sabato, dicembre 31, 2011

bilancio annuale

Eccomi qua,
a tirare le somme del 2012.
PArlerò solamente del lato sportivo, motivo reale del bolg :)

che dire, tutto è iniziato bene, con qualche intoppo, proseguito alla grande e finito bene.
Rappresentando graficamente l'annata la potrei disegnare come un'iperbole a livello di prestazione:
- inizio anno tranquillo, la mezza maratona dei Magi il 6 gennaio conclusa bene ma poteva di gran lunga andare meglio (ma ci accontentiamo); mezza maratona di Centobuchi saltat causa infortunio alla caviglia.
- fase calda ottima!!!!! Vittoria del titolo italiano di catergoria nel triathlon lungo di Candia (metà maggio), 22° assoluto al traithlon 70.3 di Pescara (12 giugno); 9h25' all'Ironman di Klagenfurt!!!!!!!! (e che di vuoi di più dalla vita?!?!?!); 8° assoluto al traithlon 70.3 dell'Elba (poi come noto mi sono fatto squalificare).
- finale col botto...preariamo la maratona di Firenze. La stanchezza si è fatta sentire. una mezza maratona a Pescara conclusa sottotono, sebbene il miop 1h18' l'ho sempre stampato; Maratona di Firenze sofferta, vari problemi il giorno prima e durante, 3h01', ma la giornata e la compagnia hanno fatto da cornice ad un gran weekend sportivo; infine dicembre, con la mente già alla preparazione verso zurigo (fatti: 48km nuoto; 1200km bici, 200km corsa).

Quindi così.
che dire....un'annata molto soddisfacente sia per me che per tanti altri ragazzi :)

vorrei trarre in riassunto, conteggio kilometrico delle 3 discipline ma...nel mese di luglio-agosto non ho annotato tutto, quindi non ho una stima reale.
Solo la corsa può fare affidamento, poiche correndo con il Garmin ho potuto scaricare tutto su Garmin Connect.
dunque, si ci siamo....il totale podistico è:
2523Km

che dire
buon fine ed inizio anno a tutti

giovedì, dicembre 29, 2011

ciclomulino

Giornata romana oggi.
Toccata e fuga nella capitale, per la precisione nei laboratori dove ho svolto il dottorato di ricerca.
Sto ultimando la presentazione da illustrare il giorno della discussione della mia tesi finale.
Tesi che raccoglierà il lavoro di 3 anni passati nell'ambito della ricerca.
Anni con tanti lati sia positivi che negativi; peccato che negli ultimi mesi qualcosa si è perso a livello personale con alcune percosone con cui ho collaborato, pazienza, il mondo e la vita vanno avanti.
Fa strano vedere la postazione sperimentale (set-up) dove ho passato giornate, festività, ore ed ore di lavoro,ferma e inoperosa. Qualcosa è cambiato?!? No, semplicemente è accaduto ciò che pensavo, nessuno è indispensabile però.... via uno oggi, via uno domani, ci si trova soli a dover svolgere compiti che il tempo, la presunzione e l'adagiarsi alle situazioni di comodo, hanno portato lontatno dalla nostra capacità e praticità realizzativa.
Così cosa vedo, un laboratorio spento, senza anima e spirito esplorativo, senza quella passione che dovrebbe caratterizzate ed avvolgere il mondo della ricerca di base....


Rientro a Giulianova presto, alle 17:30.
Bene c'è anche il tempo per fare un allenamento di bici indoor sul ciclomulino.
15'risc
10x(1' vo2max - 1'lento)
5'fl
10x(1' vo2max - 1'lento)
5'fl
5'fl
10'defa

