venerdì, novembre 30, 2012

Novembre di numeri

30 Novembre.
Si chiude un mese...il primo della preparazione per la stagione di triathlon 2013.

Dopo la bella e lunga  pausa di tre settimane ad ottobre, in questa mesata ho riacceso i motori, sceso in pista e tornato a faticare.

Poca qualità, volume in crescendo e voglia che torna ai livelli abituali.

C'è da perdere qualche kiletto accumulato con  il periodo post-gare 2012.

Diamo un poco di numeri dunque per conteggiare e riassumere questo mese trascorso.

Nuoto: 50km
Bici: 700km
Corca 150km
A questi vanno aggiunte le sedute di palestra, 3 a settimana.

Insomma....come inizio non c'è male

mercoledì, novembre 28, 2012

Flipper Stage: seconda edizione

Venerdi-sabato-domenica.

3 giorni di raduno con la Flipper Triathlon.
Quest'anno ci siamo promessi di inserire nella stagione sportiva dei raduni di  tre giorni.
Allenamenti e non solo.
C'è stato modo di faticare, sudare, stare assieme a cena, dare consigli e favorire l'inserimento in gruppo delle nuove leve.

Si è iniziato venerdi sera:
Piscina di Grottammare.
Alle 20:30 eravamo in vasca, suddivisi in due gruppi. circa 15-16 persone.
Una seduta di allenamento non troppo impegnativa ma cmq sia allenante.
E' stata colta l'occasione per lavorare un poco sulla tecnica e apportare qualche consiglio per migliorare.

Sabato mattina:
Giornata fantastica per svolgere una seduta di allenamento in bici.
Il gruppo risulta essere più numeroso rispetto alla precedente edizione: siamo circa un 30ina di persone.
Considerando il periodo stagione, gli impegni extrasportivi e le gare podistiche che impegnano alcuni alteti possiamo ritenerci più che soddisfatti della partecipazione.
Giro collinare...circa 90km con un discreto dislivello.
Ritmo gestibile per tutti e gruppo sempre unito e compatto.

Domenica:
il pezzo forte.
Corsa in montagna di 15 km, 900mt dislivello con a seguire  pranzo presso il rifugio Paci.
Ottima anche qui la presenza e la partecipazione.
Baciati dal sole e dalle temperature ancora gradevoli abbiamo scalato la montagna in compagnia e ci siamo dilungati a tavola e post-tavola fino alle 18circa.

tre giorni pieni ed intensi all'insegna della Flipper.
Il movimento e le iniziative crescono sempre più.....

