lunedì, giugno 27, 2011

Dai Campi di gara

26/06

Giornata da spettatore per me.
Niente gare, niente sudore, fatica fisica ma comunque un coinvolgimento.

Fistra, parco dei Monti Sibillini.

Ieri sono stato li ad assistere al Tiathlon Olimpico e seguire alcuni alteti.

Una parte di me era li, un'altra parte era ad Idro, dove si svolgeva l'Idroman: gara di triathlon su distanza 70.3; qui c'era Alessandro che affrontava la gara come teste per valutare la preparazione verso l'Ironman di Regensburg che ci sarà in agosto.

Ottimi risultati portati a casa da entrambi i lati.

Alessandro Capocchi 22° assoluto e 2° di categoria. Ottima la sua condotta di gara; un notevole miglioramento e in fase ancora di crescita. A testimoniare l'eveloversi positivo della programmazione che stiamo adottando, la buona frazione podistica svolta dopo un percorso bici molto duro ed impegnativo.

Fiastra:
Emiliano Fiora, Giuseppe Romito, Luigi Melasecca: atleti della Inuit Triathlon. Giornata positiva anche per loro. Nonostante le fatiche accumulate per preparare il 70.3 di Pescara svoltosi il 12 giugno, la condizione ieri è apparsa molto brillante. Un buon recupero organico per loro dopo la grande fatica, una settimana con qualche richiamo di velocità ed una prestazione notevole per il trio. Ora per loro si prevede una settimana di riposo e recupero attivo; successivamente si pianificheranno le gare future da qui a fine settembre con il triathlon.

giovedì, giugno 23, 2011

Ricomponiamo i pezzi

non ricordo da dove ho lasciato, o forse si!!!!

l'ultima cena con i blogger.
A casa di Mauro Er Moro. Solita bella compagnia, come al solito gran mangiata.

un cena pensierosa per qualcuno, Gianluca che la domenica successiva avrebbe affrontato il suo primo triathlon 70.3 a Pescara.
Io che giocavo in casa e non volevo sfigurare, sebbene il carico di lavoro sportivo si faceva sentire.

un venerdi tranquillo.
un sabato ancor più (sabato 11 giugno)
con una leggera pedalata la mattina insieme a Marco prima di partire per Pescara.

Arriviamo per l'ora di pranzo, incontriamo gli amici Emix e Catu.
Ritiro pacchi gara, incontro con tutti i Flipperini, consegna delle maglie disegnate per l'occasione.
Pranzo a base di pesce e ancora in giro per l'expo.
Consegnamo la bici, per sistemarla bene ci sarà tempo il giorno dopo.
ore 18 si torna a ca , a Giulianova...cena con i miei genitori, Emiliano e Marco.

La mattina fa presto ad artrivare.
dopo una leggera colazione ci avviamo verso Pescara. arriviamo li che sono le 10 o poco più.
subito in zona cambio.
sistemiamo tutto; ultmi appunti a consigli ad Emiliano.
Ancora una fot di squadra con la famiglia FLipper e ci siamo: è ora.

Sale l'adrenalina e con esse la tensione ed ansia pre-gara.
Sento sensazioni strane dentro, come se dovessi rendere conto a qualcuno. come se sfigurare in questa gara significherrebe tanto agli occhi degli altri.
Approccio non ottimale a competizioni sportive ma son fatto così.
Ultimo saluto ai miei genitori e parenti, amici...tutti pronti ad incitarci.

si parte...mare mosso ma fa nulla, mi defilo per evitare la tonnara e mi aggiusto sul mio passo. continuo tranquillo, senza forzare. Tendo bene il mio ritmo e vado avanti.
escon in un tempo ottimo, poco più di 27'.
corro il lungo tragitto che ci porterà in zona cambio, tanto tifo, tanti amici...una grande emozione.
Supero di corsa Raf (il presidente) che con un sorriso strappato al caldo e alla gara mi grida "VAiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii".
Zona cambio ottima, veloce ma senza forzare troppo.

esco e salgo in bici. conosco per sommicapi il percorso, ci sarà subito salita.
Sento le gambe che girano bene e le assecondo senza forzare.
li davanti siamo in 2, poi arriva un 3° atleta.
a distanza di regolamento procediamo così fino a 5°km circa dalla zona cambio.
un percorso molto duro e impegnativo. Una gran caldo, bevo molto e all'ultimo ristoro prendo una borraccia con i sali (errore).

entro in T2 e penso cià alla corsa.
Poso la bici sulla rastrelliera; infilo i calzini, scarpe, prendo i due gel..uno lo butto dentro subito e parto in corsa.

all'uscita della zona cambio ci sono mamma, papà e i miei zii.
la testa perde la concentrazione e le gambe virano verso di loro. un gran saluto e tanti incitamenti... si parte.
4 giri da 5km.
mi assetto su un passo comodo, gestibile.
al secondo giro , circa al 10°km una fitta al fianco destro mi costringe alla sosta.
Non riesco a proseguire...alterno corsa a cammino per un giro.
Incontro Brant che corre qualche metro con me, mi da del thè freddo, mi incita e mi dice di Master (una fitta al cuore e gran dispiacere), mi dico manca poco...5km ristoro ristoro ma devi farli.
perdo tante posizioni ma non abbandono.
taglio la finish line in 4h47'....avrei potuto fare 10' meno, ma gli inconvenienti son sempre dietro l'angolo.