perfetto....sono abbastanza lesso e per oggi può bastare

mercoledì, dicembre 28, 2011

TEST DI MADER

Al fine di rendere utilizzabile la cinetica dei lattato per il controllo e la programmazione
dell'allenamento Mader et al. (1976) hanno definito la soglia del lattato: la zona di passaggio tra la prestazione del metabolismo energetico muscolare coperta da quello puramente aerobico a quella nella quale interviene parzialmente anche il metabolismo anaerobico-lattacido. Questa zona caratterizza la capacità di prestazione di resistenza, se con essa si intende la massima capacità di prestazione, che sul piano energetico è coperta per via puramente aerobica. La soglia aerobico - anaerobica, come avviene in tutti
i processi biologici, non viene superata repentinamente, ma con gradualità. Quale criterio per il rilevamento della soglia aerobico - anaerobica nelle prove ergospirometriche può essere scelto l'incremento dei lattato nel sangue periferico a 4 mmol -1 -1, ad esempio durante un test incrementale. A tal proposito è importante ricordare che Mader et al. (1976) nella descrizione della loro metodica hanno fatto riferimento ad alcune condizioni essenziali, che purtroppo ancora oggi, probabilmente per ignoranza dei rapporti fisiologici, sono motivo di controversie. Ad esempio la durata dei carico di lavoro non dovrebbe essere inferiore a 4 min, meglio se è tra i 5 e i 10 min, altrimenti, come è accaduto, si può incorrere in equivoci sulla utilizzabilità e la validità dei concetto di soglia aerobica - anaerobica. Ad esempio, utilizzando una metodologia dei test basata su criteri tradizionali,
con carichi di lavoro di durata relativamente breve (2 o 3 min), un ricercatore critico si sarebbe dovuto accorgere che, nel caso di un esperimento diretto a validare i risultati di una ricerca (ad esempio, carichi di lunga durata in laboratorio o in campo), questi non sarebbero stati confrontabili. Invece molti altri ricercatori hanno cercato di mettere a punto numerose altre metodologie di soglia. Riassumendo, si può affermare che Mader et al., stabilendo la cosiddetta "soglia fissa a 4 mmol -1-1, hanno ricercato un criterio che permetta la quantificazione di quella prestazione che sia tollerabile per un periodo di tempo più lungo



Questa sera ore 18:30 presso il negozio "Brian's Bike shop" in Ascoli Piceno, effettuerò una dimostrazione pratico/teorica dell'applicazione del test di Mader per il Ciclismo.
Sarà un'occasione per presentare la collaborazione che da febbraio avvierò con il proprietario del locale, Giulio Fazzini (ciclista e biker), in qualità di preparatore e biomeccanico.
Ci sarà la possibilità di vedere in loco lo svolgimento per intero di tale protocollo di valutazione funzionale, capirne l'utilità e il seguente impiego ai finiti di una preparazione fisica annuale.

http://www.facebook.com/events/213163805433598/

lunedì, dicembre 26, 2011

Ponte del mare Pescara

Uscita in bici questa mattina.
Appuntamento ore 8:15 al Caprice, come sabato scorso. Stessa gente, con qualche aggiunta.
Ezio ed il gruppo di San Benedetto ci avrebbero raggiunto per poi proseguire insieme verso sud, direzione Pescara.
Una volta sul posto di ritrovo si decide di andare incontro, verso nord, ai compagni del gruppo marchigiani.
Mentre iniziamo a pedalare vedo e saluto gli amici podisti, ieri hanno saltato l'allenamento ed oggi hanno intenzione di recuperare. C'è più movimento; si sa, il giorno dopo le grandi feste sono tutti svegli di buon ora per smaltire gli eccessi culinari del giorno precedente.
Siamo in una quindicina nel totale.
Giornata fredda ma soleggiata.
Io ed Ezio apriamo la strada per tutti i 50km di andata che ci porteranno verso Pescara.
Si chiacchiera tenendo un gran bel passo.
Poco traffico, strada libere e si può alzare un poco la media oraria.
Giro di boa al PONTE DEL MARE di Pescara.
Pausa. Foto di rito in gruppo.
Caffè.
Ed eccoci di nuovo sulla strada del ritorno.
Pedalata facile in pianura oggi.
Un bel gruppo.
Un totale di 120km in 3h45' o poco più.

