tot 4500m

Venerdì: mattina corsa. 10x(2'veloci -2' lenti). tot allenamento 16km
               pranzo: richiamo di soglia. fase centrale 7x100in soglia. tot 3800m

mercoledì, aprile 10, 2013

Combinato Lungo

Allenamento fondamentale nella preparazione delle gare di lunga distanza.
Ritengo che il combinato, nel triathlon, sia un allenamento fondamentale sebbene debba essere opportunamente dosato e somministrato.
Bisogna tener conto di vari parametri nell'impostare l'allenamento e integrarlo nell'intero periodo di preparazione.
Capire ed accettare il proprio background sportivo, capire la propria capacità di recupero e come gestirla al meglio.
Per chi si avvina alla triplice disciplina consiglio sempre di non esagerare nel farli. Purtroppo l'eccessiva frequenza dei lavori combinati è il principale errore che molti amatori commettono.
L'allenamento combinato è si utile ma anche molto dispendioso dal punto di vista organico e necessita di un periodo di tempo, variabile da soggetto a soggetto, per essere metabolizzato e poter così produrre i suoi effetti.

Dopo anni di allenamenti e lavori specifici conosco il mio corpo e la mia mente (qui c'è ancora molto da lavorare per fare un ulteriore salto di qualità, ma sto provvedendo).
So che posso gestire i lavori combinati con una frequenza ravvicinata, purchè non siano ad alta intensità.
Appunto per questo oggi ho deciso di ripeterne un altro, anche se a distanza di 3 giorni da quello svolto domenica.

Innanzitutto si tratta di due lavori distinti.
Affaticamento in bici + lungo di corsa domenica.
Lungo in bici + breve corsa oggi.

Alle 7 sono partito per il mio lavoro.
Obiettivo in bici è stato quello di lavorare a ritmi soglia e lunghi tratti al medio, z4 e z3 rispettivamente.
Grazie all'utilizzo del powermeter riesco meglio a monitorare e gestire gli allenamenti, ed alla fine il risultato è sempre positivo.
5 tratti da 10' in z4, di cui il primo in pianura e gli altri 4 in salita ad 80rpm circa.
Ampi tratti al medio in posizione crono.
Con la temperatura calda di oggi l'allenamento è volato via piacevolmente e senza grandi stress per la testa.
Rientro in casa, cambio veloce, gel energetico e parto per la corsa.
Sono nella parte alta del paese, dove abito, quindi non propriamente pianeggiante come terreno.
Poco male, parto tranquillo e continuo a fondo lento, senza spingere eccessivamente in salita e controllando il passo nelle brevi discesa.

tot 120km in bici + 8km corsa.

Good job

martedì, aprile 09, 2013

Pane con lievito madre

Oggi mi va di scrivere un post che tocchi poco, si raso e distaccatamente l'allenamento.
Racconto di una passione, di un lavoro che mi ha fatto mantenere durante gli studi, che mi ha insegnato molto e mi ha lasciato tanto, sia professionalmente che umanamente.

Sfogliando un volantino i primi di dicembre mi sono deciso a confessare ai miei genitori la volontà di acquistare una macchina per fare il pane.
Temevo che la mia passione non fosse condivisa e capita. Pensavo di sentirmi dire "Ecco un'altra voglia matta che ha".
Invece no, complice anche un'offerta in ribasso del prodotto, i miei mi hanno assecondato e sotto mia indicazione si sono recati ad acquistarmi il macchinario.
Impasta, lievita, cuoce.
Chi non ne ha mai vista una?
Beh da quel giorno in casa non abbiamo più acquistato il pane.
Sono tornato a mischiare le farine, a sperimentare lievitazioni e tempi di cotture.
Varie tipologie di pane: con le olive, con le noci, integrale, al miele. Ogni giorno o quasi una ricetta differente, difficilmente identica.
Così mi è stato insegnato da mio zio in pizzeria, variare a seconda del tempo, dell'umidità, del tipo di farina....sempre alla ricerca di qualcosa migliore e di un prodotto qualitativamente eccelso.

Una volta condivisa e consolidata la passione in casa, con tanto di coinvolgimento di mia madre, l'ho buttata lì e ho proposto di provare a fare il lievito in casa: la Pasta madre.