giovedì, novembre 22, 2012

Adriatic Coast Run Extreme




10 giorni praticamente forse già 9 quando avrò terminato e come tutte le volte ti accorgi che il tempo è volato e di qui a poco sarai "maledettamente" in gioco .
C'è tanto da fare, tanto da seguire per l'organizzazione di quella che sarà la mia 1° avventura solitaria.
Già un mare di emozioni mi hanno pervaso e tante altre mi stanno girando attorno attendendo il momento giusto per trapassarmi con la loro intensità.
L'emozione, la gioia di sentirsi ben voluti è fantastica , i miei  amici, i conoscenti , la popolazione Cervese e del web mi sta seguendo  facendomi sentire il calore umano.
Mi gusto questa bellissima sensazione mentre già corro lungo quella linea azzurra tracciata sulla locandina dell'evento .
Corro non sapendo cosa, come, dove; con quel senso di ignoto che tanto mi affascina e mi rapisce.
Non programmare, imparare strada facendo ha un fascino incredibile per la mia persona , mi  fa battere il cuore donandomi il  fiato corto col suo sapore dolce e stancante allo stesso tempo.
Due mesi ormai caratterizzati da spazi vuoti riempiti  per dare il massimo della visibilità ad Adriatic Coast Run Extreme, spesso intersecandoli , sovrapponendoli ....  come le donne, due tre cose allo stesso tempo :-)
L'ottenere visibilità ha una doppia valenza:
- dar risalto alla mia immagine di ultra-atleta (definizione usata in questo tipo di sport)  e sopratutto dare risalto all'importante raccolta fondi lanciata da Amref Italia Onlus "Stand Up for African Mothers"  cosa che mi fa un gran bene al cuore.
Per far sì che la visibilità aumentasse, in questi due mesi che mi accompagnano al 26 novembre,  ho scritto veramente a tutti , tutte le compagnie televisive del panorama italiano, regionale, locale,  a un mare di trasmissioni tv/radio, a grosse aziende inviando richieste di piccole partecipazioni .
Mai preteso niente, non penso di poterlo fare,  non mi sento nessuno per farlo.
Sono sempre rimasto nel mio piccolo proponendo un evento che con un minimo di lavoro potrebbe diventare qualcosa di interessante fornendo un piccolo ritorno pubblicitario anche grazie al lavoro che faccio io ( obiettivamente credo di fare un discreto lavoro).
Oggi, a fronte di tutto questo lavoro fatto , mi ritrovo con un piccolo senso di delusione dentro , non per non essere riuscito a far breccia ed entrare in certe trasmissioni piuttosto che in altre ma per la quasi assoluta mancanza di rispetto .
Non dico una risposta, anche se un " grazie non siamo interessati" è sempre gradito e apprezzato, molto più  del silenzio assoluto ma almeno la notifica di lettura.
Immagino le migliaia di richieste che ricevono le grosse aziende,   ma .......Santa Madonna , una volta aperta la mail .... che differenza fa cliccare sul si al posto che sul no?
Non sarebbe più rispettoso nei confronti di chi, comunque, propone qualcosa ?
Mail, Facebook, twitter ...aziende prese da più fronti  ma ...niente , silenzio assoluto.  BLEAH !!!
Fortuna che c'è sempre l'eccezione,   quei gran signori del Trio Medusa (loro rispondono... addirittura) così come i ragazzi di Radio Rai  sia 1 che 2 ;  l'amico Moko (conosciuto fuori da Radio Deejay a Riccione nel pieno di una sua divagazione ciclistica) mi ha dato spazio sulla Web Radio Cross radio ,  Ricky Mezzera mi ha riportato su radio Ironman, Radio Rai 1  "Zona Cesarini" mi ha fatto un intervista telefoni di 10 minuti , Veronica mi pubblicizza random l'evento nella propria emittente Veronica My Radio.
Tutti o quasi tutti gli speaker di Radio Deejay si sono prodigati per dare risalto al mio evento , tramite Retweet su Twitter, spazi nelle proprie pagina FB e nominando Adriatic e Pelo durante la loro diretta , non ultimi i ragazzi di Rumours  con la loro Skaya Tv  coi quali  in modo molto ironico ci siamo divertiti a registare interviste al confine del serio.
La presenza di Matteo Scarabotti, responsabile eventi di Amref Italia Onlus, alla serata di presentazione mi ha lusingato ed inorgoglito.
Oltre a loro tanti altri grazie e strette di mano sentite per tutti coloro che appaiono nella locandina ufficiale, per il comune di Cervia che finalmente mi supporta permettendomi di portare a spasso il nome della mia cittadina.
Poi c'è Terry  il mio accompagnatore ufficiale (grande esperienza al decaironman Italy) ,  colui che è amico e mamma allo stesso tempo e che nonostante lo mandi, ogni tanto, nel casino  continua imperterrito a seguirmi permettendo alla mia mente di concentrarsi solo sulla corsa, certa che a tutto il resto pensa a lui.
Non è poco ...... anzi  è proprio molto .
Il camper ufficiale , messo a disposizione dall'amico Matteo Semprini,  ospiterà i miei riposi, sarà la base ufficiale della tecnologia dalla quale partiranno gli aggiornamenti, considerazioni  e potrà ospitare anche chi volesse accompagnarmi e seguirmi da vicino facendo anche compagnia a Terry .

Il 26 novembre è lì, già lo vedo col suo sorriso, non vedo e non voglio vedere il meteo previsto , scoprirò anche quello strada facendo.
Quindi VIA !!!  sperando in assenza di precipitazioni , nell'accompagnamento della buona sorte e che il fisico, la mente non cedano prima di Santa Maria di Leuca.