Un bel pranzo famigliare e pomeriggio rilassanti con i nipotini

domenica, dicembre 25, 2011

lungomare deserto

14 dicembre ore 19 circa....
esco di casa, prendo l'auto.
Arrivo in centro. Ventrine festose si alternano alle prime vetrine che spengono luci e abbassano le serrande.
Movimento e corsa agli ultimi aquisti.
Giulianova, piccola e compatta, se vuole sa essere frenetica e caotica.
Tutto ciò mi piace.
Amici che non vedo da molto.
Gente che passeggia, chi rientra in casa.
Parcheggio.
Due passi in centro è molto che non li faccio.
Entro in un negozio, saluto un amico.... qualche goccia d'acqua mista a neve inizia a venire giù.
Meglio ricansare prima di bagnarsi.
Già...tempo a tempo di rientrare, sistemarmi e giù il temporale.
La vigilia a 4, con mammma, papà e mio zio Rino.

alle 00:00 del 25 siamo ancora svegli.
Papà rincasa dopo aver accompagnato il fratello a casa.
Propongo il brindisi...perchè aspettare il risveglio.
Spumante e regali. Inizio di Natale insolito questo, speciale e simpatico. C'è sempre una prima volta.
E' già mattina.
esco di casa per l'allenamento. E' natale si, però per tradizione non rinuncio alla classica corsetta con gli amici.
Ritrovo ore 8 ma....
stupore.
Nessuno prensente all'appuntamento.
Sono solo.
Strano, molto strano. Attendo 10minuti e decido di partire.
Inizia a piovere.
Lungomare deserto. Io corro. Solo, con i pensieri e il ritmo a cui non bado. Oggi non esiste crono che mi coinvolga.
Slitario concludo il mio allenamento, 20km.
solo, solitario...la città ancora dorme.
Io sono felice così.
Per qualcuno sarò strano ma ciò che faccio mi piace veramente.
Non è un peso, una costrizione, bensì un vero piacere.

BUON NATALE A TUTTI

sabato, dicembre 24, 2011

vigilia ciclistica

Vigilia di Natale e va onorata come sempre.
Sabato giorno fisso per il mio allenamento lungo in bici.

Ritrovo ore 8:30 al Caprice sul lungomare di Giulianova: direzione Ascoli e poi si vedrà.
Esco di casa e vedo la brina sopra la automobili, legero venticello freddo, la temperatura è bassa: i termometri segnano 3°.

beh si va.
Al ritrovo un timido sole prova a riscaldare l'ambiente. il cielo è limpido, non si vede una nuvola a minacciare la giornata ciclistica.
Si parte per raggiungere il gruppo di amici della SCA di Offida.
Una volta unito il plotone, un quindicina oggi, si sale a buona andatura verso la città marchigiana.
Caffè al bar Meletti, auguri e si riprende la via del ritorno.
Una salita per scaldarci e di nuovo raffreddarci in discesa.
Torniamo verso il mare, il sole è alto, sono le 11:30 e la temperatura è piacevole.
Il vento oggi ci ha dato tregua, il sole ci ha baciati dalla prima all'ultima pedalata, il gruppo si è divertito...un'ottima prima parte di giornata :)

ah....110km in circa 3h40'.
Per oggi è andata, piscina chiusa nel pomeriggio e niente nuotata defaticante.

Auguroni a tutti di Buon Natale.
Per me come sempre sarà sportivo nella prima mattinata: piacevole abitudine che ormai porto con me da anni

venerdì, dicembre 23, 2011

L'ARTE DI CORRERE

Una riflessione sul talento, sulla creatività e più in generale sulla condizione umana; l'autoritrattto di uno scrittore maratoneta, di un uomo di straordinaria determinazione, di profonda consapevolezza - dei propri limiti e delle proprie capacità -, di manicale autodisciplina nel sottoporre il proprio fisico al duro esercizio della corsa; e non da ultimo la sorpresa di scoprire che un autore celebrato per la potenza della sua fantasia sia in realtà una natura estremamente metodica, ordinata, agli antipodi delle steroptipo dell'artista tutto genio e sregolatezza

Libro dello scrittore Murakami Haruki.
Molti l'avranno letto e riletto, paralto e riparlato.
Martedi sera l'ho ricevuto in regalo da un amico podista.
Ne ho sentito parlare molto, da tanto che volevo prenderlo.... sempre rimandato l'acquisto, preferendo ad esso altri autori, altri generi, altre storie.
Ora ho l'occasione di averlo tra le mani, sfogliarlo e lasciarmi prendere da esso durante questi giorni di vacanza e di relativa tranquillità.


