domenica, ottobre 31, 2010

giornata uggiosa

31 ottobre, ultimo del mese.
cambio dell'ora, domani sarà vacanza.
però che giornata.
pioggia nelle prime ore della mattina,
la voglia di bagnarmi in corsa non c'era.
così chi me la fa fare a prender freddo.
rimango sotto le coperte.
avevo deciso così già da ieri: se piove non mi alzo.
tanto è stato.
fino alle 8:30 sono rimasto sotto le coperte.
poi con calma metto su il caffè; è tantissimo che non lo faccio.
mi preparo, preparo la borsa per la piscina.
prendo il caffè, calma calma ed esco di casa.
l'aria è calda, un leggero vento piacevole, ma il cielo è grigio e c'è una leggera pioggerellina.
in piscina c'è poca gente,l'aria di festa si sente.
entro e mi alleno tranquillamente.
ultima nuotata tranquilla prima di riprende a caricare seriamente.
c'è anche il tempo di parlare e riposarsi un pò di più.

e poi...
beh c'è tutta la giornata per non fare nulla;
per rilassarmi come non facevo da tempo.
rimanere così a pensare.
musica, sistemo la camera, riordino la casa e arrivano facilmente le 18.
pantaloncino e maglia leggera a manica lunga.
esco per fare 10km.
facili, molto facili...
un problemini al piede destro mi preoccupa un poco.
forse una botta rimediata senza rendermi conto, non so.
spero sia passeggero.

e ora ancora relax.
che blla la domenica non del villaggio (contraria a quella che si descriveva in una famosa poesia).
è bello assaporare il clima domenicale senza pensare che il giorno dopo si torni al lavoro, al solito tram tram...

sabato, ottobre 30, 2010

inizia una nuova stagione

ufficialmente da lunedi 1° novembre,
però approfittando del weekend ho deciso di anticipare la preparazione per la nuova stagione di triathlon che si avvicina.

obiettivo principale sarà l'Ironman di Klagenfurt in Austria.
parteciperò inoltre a gare di allenamento sulla distanza 70.3, spero qualche triathlon olimpico; qualche mezza maratona e se ci scappa anche qualche GF di ciclismo (dura ma,,, mai dire mai).

così oggi con una bella giornata ho cominciato a rimacinare km in bici:
90km in poco meno di 3h, con una bella salita lunga e un buon percoro vallonato.

nel pomeriggio lavoro facile in piscina di 2500m.
dalla prossima settiman aumenteranno i km a nuoto, in bici e manterrò quelli di corsa; andrò a fare la maratona di REggio Emilia

martedì, ottobre 12, 2010

Carpi

...... non perlo del risulato.
già detto, gia fatto.... il 10 ottobre poco importante per me.
partiamo dall'inizio.

dall'8 agosto 2010, dopo la Miglianico Tour. io reduce dall'IronMan e stanco mentalmente, al via della 18km di corsa decido di non partire lasciando solo in gara Emiliano.
vedere i podisti pasare, faticare e gioire al traguardo mi diede una strana sensazione.
nella gioia di Emi per il risultato... decisi di accompagnarlo a Capri, sebben dentro di me sapevo di non poter rendere al massimo (mi sbagliavo).
da li si sono susseguiti eventi sportivi belli, grandi serate e ottime giornate.
però...
qualcosa di veramente importante non andava. il mio amico viveva un brutto momento..i problemi veri, reali della vita divenivano sempre più grandi.
fino a quel mercoledi 15 settembre.
la reazione è stata grande e io non potevo più tirarmi indietro.
dovevo andare con lui. dentro di me da subito ho deciso che nel bene e nel male sarei rimasto al suo fianco in gara dal 1° a 42°km, a meno che lui ne avesse avuto di più e sarebbe andato via.

così è arrivato il 9 ottobre. di parte in tranquillità; un viaggio piacevole che ci porta in poco più di 3h30' a raggiungere Carpi.
giro all'expo, prevalentemente bici e ritiro pettorali.
in albergo, cena, tv e nanna.
la mattina sveglia, sveglia presto: i pulmann dall'albergo a Maranello partono alle 6:55.