Il rumore del mare, il vento nelle orecchie, lo scandire dei miei passi e il mio respiro ..... la voce di Terry , ahimè :-) ,  saranno la vera colonna sonora di quella che ironicamente amo chiamare "la mia transumanza verso il sud" , la nuova canzone di Lorenzo l'accompagnamento musicale.
Sempre diverso, dinamico positivo e profondo,  si sposa bene , o almeno io lo "sposo" bene con la mia filosofia .
"Tensione evolutiva"  uscita in questi giorni ...... mi piace, mi è piaciuta subito e posso equipararla, già dal titolo, al momento che sto vivendo.
Tensione ..... c'è  e come se c'è.
La sento aumentare ora dopo ora , giorno dopo giorno.
Gentilmente mi accompagna  dimostrandomi che la passione è viva ,  la voglia di misurarmi con me stesso non accenna ad attenuarsi , la curiosità di capire cosa succede portandomi un gradino oltre, esplorarmi , uscire da me stesso per osservarmi da fuori .....vivere la tensione in senso positivo, senza temere, ....lei non mi farà male.
La certezza che è già una vittoria solo per non aver accettato l'ipotesi di rimanere stabile  a casa.
Evolutiva,  l'evoluzione  di questi ultimi anni  è tangibile dentro di me  , la vedo, la sento.
Da fuori sempre uguale, il solito "buffone" che salta, ride, gioca, corre ma dentro profondamente diverso.
Sono cambiati gli approcci, la mentalità, il modo di respirare e vivere l'emozioni.
L'esigenza di viverle tutte non tralasciando neanche quelle più piccole.
Imparare a conoscersi , a convivere con le paure (quelle che ci salvano la pelle), saperle gestire, capire che non è poi così' difficile vincerle o se non vincerle imparare ad andarci d'accordo, dirigere il pensiero verso al lato più positivo, sentirsi,  respirarsi, captare le più piccole sensazioni.
Una mente modificata che non teme più l'affrontare la sfida ma ne trae godimento.
Saranno 10/12/14  non so quanti, sicuramente lunghi, duri, freddi ( in condizioni di stanchezza  estrema il freddo non si combatte neanche col piumino) nei quali il tempo a fatica scivolerà sulla pelle.
Ti farà sentire  in realtà quanto può esser lungo il passaggio di un minuto staccandoti dal solito ed inesorabile susseguirsi di Sabati e Domeniche.
Inesorabilmente il tempo passa , è la mia certezza , "domani arriva sempre" mi ripeto ogni volta che il pensiero tende a flettere le gambe.
Ho la grande fortuna di riuscirlo a riempire con le mie passioni , di questo ne vado fiero e ne sono infinitamente grato a Giuly e Paolo  che , per errore mi hanno concepito ( si ...non ero nei programmi.)... ma questo gliel'ho sempre perdonato visto l'amore che hanno riversato su di me.
Trasmettere emozioni , cercare sempre di far sorridere, regalare sorrisi e buon umore a chi entra in contatto con me ......un  evoluzione  ..... Andrea Pelo di Giorgio non più Pelo  .... un evoluzione anche nel nome.
Il sorriso, la tensione, solo un grande dispiacere, staccarmi da Rodolfo e Matilda (i bimbi inglesi) per così tanto tempo.
A loro non puoi spiegare la tua assenza , la vivono come un abbandono  sigh.
Mancheranno le loro buffe espressioni e il modo di dimostrarmi il bene che mi vogliono ma saranno belle le feste al mio ritorno.
Paola non ci sarà ....mannaggai al lavoro ,  ma  sarà comunque con me passo dopo passo, giorno dopo giorno .

Sarà un altro segno, un altro libro che inserirò nella mia scansia mentale e che, chissà, magari un giorno racconterò ad un mio futuro figlio o ad un nipote  perchè ,in fondo , come ho sentito dire ad Aldo Rock,  "nella vita ti sentirai qualcuno solo se hai qualcosa da raccontare e qualcuno che ti ascolta"

pioggia
vento
sangue nelle vene






 http://andreapelodigiorgio.blogspot.it/

martedì, novembre 20, 2012

Quarq

 
 

http://www.quarq.com/cinqo_fsa


mah...
ci sto pensando su da un poco di tempo....la scelta è ormai fatta, mancano alcuni dettagli ma quasi sicuramente questo strumento mi accompagnerà per il futuro durante i miei allenamenti in bici e durante le gare di triathlon


domenica, novembre 18, 2012

Lungo uggioso

Anche qui sembra voler arrivare l'inverno.
Sebbene le temperature ancora rimango relativamente alte il cilma sta lentamente variando.
Ieri un giornata uggios aci ha accompagnato e questa mattina al risveglio una leggera pioggerellina ha scombussolato i programmi sportivi del fine settimana.

Strade bagnate e pioggia: meglio non rishciar el'uscita in bici.
Appuntamento con Francone rimandato.
Dopo un breve summit telefonico (mi ha fatto strano sentire Franco al telefono alle 7:30 di mattina...solitamente porta sempre e comunque ritardo) si è deciso di strcene buoni buoni, non pulire le bici al rientro e perchè no...non rischiare di finire con il culo a terra.