Allenamenti:

Giovedi: mattina bici 45km facili
sera corsa: lavoro di qualità con progressione fino a 3'40"/km

venerdi: mattina corsa 10km facili con Emiliano.

Vento ancora presente, temperatura non troppo rigida...sarà un bianco Natale?
Inizia la lettura :)

giovedì, dicembre 22, 2011

Vento in faccia

....alzo le braccia...pronto a ricevere il sole, pronto a ricevere il sole

stralcio della canzone "vento in faccia" della Bandabardò ;)

così da qualche giorno lungo il litorale abruzzese.
Che stia correndo o pedalando poco cambia, vento forte e gelido che a tratti fa passar la voglia di uscire in strada.
Fortunatamente la tentazione svanisce subito, i pensieri vanno al 2012, alle gare che verrano ed ai nuovi obiettivi che si spera possano essere raggiunti.

Anche questa mattina non è stato da meno.
Sveglia presto e strade bagnate, durante la notte acqua mista a neve è venuta giù.
Cielo che via via si va schiarendo ma vento a sventolare le bandiere.
Tentenno ma non mollo; mi vesto ed esco in strada.
Oggi giornata di recupero dopo la doppia seduta di qualità svolta nella giornata di ieri: nuoto con lavori in soglia e bici con lavori al medio (allenamento indoor svolto su ciclomulino).
Uscita tranquilla, poco meno di 1h30' per un totale di 45km con una salita affrontata senza grande piglio e controllando i battiti cardiaci.
Uscita complessiva a fondo lento, recupero e ricarico le pile per il weekend, sperando che sia meteorologicamente positivo

mercoledì, dicembre 21, 2011

Gran Galà dello SPort città di Ascoli 2011

Lunedi 19 dicembre.

Al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno si è svolto il grand galà dello sport 2011.
MAnifestazionbe organizzata per premiare gli atleti ascolani e atleti facenti parte delle soscietà sportive ascolane che si ono distinti per meriti sportivi nella stagione 2011.

Quest'anno è toccato anche a me.
Già ebbi l'onore di ricevere un premio nel 2009, insiame all squadra della Flipper Triathlon, per aver conquistato la medaglia di bronzo nei campionati italiani di Traithlon Lungo a Candia.
Quest'anno io ad altri due miei compagni di quadra siamo stati nuovamente chiamati sul palco.
A me è stato consegnato il premio per la vittoria del titolo italiano sulla lunga di stanza; Ezio ha preso la targa per il bronzo conquistato sempre nelle stassa gara; Nazzareno invece permio per essersi piazzato 3° nell'IM 70.3 di Pescara.
Insomma gratificazioni personali ma anche per il nome della socità che cerchiamo sempre di portare alto... il presisdente ed ogni singolo componente amico se lo meritano :)

allenamenti sempre in crescendo...
forse, sicuramente parteciperò alla mezza maratona dei Magi ma senza obiettivi cronometri: allenamento lungo per smaltire le cene natalizie.

Per gli auguri ci sarà tempo...
si riprende con costanza ad aggiornare il blog :)

domenica, dicembre 11, 2011

Maratona di Reggio Emilia

Altro appuntamento per i podisti di lunga distanza.
Oggi non ero presente ai nastri di partenza, non ero li come spettatore.
Però la mente era li.
Dietro, al fianco, davanti ai ragazzi che oggi percorrevano i 42km in terra emiliana.

Per quanto mi riguarda 2 atleti da seguire in particolar modo.

Luigi e Giuseppe.
Entrambi con l'obiettivo di migliorarsi.
Luigi il più possibile sotto le 3h05'
Giuseppe sotto le 3h30'.

Soddisfazioni per lo loro all'arivo.

Complimenti: risultato raggiunto.
Giuseppe 3h27'
Luigi 3h01'

ottimo.

ora un bel periodo di riposo dopo lunghe fatiche, poi si penserà al 2012 ;)


Allenamenti:
sabato corsa: 16km con progressione finale
domenica bici: 100km in bici da crono.

da domani, altro giro, altra corsa

venerdì, dicembre 09, 2011

crisi e voglia di reagire (negozio sportivo?)