Beh...prova, sbaglia, ci si riesce, vari rinfreschi...tentativi a buon fine, altri meno, alla fine sono arrivato a realizzarlo.
Non restava che provarlo.
La mia particolare farina integrale di Sorina, il mio lievito madre, acqua, sale e.....tanto tempo di lievitazione per ottenere finalmente un prodotto finito.

Felice del risultato, felice di sapere cosa mangio di farmi le cose da me e di riprendere e continuare a portare avanti una passione che mi ha sempre accompagnato....

prossimo step è tornare a fare la pizza... questa volta però con il mio lievito madre

ALLENAMENTI:
Lunedi: bici, indoor: lavoro si soglia per un totale di 1h40'

Martedì: mattina corsa, fondo medio nella fase centrale (10km). tot 15km
              Nuoto a pranzo. Lavoro misto aerobico-soglia. tot 4600m

domenica, aprile 07, 2013

3 giorni produttivi

Una settimana ottima davvero.
Tempo e temperature perfette.
Voglia ad alto livello.
Un giovedì tranquillo.
Un finale fiammante.

Andiamo per gradi.
L'allenamento di mercoledì non ha lasciato troppi strascichi e la giornata di recupero attivo di giovedì non ha fatto altro che contribuire all'assorbimento del carico e preparare l'organismo per 3 giorni di fuoco.

Giovedì.
Sveglia presto ma non mi va di correre...rimandiamo in serata. devo recarmi al centro di medicina dello sport per mettere l'eco-holter, quindi non posso tardare troppo.
Così niente....Macchinetta montata, i cavi degli elettrodi mi vengono fermati ben benino con un garza elastica che avvolge tutto il busto a mò di canottiera: sembravo una bella lonza pronta per la stagionatura.
Solita vita mi dicono ed io non me lo faccio ripetere due volte:
A pranzo bici in agilità, con un lavoro di recupero per un totale di 50km
La sera ne approfitto per sgambare e correre....pessima idea.
Fisicamente sto bene, gambe ok, cuore idem. Però il senso di costrizione causato dal busto di garza non rende piacevole la corsa.
Prurito e fastidio nei movimento.. faccio giusto 10km per giustificare il cambio di abbigliamento e la sudatina dei primi km.

venerdì mattina in programma c'era l'allenamento di qualità in corsa.
Boicottato senza pensarci due volte. Correre in quelle condizioni sarebbe stato controproducente sia fisicamente che mentalmente.
Così via verso il centro. Tolgo la macchinetta e mi sento libero.
A pranzo in piscina per il lavoro di qualità: 4500m con lavoro di soglia nella fase centrale per un volume di 1800m.....dura dura, ma con la compagnia di Giò tutto viene meglio.
La sera è il momento di recuperare l'allenamento di corsa.....
Qualità dopo un bel lavoro a nuoto non l'ho mai fatto e sono preoccupato.
Mi sbaglio invece.
14km in totale con fase centrale 2x3km in soglia rec 1km.

Sabato bici...lungo (il 3° della settimana) spezzato.
Al mattino presto 90km.
A pranzo altri 80km.
Il tutto con tanti lavori al centro e gambe che sono belle piene.
Per fortuna la serata da Biagio, con una pizza speciale (farina integrale Petra) sistema le cose e prepara il corpo per il giorno dopo.

Domenica con calma...
alle 8 sono in strada.
Partenza, via...40' a ritmo gara e10' in soglia. Una bella mazzata per iniziare e poi continuare a ritmo controllato...altri 10' in soglia, la salita per rientrare in casa fatta a buon ritmo e sono pronto per il vero allenamento della giornata.
Cambio tranquillo e parto per la corsa:25km con fase centrale in progressione...Testa ok, gambe un poco meno ma dopo la settimana passata ci sta tutto.
Ora si deve assorbire il lavoro svolto e compensare.

Ora ferie...non me ne vogliano gli atleti ma...da martedì a lunedi sera prossimo stacco con le preparazioni (sono 2 anni che non passo una domenica in relax...ogni tanto ce vo)....
tranquilli una settimana non cambia la vita :)

mercoledì, aprile 03, 2013

Mercoledì produttivo

Anche oggi è andata.
sportivamente parlando, per il resto mi aspetta ancora una metà giornata impegnativa: negozio e atleti...fortunatamente si continua a lavorare.