Cambio di programma dunque, si anticipa la corsa programmata per il pomeriggio.
Pantaloncino corto e maglia a manica lunga.
Temperatura gradevole e sebbene piovesse l'idea di indossre ilk-way o l'antivento non mi andava giù.
Esco così....un poco di pioggia non  mi fara di certo male.

Corro solo, tranquillo e rilassato, senza forzare.
poco prima del consueto giro di boa incrocio alcuni amici podisti, anticipo il dietro-fronto e mi unisco a loro.
Il ritmo è di quelli calmo-andante ma mi sta bene.
Li accompagno fino al loro arrivo e proseguo in solitaria per concludere i miei 14km di lungo domenicale.

Bello fresco e bagnato torno in casa:
il primo lungo è stato fatto....sembra strano deto così: lungo di 14km!!! ma da qualche parte si deve pure sempre ricominciare

sabato, novembre 17, 2012

primo ciclo

Ci siamo.
Con domani saranno 3 le settimane di ripresa dell'allenamento per la stagione 2013.
Sono state 3 settimane di ripresa.
Volume non eccessivamente ampio, intensità moderata (per ogni disciplina una sola seduta con un piccolo accenno di qualità), durate variabile ma sempre e comunque breve.

Non ho fatto molto caso alla routine, a qualche allenamento saltato o mancato.
Non ho dato molto peso alla continuità metodica che sono solito attuare.
Una ripresa soft, graduale e progressiva, così potrei definire queste 3 settimane.

Nella corsa e nella bici ho svolto lavori aerobici, qualche accenno al fondo medio in bici e degli interval training nella corsa.
Km settimanali per queste due discipline molto bassi rispetto i soliti standard.

Discorso differente per il nuoto. Dopo una settimana iniziale di vasso volume, sono seguite due settimane in cui progressivamente mi sono portati a validi livelli in termini volumetrici.
Molti lavori di tecnica ed andature; lavori di forza con palette e qualche accenno alla soglia.
Ho cercato di curare il più possibile il gesto, la bracciata e lo scivolamento; ho dato poco peso a tempi e percorrenze....sono all'inizio e c'è  tempo per aumentare.

L'aggiunta della palestra, per 3 sedute settimanali, ha fatto si che alcuni allenamenti spefici venissero meno: tutto questo l'avevo messo in preventivo.
Tutto ciò non mi preoccupa più di tanto visto che ho deciso per il 2013 di concentrarmi bene sulla triplice senza farmi troppo distrarre dalle altre gare.
Di conseguenza non essere al solito livello nelle podistiche qui vicino non rappresenterà un problema, anzi propositamente le affronterò come allenaemnti di qualità e costruzione.

Da lunedi però si riprende con la solita meticolosità e costanza....mano mano si comincia a far sempre più sul serio

giovedì, novembre 15, 2012

metà settimana

Con ieri si è arrivati a circa metà settimana.

3 giorni di allenamenti costruttitivi e lavori molto produttivi, non solo dal punto di vista sportivo personale ma anche e soprattutto professionale.
altri atleti che si aggiungono alla scuderia da allenare e seguire, la voce che si spande progressivamente ed il passaparola portano qualche nuovo amante dello sport ad avventurarsi in allenamenti più mirati e ponderati.

Grazie al ruolo di tecnico che ricopro nella Flipper triathlon ho possibilità di avere maggior contatto con atleti e non per pianificare progetti e lavori futuri.

Già in questa settimana stiamo lavorando per l'organizzazione del prossimo stage di allenamenti Flipper che si terrò nei giorni 23-24-25 di novembre.
Altri lavori prendono forma e si spera possano avere una continuità futura.

Gli allenamenti personali continuano anche con la complicità dle meteo che mi sta permettendo di fare tutto ciò che c'è di programmato.

lunedi: corsa 12km in progressione + palestra
martedi: bici facile di 45km al mattino
              nuoto aerobico di 3700m all'ora di pranzo
mercoledi: bici 55km con lavori di agilità a fondo medio
                   palestra in serata

lunedì, novembre 12, 2012

Palestra

Può suonare strano alle orecchie dell'atleta di endurance, abituato a passare ore ed ore senza sosta ad allenarsi.
La ricerca costante del peso forma migliore, la paura di aumentare di qualche etto rispetto il proprio peso ideale....che poi è sempre mal valutato e stimato, visto che in pochi si sottopongono ad una visita plicometrica e/o bioimpedenziometrica.
La pusa quindi di aumentare peso, di perdere elasticità muscolare, a volte rende restio l'atleta di resistenza a recarsi in palestra e lavorare sul potenziamento muscolare.