C'è crisi!
Dappertutto si dice così
E lo leggo sui visi
Non è colpa solo del lunedì
Sono nutellate di deliri
E code e colpi di tosse
E tu non piangi e non ridi
Vivi come se niente fosse

C'è crisi dappertutto
Dappertutto c'è crisi

Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Fa niente.

Niente più come prima
E menomale e menomale?
E' una nuova strategia
Urlate, cazzo, urlate!
Con i beni separati
Econ i mali in comunione
Siamo tutti in fila indiana
E che simpatica carovana!

C'è crisi dappertutto
C'è crisi dappertutto
Io lo leggo sui visi
Dappertutto c'è crisi

Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Fa niente.

C'è crisi dappertutto
C'è crisi dappertutto
Io lo leggo sui visi
Dappertutto c'è crisi

Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Oppure semplicemente
Fa niente?fa niente!


Canzone di Bugo, datata...qualche anno fa.
ora sembra essere attualissima.

Il periodo non è dei migliori, manovra, pensioni ICI e IMU, rincaro della benzina...forse ci faranno pagare anche l'aria; non giudico le procedure attuate per salvare il paese dalla bancarotta; non giudico le persone che stanno varando la manovra (sono messe li per risanare con o contro la volontà del popolo).

Il futuro.
Dve ci porterà? ci sarà una quasi tranquillità? una stabilità per noi giovani?

Tante idee in testa; tanta voglia di osare e fare una scelta; per qualcuno follia per altri una valido tentativo.

Allenare è l'occupazione principale, ma come ben si sa...non basta per arrivare a fine mese.
Lo sport...ho deciso di farne la mia vita, iscrivendomi, laureandomi e specializzandomi in una facoltà atta a tale fine (Scienze Motorie).

Quindi...vivere lavorando in ambito sportivo. Per molti sembra un gioco, un divertimento e un non voer fare nulla.
C'è crisi, anche nello sport?
ogni domenica vedo nuovi volti alle gare. Il lungomare di Giulianova incrementa costantemente le quantità di scarpe che lo percorrono; nuovi Podisti, vecchi podisti, amanti del fitness.
Giulianova però, offre poco a livello di materiali.
Non esiste un negozio tecnico specifico, nè qui nè nelle vicinanze.
Nessun negozio dove puoi parlare di running o di triathlon; dove i gestori sono sportivi e praticanti attivi...insomma non esiste un luogo dove oltre che acquistare vieni consigliato, scambi opionioni sullo sport, sulle gare...una sorta di punto di incontro per sportivi dove....comprare è la finalità principale, ma anche condividere emozioni e passioni sportive abbia un ruolo cardine.
Non esiste!!!!
C'è crisi!!!!
Però c'è l'idea.
Rischio, pazzia....
Insieme al mio amico Emiliano c'è l'idea. C'è la voglia di rischiare e mettersi in gioco.
C'è la paura di fare il botto...ma a volte bisogna rischiare; affiancare alla mia attività di prepratoe e biomeccanio, un 'attività di venditore-consulente sportivo.
Il momento è quello che è'....l'idea c'è, la voglia anche...la paura come al solito è tanta...

manca poco per la decisione finale: inizio 2012 la scelta deve essere presa....

che ne dite?

mercoledì, dicembre 07, 2011

Firenze Marathon III

In ritardo ma aggiungiamo un ultimo capitolo al fantastivo fine settimana fiorentino.

Traguardo, ristoro, cambio....massaggio ad un atleta in preda ai crampi, rientro a casa.

Ci siamo.
Telefonate a casa, amici e rassicurati tutti quanti quelli chehannos eguito on-line la gara.

ora il meritato relax.
Doccia, calda bollente.
Sopra preparano la pasta per pranzare.
Non ho appetito dopo le gare lunghe;
però sono di compagnia.
così in tuta (fondamentale dopo una gara lunga per me), sono li, davanti alla tv tra una chiacchiera e l'altra. Sorseggio una coca ghiacciata e mi rilasso in attesa della grande serata.

Ore 18 si esce.
Passeggiata in centro.
aperitivo devastate. una birra rossa media senza aver mangiato nulla. Già si inizia ad accusare il colpo.

ore 21 siamo, come si dice a Roma, con le zampe sotto ar tavolo.