Passate le festività pasquali in ottima compagnia e tirando fuori ottimi allenamenti produttivi, ho continuato con il programma pianificato di avvicinamento agli obiettivi stagionali.

Come detto nei precedenti post, tre giorni tra sabato, domenica e lunedi, molto produttivo per quanto riguarda la componente allenamento, Km & intensità portati a casa.

Ieri ho tirato un poco il fiato svolgendo dei lavori di recupero a ritmo blando per assorbire il carico dei giorni passati.
un lavoro aerobico in piscina di 4500m e in serata sotto una bella pioggerellina 10km a ritmo tranquillo.

Oggi sono tornato a pedalare come ogni mercoledì.
Allenamento di oggi prevedeva volume ed intensità.
Obiettivo lavorare sulla forza: ripetute di forza in pianura,
Dopo qualche settimana ripeto questa tipologia di allenamento, estremizzandola molto.
Nella fase centrale 4x15' di rapporto duro a 65-70 rpm in posizione crono.
Gambe infuocate e stanche.
La presenza del vento ha reso il tutto a tratti più impegnativo ma va bene così...
A distanza di 48h ancora un bel volume sulle gambe che hanno reagito abbastanza bene: totale della seduta 100km

doccia, spuntino veloce....
finalmente mi sono recato da Oscar per il taglio di capelli...era davvero ora di decespugliare la testa.

Alle 12:30 ero in vasca per la seduta di nuoto.
3700m, anche qui seduta di forza con pull e pale. qualche 50 a ritmo veloce per svegliare le braccia dopo il lavoro di forza ed una bella doccia defaticante.

Per oggi può bastare così....
domani si prevede un giorno tranquillo, con tanto di impianto Eco-Holter

martedì, aprile 02, 2013

Triathlon, alleniamoci insieme: APRILE

Alcuni suggerimenti su come affrontare il mese di aprile per le gare di Triathlon su distanza Olimpico o 70.3

http://www.triathlontime.com/alleniamoci-insieme-il-mese-di-aprile/

lunedì, aprile 01, 2013

Pasqua & Pasquetta

Con oggi chiudo una 3 giorni molto produttiva dal punto di vista sportivo.
Tre giorni dedicati al volume ma anche all'intensità, molti i km che ho percorso in bici (320 circa in bici)
Benissimo l'incastro di tutto.
Ieri non ho fatto sentire minimamente l'assenza alla famiglia nella mattinata in vista della preparazione pranso di Pasqua.
Il tutto si fa per essere presente ed operativo, una mano alla mamma può sempre servire in questi eventi; da sola non sempre riesce ad avere tutto alla portate, ed a volte anche il semplice apparecchiare la tavola può risultare fondamentale come aiuto.

Sveglia alle 6 nono stante il cambio dell'ora. Fuori piove e c'è vento.
Cambio di programma. Non posso uscire in bici e rischiare.
La frazione bike del combinato lungo la svolgerò indoor.

1h30' con tanti tratti al medio prima di correre.
Il tempo di asciugarmi, assumere un gel energetico e parto per la corsa. Obiettivo 24km, da correre rilassato e senza smania del tempo.
Parto direttamente da casa e son bene che gli ultimi 2,5km di ritorno saranno in salita e si potrebbero far sentire, ma poco mi importa.
Una grande seduta di allenamento svolta.
Alle 10 sono già operativo per aiutare e fare il giro di saluti&auguri.

Un pranzo alternativo quest'anno...niente carna ma pesce, quindi tutto molto più leggero e meno elaborato ;).

Un giro sul lungomare nel tardo pomeriggio e serata in casa.
Domani si pedala.

Questa mattina sveglia ed uscita comoda.
Mi sono messo in strada alle 8:45, approfittando della bella giornata di sole ho pensato di godermela il più possibile.
Pantaloncino corto e magli manica lunga primaverile.
Clima perfetto per l'allenamento di oggi con tratti a ritmo gara e qualche salita.
In strada incontro qualche compagno di squadra e becco anche il Capitano.
Continuo con lui gran pare del giro.
Ottimo allenamento e 130km portati a casa anche oggi.

Step by step
è iniziata un'altra grande settimana