arriviamo presto in partenza ma c'è tanta gente, è la prima maratona post-estate.
ci cambiamo, l'aria inizia a scaldarsi...
ecco che vedo una faccia conosciuta (on-line) è Franchino. lo chiamo e un saluto veloce.
ecco che intravedo Ale Brustia, forte duatleta, arriva anche lo Zio Ame (Bonfanti) grandissimo Ironman e maratoneta.
saluti veloci, si entra in griglia e si parte.

la gara è veloce all'inizio e non ci risparmiamo.
passiamo ai 10km sotto i 40', continuiamo così a tirare un gruppetto di 5 atleti.
io ed Emi decidiamo di alternarci a tirare 1km a testa, così, un km va avanti lui uno io.
passiamo la mezza sotto 1h24'.
continuiamo così.
al 30° passiamo alla grande.
ma al 31° c'è un cavalcavia lungo, il terzo incontrato sul percorso + altri saliscendi non piacevoli.
svalicato il ponte, Emi da segni di cedimento.
il ritmo cala e inizio a tirare io 2km e lui 1, fino al 37... il ritmo è sceso, sto benissimo ma non lascio il mio amico.
dal 37 c'è il crollo... 2km a 4'20", io che incito il mio amico, lui che soffre e reagisce...vedo il ristoro del 40°...allungo e lui si preoccupa pensando che lo lasciassi li..invece guadagno 100m, prendo acqua, corro lateralmnte e appena mi riprende gli passo la bottiglietta e gli dico di non mollare...si entra in città..tiene duro.
io sono con lui, al suo fianco..lo porto al traguardo mi dico trame me e me.
vediamo l'arco...ci stringiamo la mano, alziamo l'altra al cielo e passiamo appaiati :)

si gira verso di me...piange e mi abbraccia. per lui 3' meno di Milano 2010...
per me 20" meno di Firenze.
la gioia è grande per lui e per me...
rido e scherzo con i keniani :)
e poi...
beh, albergo, doccia e viaggio di ritorno.
il weekend si conclude con la classica pizza e birra del dopo gara a Giulianova.

a mente fredda posso dire che ...
se non avrei rallentato al 32° e averei proseguito al mio ritmo costante, avrei fatto 2h48', forse meno ma....

per me non era la gara della stagione.
come ho detto da tanto, sono andato li per accompagnare un amico e così ho fatto..è venuto il tempone e sono contentissimo ma...
il mio principale obiettivo era un altro e posso dire di averlo raggiunto.

la foto al traguardo lo dimostrerà

domenica, ottobre 10, 2010

Maratona di Carpi 2010

2h49'10"


45° assoluto; 2° di categoria.

gara da racconatare che va ben oltre il risulato e ed il nuovo personale.

domani resconto

giovedì, ottobre 07, 2010

ci siamo

domenica è vicina.
per molti sarà una delle tante, per qualcuno sarà la prima, per altri la seconda e così via; per qualcuno sarà solo una 30km , oppure un 21km...
insomma alle ore 9 del 10 ottobre, per molti atleti la gara di Carpi potrà rappresentare qualcosa.

per me...
sinceramente nulla di agonistico, o meglio, non principalmente agonistico.
mi conosco bene, quando partirà la gara la voglia di far bene prevarrà.
per ora come ora aspetto sabato e domenica per un solo motivo.
il weekend con un grande amico.
quest'anno per me è stata una stagione molto impegnativa, ricca di soddisfazioni, fatiche e gioie; il solo pensiero di preparare una maratona per fare il personale mi stressava. così è stato.
domenica correrò al fianco di un amico.
ora più che mai ha bisogno di un supporto morale.
come Firenze e Roma... insieme per divertirci seppure soffrendo e faticando.
ecco cosa sarà per me: una giornata di sporto con un grande amico; ora più che mai questa è la cosa più importante per tutti e due.