Molti sono i vantaggi dell'allenamento in palestra:-
- Incremento della forzxa muscolare
- Rafforzamento di tendini ed articolazioni.
- Incremento della contrazione tonica muscolare.
- Miglioramento contrattile della muscolatura posturale, importante in qualsiasi  attività, fondamentale nell'attività sportiva.

Dopo qualche anno ho deciso di reintrodurre nel mio programma di allenamento il lavoro in palestra.
2 mesi e mezzo di pesi e macchine suddivisi in vari cicli finalizzati a stimolare e migliorare determinare capacità.
Il tutto svolto in modo tale da non andare a compromettere la principale attività sportiva.

Ho pianificato il tutto in 3 cicli:
1° ciclo: INTRODUTTIVO: durata di 2 settimane, 3 sedute di allenamento a settimana. Questo ciclo mira a prendere o riprendre confidenza con gli esercizi in sovraccarico, sia a pesi liberi che con l'ausilio delle macchine. Lavoro basato su alte ripetizioni (20 ripetizioni) e brevi tempi di recupero (1' tra le serie) al fine di creare una base per i successivi lavori.

2°ciclo: FORZA RESISTENTE: durata di 6 settimane, 3 sedute settimanali. L'obiettivo è quello di stimolare le fibre muscolari bianche veloci a migliorare l'alternzanza della contrazione msucolare, al fine di tollerare per un tempo maggiore a contrazione stessa. quindi serie da 12-15 ripetizioni, con carichi leggermente maggiori (75% del carico massimale), con recupero sempre stretto a 1'.

3°ciclo: FORZA: durata 2-4 settimane, 3 sedute settimanali. L'obiettivo è quello di incremntare la forza contrattile. Una volta migliorata la capacità del muscolo di contrarsi andiamo a migliorare la capacità di produrre un maggior lavoro da parte delle fibre stesse. Qui andremo a lavorare con carichi impegnativi (85-90%) del massimale con brevi ripetizioni (6-8). Qui irecuperi saranno più ampi per dare la possibilità ai muscoli di rigenerare la scorte di Creatinfosfato (CP).



venerdì, novembre 09, 2012

Triplo

Detto fatto.

Dopo l'allenamento faicle in recupero di ieri, oggi ho datto una bella spremuta al motore.

Uscita presto in corsa.
Alle 6:30 sono già sul lungomare di Giulianova.
Ancora un poco buio, il sole inizia però a ravvivare il mare e la spiaggia.
Occhiali con lenti trasparenti, fascia per riparare testa ed orecchie.
Parto per il mio allenamento di qualità. Interval Training in qeusta prima fase di preparazione.
15' di riscaldamentto
10x(1' a 3'30-35" - 2' a 4'10-4'15")
defaticamento
per un totale di 14km.

Primo allenamento di qualità in corsa da fine settembre, le gambe non girano bene inizialmente, poi via via sempre meglio fino a prendere fluidità e reggere bene i ritmi e la falcata.
A livello cardiaco la fatica si sente e la forma persa contribuisce a rendere più duro il tutto, ma va bene così sono all'inizio e dopo aver distrutto la forma precedente posso pensare a riscostruirla con molta gradualità.

Ore 12:40 in piscina,
lavoro misto Aerobico/soglia per un totale di 3500m.
Un poco appesantito di braccia e cmq non perfettamente recuperato dall'allenamento mattutino.

Il tempo di asciugarmi, vestirmi e rimettermi in macchina verso la palestra.
Seduta di pesi leggera, solito Circui Training introdutttivo.


Ale 15:15 sono fuori dai giochi, allenamenti finiti ed un panino per pranzo mi sistema lo stomaco.

Tre allenamenti intesi ed impegnativi, prima vera grande mazzate della preparazione, ora attendo e vedrò come reagirà il fisico a questo stimolo.

giovedì, novembre 08, 2012

Easy swim training

La ripresa degli allenamenti è soddisfacente e stimolante.
Dopo la prima settimana introduttiva a ritmi e volumi non troppo massacranti, ho cominciato  ad incrementare le sedute allenanti.

Oggi una seduta singola di allenamento, solo nuoto con lavori di forza per dare possibilità al motore di recuperare ed alle braccia di faticare ancora un poco e incrementare la capacità di reistenza sul lungo periodo.