sto bene, bevo molto all'arrivo e sono lucido come al solito per ridere e scherzare.
Il dolore scompare piano, le gambe non sono affaticate ma la testa...
la mente non è soddisfatta!!!!

non riesco a mandare già l'accaduto.
sorrido e scherzo, a tratti tutto si dilegua.

una grandissima giornata di sport per la nostra regione.
un evento fantastico, ben organizzato.

per me è stato un simil test in vista di Klag....
il giorno dopo ero già in bici a defaticare.
ancora settimane con km sulle gambe e ora sono in tapering fino al 3 luglio...

giovedì, giugno 09, 2011

domenica....ci siamo

giovedi.... manca poco a domenica.
Si torna a gareggiare. Domenica ore 12:10 partirà la batteria di atleti di cui farò parte: Ironman 70.3 di Pescara.
PRimo evento marchiato IM in Italia, si svolgerà proprio vicino casa.
Per me non sarà la gara della stagione, anzi prevedo (viste anche le previsioni meteo) una gara gestita il più possibile per non fare danni in vista dell'Ironman di Klagenfurt il 3 luglio.
La macchian organizzativa dell'evento è pronta.
Tantissimiatleti giungeranno a Pescara già da oggi...io sebbene abito li vicino tornerò a casa solo sabato mattina.
Prima faremo una sgambatina in bici leggera qui a Roma, poi io e Marco ci metteremo in strada. Direzione PEscara, ritiro pacchi gare e rientro a Giulianova.
Pranzo con i miei e assieme ad Emiliano raggiungeremo nuovamente Pescara per consegnare le bici e visitare il villaggio.
Sera poi nuovamente a Giulianova e domenica con molta calma si gareggia.

La preparazione procede bene. Questa settimana ho ridotto notevolmente gli allenamenti; un piccolo scarico per recuperare le forze, ma la prossima sarà nuovamente dura per poter poi recuperare circa 14 giorni in vista del grande evento...per quello si...sale l'attesa.

venerdì, giugno 03, 2011

eventi e pensieri....

Mercoledi ore 14:00 c'è il seminario della Bozzoni, dipartimento di Fisica. Andiamo a sentire, interessante visto che stiamo avviando una collaborazione.

Spengo il telefonino, non vorrei mai squillasse durante l'esposizione e fare un faigura del cavolo davanti a tutti.

ore 15 circa esco dall'Aula, seminario finito. Accendo il telefonino e arriva sms: Ti ha cercato Raffapres.
Il presidente della Flipper Triathlon mi ha cercato.
Provo a richiamarlo ma mi anticipa.
"Hai sentito, sto leggendo ora la notizia"...boh, io non sapevo nulla e sentire le sue parole mi butta davvero a terra.
Calcioscommesse.
Un amico c'è dentro fino al collo. Siamo cresciuti assieme calcisticamente; abbiamo giocato assieme nelle giovanili del Giulianova Calcio fino a 16 anni, poi lui è stato catapultato in serie A con l'Udinese. Una bella carriera fatta di alti e bassi... però sempre serio e tranquillo (almeno così mi è sempre sembrato, anche nell'ultimo incontro avvenuto luglio scorso).
Fa male leggere di certe notizie. Mi fa pensare.
Ma come si può arrivare a tanto.
Mi ha turbato la giornata. Sembra stupido ragionare così ma...è la verità.
I dio denaro, mah nn credo o forse si. La voglia di avere sempre di più.
Sono l'ultima persona che può giudicare.
Certamente sono schifato dell'ambientte calcio. L'ho provato sulla mia pelle, ma sentirlo nuovamente fa male ancora.
Sapere di amici che ci cadono dentro è una botta al cuore e all'anima.
E se fossi stato io al posto suo????
Pensieri strani che però circolano in testa.
E riaffiorano puntualmente.

Altri eventi poi fanno andare il morale a terra.
Mi capita troppo spesso e ci rimango ancora sempre male...perchè?!?!?!?
Spero siano solo distrazioni o dimenticanze altrui.
Questa volta chi è conivolto non leggerà; magari leggerà qualcun'altro (me lo auguro vivamente) a cui voglio rivolger una domanda...
so benissimo che se dovesse leggere, invece di vedere quanto nuoto, corro o pedalo.... mi dia una risposta.
Sono sbagliato per essere dei Vostri????

rimarrò con il dubbio della lettura, visto che oggi è venerdi e domani e domenica difficilmente leggeranno...ma pedaleranno, correranno....
ci si vderà domenica prossima in quel di Pescara... tranquilli che darà sempre il massimo come ho sempre fatto.

ah...
per la cronaca e ciò che vi può interessare veramente....
mi sto allenando tranquilli....km su km, sto cercando di imparare a dosarmi in corsa....
senza offesa alcuna, ma ogni tanto...uno sfogo concedetelo anche a me.