intanto oggi ultimo allenamento strutturato.
dovevo svolgerlo ieri ma non ho potuto, così senza stressarmi troppo a rimandato ad oggi.
lavoro con variazioni di ritmo: 10 x 1' veloce- 1' lento. per un totale di 12km

lunedì, ottobre 04, 2010

Angie

Prima o poi mi sparerai alle spalle, Angie
Credi in ciò che fai
Senza lacrime mi distruggerai
Laverai le tue mani rosse, Angie
Scuro più che mai
Senza lacrime ti addormenterai
Come mai, che ne sai, semmai,
Rido in lei semmai
Nei tuoi nei io mai
Lunedì è il giorno delle streghe, Angie
Sai come si fa
Senza lacrime, mi distruggerai
Ora mai, che ne sai, semmai
Rido in lei semmai
Nei tuoi nei io mai



chi conosce questa canzone?
credo in pochi...vi lascio nel dubbio.

però oggi è così per me:
lunedi, il giorno delle streghe.
questa mattina non mi sentivo molto bene,
ero pallido, nauseato, e stravolto.
la testa diventava sempre più pesante ad ogni pedalata che mi portava verso il laboratorio.
il caffè non è riuscito a ridurre il senso di oppressione.
sarà fatica, stanchezza...non so.
forse le paure che tornano. boh

poi il recupero, il rientro in casa, i pantaloncini, la maglietta e le scarpette.
si va...devo scaricare le tensioni e, se la sto incubando, l'influenza.
tanto è stato.
12km facili.
anche questo lunedi è andato

domenica, ottobre 03, 2010

quesito per domenica

preso dall'enfasi dell'avvicinarsi della gara: domenica prossima a Carpi, in questi giorni sto monitorando le previsioni meteo.
non sono sicuro dell'affidabilità dei veggenti a 7giorni prima, però voglio cautelarmi.
dopo l'esperienza di 2 anni fa a Firenze, dove acqua e vento ci hanno accompagnato per gran parte della gara; vedendo le foto di Master a Berlino; ripensando a Mergozzo del 2008...
in caso di pioggia o temperature non elevate, cosa indosso???

classico pantaloncino, anzi ne ho preso uno nuovo per l'occasione; ma sopra?
mi sono lasciato 3 opzioni:
1 - solo canotta
2 - canotta e manicotti (come ha fatto Master a Berlino)
3 - Maglietta termica e canotta (come corsi Firenze e come ho corso Roma quest'anno).

boh...ho ancora qualche giorno per pensarci.

venerdi: 12km in progressione.
sabato: mattina firo in bici di 60km; pomeriggio nuotata tranquilla per 2500m

questa mattina ultima fatica, 21km su lungotevere forzando il ritmo. lo ritengo un ulteriore test per vedere come sono messe le gambe. esito positivo, spero di reggere bene.

mentre correvo solitario e pensavo, pensavo e ripensavo...mi è apparsa l'immagine di Yogi e mi sono detto:
avrò trovato compagnia nelle sue tante temute 2h40' di oggi?

venerdì, ottobre 01, 2010

serata romana

ammazza quanto avemo magnato e bevuto!!!!!
il conto alla fine s'è fatto sentire ma poco importa.
ancora una bellissima serata quella di ieri, in compagnia dei blogtrotters romani.
stessa ora stesso posto e solito menù.
le foto nei vari blog attestano il clima fantastico che si crea ogni volta.
non solo corsa, ma amicizie che da irreali si materializzano.
Yogi che esordisce con una mitica cartolina e mi fornisce la spilletta ufficiale dei Blogtrotters.
la conoscenza di Marco.
l'esperienza di Giancarlo.
la simpatia del Moro e di Franco (che come ha detto lui, può essere mio padre)
Marco Bucci alle prese ancora cono i suoi dolori :(
Fabio tutto in tiro e rivestito.
MAster e Brent che.... so arrivati tardi e hanno magnato poco; però poi mi hanno riportato a casa :).

insomma una gran bella combriccola.
anche se, ad un certo punto ho temnuto il peggio.
sono saltati fuori discorsi di politica e faticavo a stare dietro. con in una dura corsa, quando non ne hai...arrancavo :)
poi si è tornati sulla retta via e che dire, sono tutti ormai orientati ognuno verso le prossime gare, maratone e non.
ognuno con i suoi sogni, dubbi e paure.
ma una cosa è certa, l'ennesima prova che per molti di noi il blog è stata ed è ancora un grandissimo mezzo virtuale di aggregazione sociale, senza secondo fine alcuno