Ritmi aerobici curando il gesto.
Braccia e spalle pesanti, come normale che sia in questo periodo di ripresa e soprattutto grazie anche all'introduzione della palestra che progressivamente iniza a farsi sentire.
lunedi-martedi-mercoledi sono tornate le doppie sedute di allenamento.

Oggi invece seduta singola.
Domani è prevista una triplice seduta, mentre nel weekend tempo permettendo mi dedicherò alla bike

mercoledì, novembre 07, 2012

Allenamento in palestra

Da lunedi ho iniziato il mio programma di potenziamento e riequilibrio muscolare in palestra.

Semplici sedute di 40-45' a completare quelle del programma introduttivo e di preparazione generale della nuova stagione sportiva.

Due mesi di attività in palestra per 3 volte a settimana.
Le prime due settimane saranno introduttive, finalizzate a riprendere confidenza con il gesto tecnico, con le macchine e pesi liberi.
Seguiranno 6 settimane di circuit training: esercizi da svolgere in successione per un numero di ripetute da 20 a 15, per un incremento delle serie del circuito settimanale.
Infine chiuderò il ciclo con 2 settimane finalizzate alla forza vera a propria con lavori mirati ed eseguiti a basse ripetizioni e carichi più consistenti.

Sarà un semplice contorno alla normale attività sportiva.
Quest'anno cercherò di meglio focalizzare l'attenzione verso la gara del 7 luglio, tiducendo le gare podistiche o comunque parteciparvi senza ricercare il ritmo e la prestazione assuluta. Saranno puri e semplici allenament da svolgere in gruppo.

Domenica scorsa ne è stato l'esempio.
Corsa D'Lù Becc a Colli del Tronto (AP). Corsa podistica di circa 8km; percorso impegantivo dal punto di vista muscolare, non propriamente veloce come gara.
Mi ero prefissato di partecipare come allenamento e così è stata.
un fondo lent in compagnia  di alcuni amici flipperini.
33' a qualche secondo a dimostrare perfettamente lo spirito con cui ho preso parte alla gara e l'intento non bellicoso della domenica, coronata con un bellissimo pranzo assieme ed un primo pomeriggio divertentissimo e spensierato....ancora animi e mente liberi dall'agonismo, ma sul procinto di rimettersi in gareggiata per il lungo inverno

sabato, novembre 03, 2012

Oggi nuoto, domani gara

Sabato semplice quello della prima settimana di allenamento.
Contrariamente a quanto sono abituato, questo sabato non ho nè pedalato nè corso.

Con tranquillità mi sono alzato, 30' di CORE-TRAINING sulla fit-ball, doccia, colazione e lavoro.

Alle 12:30 in piscina.
Seduta di allenamento non troppo impegnativa.
2500m tutti a ritmo aerobico, con lavori di tecnica e nuotate miste.

Antipasto per domani.
Prenderò parte ad una 10km a Colli del Tronto, gara organizzata dalla mia nuova società di podismo con la collaborazione della Flipper Triathlon.
Senza alcune velleità di risultato domani sarò li, per fare un bell'allenamento, far ritmo dopo tanti mesi, per poi pranzare e passare un pomeriggio con gli amici e compagni di squadra.

Ancora così fino a fine anno...poi anche la vena agonistica tornerà ai soliti livelli

giovedì, novembre 01, 2012

Il primo lungo

Della preparazione 2013!

Oggi non era previsto l'allenamento in bici.
Si pensava di andare in montagna: corsa+pranzo con i compagni della Flipper.
Poi negli ultimi giorni il meteo ha modificato le sue intenzione, temperature in calo, pioggia e temporali...troppo rischioso andare in montagna per correre; più che rischioso di rei poco divertente.
Così dopo  un consulto via e-mail con il Capitano, mi hanno comunicato la decisione saggia di rimanere tranquilli e beati nei nostri paaesini e con i nostri soliti allenamenti.

Tutto cambia quindi.
Confido nel meteo, mi dicevo ieri, ma la pioggia cadeva e non sembrava voler cessare.
E' stato così fino a mattino presto.

Poi più nulla.
Un cielo limpido ed un bel sole, temperature in rialzo: si esce a pedalare.
Appuntamente ora 8 al Caprice con un gruppetto di amici.
In preventivo un'uscita, andatura tranquilla.

Così è stato.
Percorso paesaggisticamente bello, da Giulianova fino a Teramo passando per la Specola (una salita lunga ma ben pedalabile), poi in picchiata verso il mare.
90km per riprendere, per togliere la ruggine e ritrovare la condizione, il cuore non è allenato ma c'è tempo e voglia per ritornare a buon livello