Tavolata lunga, circa 30 persone. Amici e atleti...
menù a base di Fiorentina al sangue.
Qualche affettato come antipasto, poi giù...bistecche e vino a non finire.
Il cuoco stupito; l'assalto degli affamati l'ha lasciato a bocca aperta.
Serata indimenticabile...placata la fame si torna in casa ma...sulla via del ritorno, proprio vicino casa c'è un pub.

compagni in gara, fianco a fianco anche nelle serate.
Con Emiliano ci guardiamo negli occhi, basta un cenno ed una media bionda e tra le nostra mani.

ore 3....possiamo andare a letto e mettere fine a tre giorni fantastici.


miglioramenti atletici....
3 ragazzi che seguo hanno gareggiato a Firenze.
Claudio e Valentino: 3h07', abbassato il loro personale di 5' buoni
EMiliano: 2h49', abbassatto il personale, seppure di qualche secondo..ma sempre PB è.

Alla grande, si va avanti

giovedì, dicembre 01, 2011

Firenze Marathon II

LA GARA.

ore 6 suona la sveglia.
E' ancora notte. mi affaccio alla finsetra della mia stanza: Cielo stellato.
Bene, può essere una bella giornata.
Saliamo in verand, li c'è la cucina. Dario è già sveglio.
Prepariamo un caffè, del thè e ci accingiamo a fare colazione.
Arriva Valentino, si unisce al trio.
Qualche foto per allentare la tensione e l'attesa.
Il tempo di sistemarci, preparaci, controllare che tutto sia preso e indossato.
Si esce.
Appuntamento con Claudio e gli altri alle 8 alla partenza.
Il clima pre-gara ha sempre una doppia faccia per me: l'ansia per la gara...la'ttesa che sembra non finire mai; le facce di tanti che sorridenti o tesi in volto, condividono con te gli ultimi minuti prima del via, prima del grande giorno.

Siamo nelle gabbie...a ridosso dei top runner.
pettorale 269 io, pettorale 270 Emiliano.
Boom.
Sparo e partenza.
Da subito ci faccimo largo ci mettiamo al passo...un gran bel passo (eh si, questa era la gara da provare).
prercorso filante, arriviamo alle cascine ed è il 10°, 38'15"circa...ottimo, anzi anche più dle previsto ma va bene.
Corsa sciolta e continue rassicurazioni tra me eil mio amico.
Dentro di me penso...se continua così è un garone.
20° proseguiamo sempre, fianco a fiano io ed Emi, ma qualcosa non va...il respiro si blocca a tratti e la pancia si gonfia (tornano i fantasmi di sbato pomeriggio)..provo ma non reggo...mi fermo e dico ad Emi di continuare (sconfortato e preoccupato prosegue). Si ripete la storia..quanche peto e tutto ok...decido di rischiare e ripartire...Vedo Emi e provo a riprenderlo.
passiamo la MEZZA a 1h22'13"
lo raggiungo e continuiamo assieme.
Ritmo costante ma sento che le energie non ci sono...cavalcavia al 31°km e sento un vuoto dentro (il digiuno di sabato si fa sentire); rallento e tengo botta...Emiliano va...può fare un garone.
continuo, non mollo ma a tratti sbando e devo fermarmi. La lucidità viene meno: CRISI DI FAME.... attendo con ansieai ristori, li passo e non riesco a rifocillarmi...mi fermo al 40°, 3-4 bicchieri di the zuccherati e sento una botta di energia....riparto (quei pochi zuccheri immediatamente in circolo mi risvegliano), continuo, giro l'angolo verso l'arrivo e amici mi incitano (poi mi diranno che mi hanno visto fresco in viso...mah).
Taglio il traguardo, Emi che mi attende...3h01'...beh...contento di averla finita, ancora una volta la testa ha fatto il suo gioco emi ha portato a tegliare la finish line e prendere un'altra medaglia.

Emiliano conferma il suo: 2h49'.

Peccato, peccato, peccato...se fossimo rimasti assieme..il calo che anche lui ha avuto non ci sarebbe stato e forse, dico forse...1-2'in meno li tiravamo via.

Ma va bene....
ci cambiamo, sono lucido come s nulla fosse accaduto...rientriamo in casa e ci rilassiamo..ci aspetta una grande serata